In Alto Adige la mozione choc: bambini italiani schedati negli asili tedeschi

La Giunta provinciale approva una mozione che obbliga i genitori a dichiarare la lingua madre dei bambini. La Biancofiore: "Lotta etnica"

L'attacco alla comunità italiana, questa volta, arrva dai Freiheitlichen. Il partito indipendentista ha presentato una mozione, appoggiata anche dalla Südtiroler Volkspartei, per "schedare" i bambini italiani negli asili dell'Alto Adige. "Vogliono separarli fin dai primi passi scolastici per evitare qualsiasi integrazione e dunque ogni futura reale convivenza - denuncia al Tempo la deputata di Forza Italia Michaela Biancofiore - è una vergogna inaudita sulla quale spero si indigni l'Italia intera".

Un paio di settimane fa la Giunta provinciale di Bolzano ha fatto passare una mozione dei Freiheitlichen che richiede a tutti i genitori, che devono iscrivere i figli all'asilo, la dichiarazione della madrelingua dei bambini. Per la Biancofiore non ci sono mezzi termini per descrivere questo "obbrobrio immorale" che arriva alla "vile discriminazione etnica dei bambini". Per la deputata di Forza Italia si tratta di una mozione a dir poco "ignobile" perché, alla vigilia delle elezioni nazionali, utilizza i bambini "a fini politici" in "una escalation di lotta etnica".

Secondo la Biancofiore, i Freiheitlichen, con l'appoggio della Svp, puntano, "fin dai primi passi scolastici", a "separare" i bambini italiani da quelli tedeschi per "evitare qualsiasi integrazione e dunque ogni futura reale convivenza". "Una vergogna inaudita sulla quale spero si indigni l'Italia intera - accusa ancora la deputata di Forza Italia - c'è l'assoluta, continua, asfissiante e infinita pulsione, da una certa parte retrograda tedesca a cancellare tutto ciò che ha identità italiana".

Nelle prossime ore la Biancofiore presenterà un esposto al garante della privacy e all'ufficio nazionale Anti discriminazioni razziali.

Commenti

killkoms

Dom, 19/11/2017 - 14:28

e poi si predica l'"integrazione" con gli africani..!

agosvac

Dom, 19/11/2017 - 14:31

Notizie di questo tipo è bene prenderle , come si suol dire, con le molle per non scottarsi. Ma, se fosse vero, sarebbe un oltraggio alla Costituzione italiana che dà pari diritti a tutti i cittadini italiani e, se non erro, l'alto Adige fa parte dell'Italia e dovrebbe seguire la Costituzione italiana.

leserin

Dom, 19/11/2017 - 15:14

Togliamogli un po’ di fondi, pagati da tutti gli italiani, e poi vediamo come reagiscono.

mima64

Dom, 19/11/2017 - 15:21

Hai rovinato il popolo italiano cosa vuoi ancora? Il sangue. Te ne devi anna'

Prinzepo

Dom, 19/11/2017 - 15:22

In effetti Rossini, Verdi, Puccini, Michelangelo, Dante sono italiani. Meglio mettere i puntini sulle i.

Una-mattina-mi-...

Dom, 19/11/2017 - 15:42

FANNO BENE, L'ITALIA NON PORTA NULLA DI BUONO

DRAGONI

Dom, 19/11/2017 - 16:01

E' QUELLO CHE SUCCEDERA' OLTO PROBABILMENTE IN EUROPA A CHI OTTERRA' IL PASSAPORTO DELLA REPUBBLICA ITALIANA SE VERRA' ADOTTATA UNA LEGGE, NON PREVISTA DALL'EUROPA, COME LO IUS SOLI!!!

Vairone

Dom, 19/11/2017 - 16:10

obbligo italiano prima lingua cartelli stradali in italiano poi se vogliono parlare crucco lo facciano pure ma come dialetto

VittorioMar

Dom, 19/11/2017 - 16:29

...MA ABBIANO L'INNO FRATELLI D'ITALIA !!..LORO NON SONO E NON SI SENTONO ITALIANI ...MA I FINANZIAMENTI SI !!

Reip

Dom, 19/11/2017 - 16:42

E noi ci preoccupiamo di integrare africani e maghrebini! In alto adice, territorio italiano grazie ai morti italiani massacrati durante la prima guerra mondiale, altro che statuto speciale, i carabinieri ci vogliono! E gli dovrebbe essere tolta qualunque autonomia!

