Altri due sbarchi in Calabria: soccorsi 108 migranti

Sono arrivati a bordo di due diverse imbarcazioni. Tra loro anche donne e bambini. Il leghista Invernizzi: "Ecco cosa succede da quando non c'è Salvini"

I migranti arrivati a Roccella Jonica

Gli sbarchi non si fermano. Questa notte, in Calabria, sono arrivati 108 migranti a bordo di due diverse imbarcazioni. La zona interessata è la Locride, sulla fascia jonica. Gli sbarchi sono avvenuti di notte. Il primo poco dopo mezzanotte, quando la Guardia Costiera ha avvistato una barca a vela con a bordo 64 migranti iracheni e iraniani, di cui 52 uomini, 8 donne e 4 minori. Tutti i migranti sono stati soccorsi dalla Guardia Costiera e sono poi sbarcati nel porto di Roccella Jonica.

Circa quattro ore dopo il secondo sbarco. Intorno alle 4.30 del mattino è stato individuato un altro barcone davanti alle costa di Brancaleone. A bordo c'erano 44 persone, quasi tutti uomini, eccezion fatta per una donna e una bambina.
Anche i migranti arrivati a Brancaleone sono infine sbarcati a Roccella grazie al supporto della Guardia Costiera.
Alle operazioni di soccorso, coordinate dalla Prefettura, ha preso parte personale della polizia di Stato, dei carabinieri, della guardia di finanza, della guardia costiera, della Protezione civile, del servizio 118, dell'Usmaf, della Croce Rossa e delle associazioni di volontariato.

I 108 migranti sono stati sottoposti ai primi controlli sanitari e alle operazioni di fotosegnalamento. A breve saranno trasferiti nei centri di accoglienza secondo il piano di riparto predisposto dal ministero dell'Interno.
In Calabria gli sbarchi continuano a ripetersi con frequenza. Lo scorso 2 ottobre, circa 75 migranti, tra cui 12 minori non accompagnati, erano riusciti a raggiungere la spiaggia di Sellia Marina, nel Catanzarese. A fine settembre altri 58 avevano toccato le coste di Crotone.

Secondo i dati del ministero dell'Interno, dall'1 gennaio al 30 settembre del 2019 in Italia sono arrivati circa 7.500 migranti. Nel 2017 erano stati 105mila. La diminuzione è dovuta in larga parte alle politiche più stringenti messe in atto dall'ex ministro dell'Interno Salvini, in carica fino agli inizi di settembre.

Dura la reazione del deputato e commissario regionale della Lega in Calabria Cristian Invernizzi: "Il governo Pd-5S non è solo quello del tradimento, delle tasse e delle manette, ma anche dei porti aperti a tutti. Gli sbarchi di clandestini in Italia sono triplicati. Ecco cosa succede da quando quando Matteo Salvini non è più ministro dell'Interno".

"Mentre nelle strutture di accoglienza torna il caos, proprio in queste ore – spiega ancora – sono in arrivo sulle nostre coste decine e decine di altri immigrati irregolari: 108 solo in Calabria. Il ministro Lamorgese non può continuare a far finta di nulla. L'accordo di Malta è già fallito ancor prima di nascere. Prenda atto della realtà e applichi il divieto di ingresso nelle acque territoriali per chi è sprovvisto di permesso. Ne va della sicurezza del nostro Paese e dei cittadini italiani".

Commenti
Ritratto di elkld

elkld

Lun, 14/10/2019 - 11:37

OTTIMO BEN FATTO.. SONO RISORSE NONCHE’ OSPITI! E DEVONO POTER RESTARE QUI, INTEGRARSI E TROVARE UN LAVORO UNA OCCUPAZIONE...

Trinky

Lun, 14/10/2019 - 12:01

Signori redattori de Il Giornale.........ma l'avete controllato il primo account di quello che ha scritto su sta pagina?

seccatissimo

Lun, 14/10/2019 - 16:30

Andrebbe tolto il diritto al voto per incapacità di intendere e volere a tutti coloro che hanno votato per il pd e per il m5s !