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Dom, 19/11/2017 - 16:50

@ @agosvac - Dom, 19/11/2017 - 14:31 - ha scritto:"Notizie di questo tipo è bene prenderle , come si suol dire, con le molle per non scottarsi. Ma, se fosse vero..." --- Tutto vero, egregio, (va da verificare su http://www2.consiglio-bz.org/documenti_pdf/idap_491168.pdf ) - Ne parla tutta la stampa dell'Alto Adige. Pure il PD, una tantum, è contrario.

Ritratto di jasper

Anonimo (non verificato)

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 19/11/2017 - 17:18

@Prinzepo: veramente Rossini, Puccini, Michelangiolo e Dante sono Toscani.

Egli

Dom, 19/11/2017 - 17:24

Niente di scandaloso. Si parla di integrazione nel rispetto delle specificità locali.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 19/11/2017 - 17:50

Noi, leggermente più a sud dell'Alto Adige non dobbiamo indicare la madre lingua; la stessa si intuisce benissimo, sono tutti Adham, Hassan, Ismael, Nadir, Rashad, Karim, Omar, Aisha, Farah, Raya, Zahira, Karima, Abdul, Mohammed, Jaafar, Baasim, Bishr, Adjatay, Adofo, Ajene, Akello,Akia,Akil,Akin,Amani,Ndulu, Nculu, Oji, Okpara,Okwui,Olaitan,Olakunle,Olu,Olufemi,Olugbenga,An,Bao ,Jie,Kan,Li,Liang,Long,Meng Ning,Peng,Qiang,Shi,Song, Görkem, Hülya, Mehmet, Tülay ,Yiğit ed è solo un misero esempio!

badboy

Dom, 19/11/2017 - 18:07

La solita cattiva agitazione razzista da parte del Giornale: a Bolzano vogliono rilevare la madrelingua di TUTTI i bambini (quindi tedeschi, italiani e altri) per organizzare meglio gli asili. E sembra che gli austriaci lo facciano già da anni. Quanto siete brutti !

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 19/11/2017 - 18:08

Lo chiedono anche a migranti e clandestini, oppure loro sono già stabilmente integrati?

Divoll

Dom, 19/11/2017 - 18:18

Dobbiamo imparare da loro e fare lo stesso nelle nostre scuole e asili? Tanto, se non si integrano gli italiani con gli austriaci, figuriamoci come si possono integrare africani e musulmani con gli italiani...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 19/11/2017 - 18:26

Sono stato spesso per lavoro in Sud Tirolo (se dici Alto Adige fingono di non capire) e vi assicuro che oggi la diffidenza verso gli italiani è totale, e la loro rabbia pure. Sono austriaci di lingua e tradizioni, fino a qualche anno addietro c'era una certa tolleranza, ma desso sono irritati vedendo l'invasione di razze che ritengono ancora più scadenti della razza italiana (e Dio solo sa quanto disprezzino gli italiani) e temono che prima o poi costoro si installino anche nei loro territori. E' un effetto poco moto dell'invasione che ci sta travolgendo.

Algenor

Dom, 19/11/2017 - 18:29

Loro non sono italiani e non vogliono integrarsi con gli italiani: sono austriaci il cui territorio é stato conquistato con la forza dagli italiani, da cui non é neppure vero che ricevano finanziamenti perché la provincia di Bolzano, alias Sud Tirolo ha un saldo fiscale positivo di oltre 2000 euro pro-capite che significa che i sud-tirolesi versano piú tasse allo stato italiano di quanto ricevano indietro come spesa pubblica.

piazzapulita52

Dom, 19/11/2017 - 19:41

Il partito indipendentista ha fatto bene! Tra poco di italiani veri non ce ne saranno più e i "nuovi italiani" saranno tutti "abbronzati"! Gli altoatesini sono lungimiranti e non vogliono aver niente a che fare con italiani che di italiano non hanno niente! La deputata di Forza Italia critica questa decisione! Un motivo in più per non votare Forza Italia alle prossime elezioni politiche! Chi è favorevole all'africanizzazione della nostra Patria è complice dei TRADITORI DELLA PATRIA!

Lofelo

Dom, 19/11/2017 - 19:42

Anch'io mi indigno ! Ma se fossi un politico come Biancofiore lancerei la proposta di eliminare il vergognoso statuto speciale o, in subordine, di .....vendere l'Alto Adige ai cruchi e col ricavato sanare il debito pubblico del paese. I buzzurri delle valli di confine sarebbero felici e saremmo felici anche noi. Potremmo andare in vacanza in quei luoghi di lingua e cultura diversa dalla nostra, mangiare tanto speck senza più indignarci

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 19/11/2017 - 20:31

è il prezzo che i citadini di lingua italiana stanno pagando per 'accordo criminale tra SVP, partito di maggioranza di lingua tedesca, e il PD al governo per garantire l'appoggio al governo di questi cialtroni

fenix1655

Dom, 19/11/2017 - 20:49

Visto che selezionate e pubblicate i commenti che volete voi ........Buon lavoro!

GUARDACOMEDONDOLI

Dom, 19/11/2017 - 21:38

Concordo con LESERIN: taglierei i fondi provenienti da Roma ladrona e poi vediamo come reagiscono. Peraltro, è una regione ricca che oggi non dovrebbe più avere lo "status" di regione a statuto speciale. Rinuncino a quello (statuto pieno di privilegi) e si comportino da italiani. Non lo faranno, perchè il detto "pecunia non olet" si applica anche da loro. In più, da loro si usa dire "quello che è mio resta mio e quello che è tuo si divide per due". Sono soltanto dei furbastri. Ma come mai la Politica non decide di affrontarli ?

Ritratto di Jampa

Jampa

Dom, 19/11/2017 - 22:36

Mio padre, in servizio di controllo del territorio subito dopo la guerra, fu oggetto più volte di colpi di armi da fuoco durante i pattugliamenti. Io per lavoro ho visto crescere nei decenni tutte le vallate dell'Alto Adige, in termini di edilizia privata e attività economiche. In cambio non mi servivano al bar nemmeno il cappuccino e per comprare il pane dovevo parlare tedesco. Oggi mi mandano gli inviti alle settimane bianche e verdi su quelle magnifiche montagne, ma mi difendo come posso (nemmeno le mele Marlene compro più...). Peraltro per l'Austria le popolazioni altoatesine stanno bene dove sono, che se li godano gli italiani.

mariolino50

Dom, 19/11/2017 - 23:47

Hanno perso la guerra, e allora si devono adattare, stanno certo molto meglio degli italiani cacciati dall'Istria, inoltre sono anche fessi, se tornassero con l'Austria non avrebbero certo più privilegi assurdi.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 19/11/2017 - 23:48

@jasper - Rossini è nato a Pesaro e quindi è marchigiano. Comunque quello che ha voluto esprimere lei è più che giusto.

Nick2

Lun, 20/11/2017 - 07:01

Da che mondo è mondo c'è sempre qualche popolazione che considera feccia altre perché più povere e bisognose. Gli italiani, che hanno il record mondiale di emigrati, fino a qualche decennio fa sono sempre stati trattati da inferiori in tutti i paesi del mondo. Ora, che altri poveracci, ancor più poveracci di noi sono costretti ad immigrare in massa come noi abbiamo fatto per un secolo, ci dimentichiamo delle umiliazioni e degli insulti che i nostri nonni hanno ricevuto per renderci la vita migliore e ci comportiamo peggio di come tante popolazioni si sono comportate con noi.Pensatevi fascioleghisti veneti...

Cappio

Lun, 20/11/2017 - 08:16

Azzerare i fondi che poi diventano italiani

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 20/11/2017 - 09:03

un paese normale avrebbe gia dopo la prima guerra, sparpagliato in tutto lo stivale la comunita' altoatesina, e non l'avrebbe tenuta come un enclave etnica separata, allora si poteva fare, ma anche nel ventennio,

umberto nordio

Lun, 20/11/2017 - 09:18

Sono le prove generali per quando ci saranno gli italiani per Jus Soli.

Albius50

Lun, 20/11/2017 - 09:21

Se vogliano entrare nei meriti TERRITORIALI il TIROLO è una regione che parte da Monaco Di Baviera e arriva a Bolzano, in realtà taglia la parte sinistra dell'Austria x intenderci Vienna è nella Slesia, questo x semplificare se avete visto i film di SISSI il padre era il GRANDUCA del Tirolo QUESTO X FAR CAPIRE LA LORO AUTONOMIA anche dall'Austria stessa.

Deep_Blue

Lun, 20/11/2017 - 09:40

Faccio fatica a prendere sul serio alcuni commenti. Ricordo che i sudtirolesi sono stati annessi con la forza dall'Italia. Non hanno mai chiesto di esserlo, nè hanno chiesto asilo. Per quanto riguarda i fondi: scherzate? L'alto Adige non è il Molise, ha un reddito positivo. Il che significa i loro soldi li versano come tasse ad un governo di ladri che li defroda da decenni. Così stanno le cose. Giusto per chiarire.

baleno

Lun, 20/11/2017 - 09:41

In Austria li considerano di serie B, in Italia pontificano sulle ns spalle. Idioti non sanno che i bambini apprendono anche più di una lingua contestualmente,motivazioni fragili di avversione verso figli di una cultura millenaria... noi Leonardo, Giotto e Galileo...loro speck, marlene e nocetta di capriolo.

baleno

Lun, 20/11/2017 - 09:55

aggiungo: forse le maestre delle materne sono troppo ignoranti e non sanno parlare due lingue. I bambini non fanno discriminazioni.

Italianinelmondo

Lun, 20/11/2017 - 09:59

sarebbe bello schedare i crucchi. e obligarli a parlare solo la lingua italiana e fagli dimenticare il tedesco. via tutti i cartelli stradali in tedesco e mettere tutto in italiano e non sponsorizzarli piu con i isoldi degli italiani. Basta non se ne può più. finiamola.

Arethusa

Lun, 20/11/2017 - 10:33

La verità è: Bambini bilingui (tedesco e Italiano) possono conviverei in classi miste dove si parlano il tedesco e/o l'italiano e ciò non nuoce all'apprendimento dei bambini stessi. I Bambini Monolingui (O tedesco O italiano) vengono a loro volta inseriti nelle rispettive classi di Lingua, negli anni successivi quando possono esprimersi in una o l'altra lingua possono essere poi ammessi in classi miste. Bisogna poi tener presente che il bilinguismo è una benedizione poco importa quale sia l'altra :-) Immaginate invece quelle scuole dove il bambino italiano viene ghettizzato ed è solo e abbandonato al bullismo gratuito in mezzo a trenta altri bambini di dieci etnie e lingue diverse... Un po' di ordine e disciplina non guasterebbe!

MaxCi

Lun, 20/11/2017 - 10:41

Ma io non ci vedo nulla di strano. Terra del proporizionale (linguistico) cosa ci sarebbe di sbagliato? Una precisazione ai più. L'alto adige è una terra latina, soggiogata con estrema violenza dagli asburgo per quattro secoli. Quindi, protestino quanto gli pare, ma non avranno mai quello che la Klotz, figlia di un terrorista, chiede. Infine, meno male che c'è la SVP. Quella terra magnifica sarebbe stata distrutta dai nostri politici.

MaxCi

Lun, 20/11/2017 - 10:42

Correggo. Ladina. Lapsus forse dovuto anche alla storpiatura propria degli asburgo (ladini perché latini)

cir

Lun, 20/11/2017 - 10:52

Innanzi tutto si chiama SUD TIROLO , l' alto adige non esiste sia chiaro una volta per tutte! Sono AUSTRIACI a tutti gli effetti. Hanno tutti i diritti di fare quello che desiderano , quella e' casa loro . Se gli itaglioti non lo capiscono e' solamente perche' sono itaglioti , miscuglio di razze non ben definite che pretendono di chiamarsi popolo. Dai commenti si comprende benissimo che una maggioranza non rispetta le tradizioni altrui, la cultura e la storia che ha forgiato questo meraviglioso popolo AUSTRO TEDESCO UNGARICO. Non pretendano poi che gli invasori odierni rispettino ne nostre culture ed abitudini. saluti e lunga vita ad EVA KLOZ.

MaxCi

Lun, 20/11/2017 - 11:10

@cir. Vedo che non sai nulla del sudtirolo.

dagoleo

Lun, 20/11/2017 - 11:25

Però i tedeschi si vogliono integrare con gli arabi. Lo facciano pure. A Berlino ho visto un intero monumento greco che si trovava a Pergamo in Turchia fare bella mostra di sè ricostruito quasi per intero, in un museo tedesco. Italiani, greci e turchi puzzano ma i loro monumenti (anche se sono monumenti greci salvati dalla distruzione) vanno bene per essere esposti e portare soldoni turistici pesanti alle casse germaniche. Non è certo arte tedesca, come le 100 opere italiane esposte nella pinacoteca di Berlino e provenienti dalla collezione Giustiniani (tra cui anche uno stupendo Amor omnia vincit di Caravaggio e dei reperti etruschi fenomenali) ma val bene lo stesso. Pecunia non olet.

cir

Lun, 20/11/2017 - 11:29

maxCI..., leggi quello che hai scritto e poi leggi quello che ho scritto , poi guardati allo specchio e e dimmi , sei nato cosi ? sei diventato cosi ? O sei perente di Pontaldi ???

baleno

Lun, 20/11/2017 - 11:33

Cir: non esiste una razza tirolese, in quanto la popolazione fu assoggettata ai Romani, divenne provincia italica, ius italico, sotto l' impero romano, passò ai Goti di Odoacre nel 476 sotto il regno di Italia, quindi ai Bizantini, ai Longobardi, al Sacro Romano Impero, sotto il Principato di Trento, sotto gli Asburgo, sotto i francesi che formarono il Regno d' Italia Napoleonico. La germanizzazione con metodi coercitivi contro Ladini (Latini in austriaco) e Italiani fu voluta tenacemente da Francesco Giuseppe (il marito di Sissi) a partire dal 1961 dopo le sonore sconfitte inflitte dall' Italia. Non piangere troppo per il passato fascista, nel dopoguerra avevate paura di passare sotto cortina con l' Austria e allora ci avrebbe pensato Stalin o Tito.

baleno

Lun, 20/11/2017 - 11:38

Gli Asburgo non rappresentavano un unico popolo, ma un impero dove ci si vantavano del fatto che si parlassero 7 lingue diverse, regnanti Cattolici con sudditi Ortodossi, Luterani, Mussulmani. L' impero Austriaco era lungi dall' essere nazionalista. Ripassate la storia, anche se racconta il passato ...per fortuna!

MaxCi

Lun, 20/11/2017 - 11:41

@cir. Non conosci bene la storia di quella terra. L'alto adige, lo scrivo in italiano, dacché scrivo in italiano, non è né italiano né tirolese (non austriaco, visto che gli austiaci detestano sia i tirolesi del nord che quelli del sud) è una terra ladina. Basta, ad esempio, guardare la toponomastica della val pusteria e venosta (vicino alla passiria, tanto amata dalla Kloz e da dove il padre scappava dopo gli attentati) per capirlo. Germanizzazione dei cognomi ladini, dei paesi ladini, divieti crudeli alla popolazione ladina. IL tutto per almeno quattro secoli di dominazione. Questo per farti capire che i tirolesi di oggi sono figli di occupanti. Ed è inutile che si lamentino. Pensa che la loro furia germanizzante si legge pure nel ridicolo tentativo di Perathoner che tentò perfino di cambiar nome a Dante Alighieri in Durant Aliger. Capisci che non ne sai nulla?

cabass

Lun, 20/11/2017 - 11:57

Bastava fare come la Francia e fregarsene bellamente delle minoranze linguistiche. Anche loro hanno una regione crucca, l'Alsazia, ma da quando è loro territorio, l'unica lingua ufficiale è il francese ed è la sola che si insegna a scuola; risultato, oggi gli alsaziani si chiamano Jean o François e parlano in francese anche tra di loro! Idem i corsi: addirittura gli indipendentisti fanno i loro proclami in... francese!!!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 20/11/2017 - 12:02

Vedo che qualcuno ha nominato il bilinguismo, in realtà quello che accade nell'Alto Adige, già fin dal livello scolastico, è la separazione linguistica più totale. Questa separazione è praticata nella scuola e non da ieri, ma da sempre e la dichiarazione di appartenenza ad un gruppo linguistico oppure ad altro, "incanala" lo studente ad un determinato percorso (per lo studente di lingua tedesca c'era lo sgravio dalle rette universitarie, se si iscriveva ad atenei austriaci, ora non so). Di fatto ad un bambino italiano accedere allo studio del tedesco fin dalla scuola è reso parecchio difficile e simmetricamente hanno problemi anche i genitori "più aperti di mente" di lingua tedesca che vogliano far fare corsi di italiano ai figli. ( mi ricordo della notizia di lezioni quasi clandestine di lingua italiana nelle scuole materne di lingua tedesca). Questo perché la cricca al potere della SVP sa che continuerà ad esistere solo se tiene tutto cristallizzato e separato.

Flandry

Lun, 20/11/2017 - 12:13

Gli austriaci, come i tedeschi, amano da sempre i recinti, sono abilissimi nel costruirli e mantenerli (guardate i loro giardini, in AA, scusate, Sud Tirolo), anche quelli giuridici e separatisti. Si credono i migliori e non vogliono contaminazioni di sorta, abilissimi nell'alzare i tappeti di casa loro e gettarvi sotto la polvere (a differenza nostra). Ci tollerano perché portiamo denari nelle loro casse. Punto. Sicuramente allarmati dalla politica autolesionista del nostro insulso governo, che vorrebbe regalare la cittadinanza attraverso il diritto del suolo, in aggiunta allo jus sanguinis, con tutti gli effetti collaterali (ricongiungimenti in primis) che la combinazione comporta e che determineranno la progressiva meticizzazione del popolo italiano e probabilmente la sua islamizzazione, reagiscono come sanno: ghettizzano. Volete dargli torto?

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Lun, 20/11/2017 - 12:17

Ma vogliamo porre fine a questi stillicidi che hanno il solo scopo di deitalianizzare sempre più l'Alto Adige? Cominciamo a togliere loro i vantaggi dello statuto speciale e contrattiamo una reintegrazione nello stato austriaco. (ma il problema vero è che l'Austria non ci pensa neppure a riprendersi i sudtirolesi)

cir

Lun, 20/11/2017 - 12:19

cabass... hai mai sento i Bretoni o i Corsi quando parlano fra di loro ? o gli Occitani e i Sardi ? vogliano cancellare queste testimonianze che sono la vera storia per accettare la lingua universale degli sporchi yankees ?

steacanessa

Lun, 20/11/2017 - 12:32

Perché stupirsi? Al tempo i loro nonni e padri furono per il conterraneo hitler. Basta palanche extra e rinsaviranno.

ArturoRollo

Lun, 20/11/2017 - 12:49

« L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. » (Art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana.)Attenzione..Achtung !!

RexMastrin

Lun, 20/11/2017 - 13:04

Negli asili di Bolzano la maggior parte dei bambini è di madrelingua araba e soprattutto negli asili tedeschi. Qui ad indignarsi più che gli italiani...dovrebbero essere gli arabi!

martinsvensk

Lun, 20/11/2017 - 13:31

A leggere certi commenti si rimane strabiliati dalla mancanza di autostima degli Italiani che ha peraltro pesanti ricadute sull'immigrazione in Italia. Si dà per scontato che gli altoatesini siano una razza superiore , non si capisce su quale base. Si deplora la conquista dell'Alto Adige senza pensare che era nello spirito del tempo conquistare con la guerra del territorio. La Francia lo ha fatto con l'Alsazia Lorena e nessuno si sogna di contestarglielo. Si omette la grande generosità con la quale l'Italia tratta questa popolazione, come se fosse un fatto dovuto alla loro supeiorità. Detto questo penso che questa regione debba ritornare al più presto con l'Austria, sempre che quest'ultima lo voglia davvero, ritrovandosi una minoranza italiana alla quale dovrà pur concedere privilegi, pur trattandosi appunto di italiani per certi commentatori quindi non all'altezza di essere privilegiati.

Trivenetino70

Lun, 20/11/2017 - 14:08

Secondo me è giusto ed utile dichiarare la l’ingaggio madre del bambino. In Italia c’è sempre stata resistenza ad imparare le lingue e a sforzarsi nella pronuncia: dobbiamo cambiare questo aspetto. Poi, se l’Alto Adige non si sente italiano, perchè forzarlo ad esserlo? Se vogliono separarsi che vadano!

cir

Lun, 20/11/2017 - 14:11

martinsvek... non si tratta di individuare la superiorita ' della razza della razza germanica che tu descrivi , ma di riconoscere l' inferiorita' della razza che tu rappresenti.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 20/11/2017 - 17:14

Tutolo fuorviante, la registrazione e' per tutti non solo per i piccoli italiani ... e occorre vedere se è fatta per discriminare oppure se ha altre finalità meno maliziose di quelle segnalate dalla instancabile candido-fiorita....

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 20/11/2017 - 17:15

Inoltre sono tutti italiani alcuni di madrelingua italiana altri germnica o ladina ma sono tutti italiani ... lapsus imbarazzante per il giornale che spero non suggerisca altrimenti ....