La menzione speciale del premio "Landolfo" alla cronista del Giornale.it

Il Premio è indetto dall’Ordine dei Giornalisti della Campania, dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania, dal quotidiano “Roma” e dall’Arga Campania

Foto di Stefano Renna

"Così lo Stato è stato truffato con le ecoballe": questo il titolo dell’articolo di Agata Marianna Giannino, pubblicato lo scorso aprile su ilGiornale.it, che ha ricevuto la menzione speciale del Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”. Il riconoscimento è stato consegnato nel corso di una cerimonia che si è svolta ieri mattina a Napoli, nella sede dell’Istituto di Cultura Meridionale.

Il Premio, giunto quest’anno alla sesta edizione, ricorda Francesco Landolfo, giornalista scomparso undici anni fa, già vicedirettore del quotidiano “Roma”, segretario dell’Ordine dei giornalisti della Campania, nonché fondatore e presidente dell’associazione Arga Campania, che si è contraddistinto per il suo impegno per l’ambiente e l’attenzione verso i giovani e il territorio. Oltre 50 i lavori presentati, sei sono stati premiati e ad altri sette è stata attribuita una menzione speciale.

Nella sala gremita di Palazzo Arlotta, in presenza dei familiari e degli amici di Francesco Landolfo, sono stati consegnati i premi assegnati dalla giuria composta dal presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, dai direttori del quotidiano “Roma”, Antonio Sasso e Pasquale Clemente, dal segretario del Sugc (Sindacato unitario giornalisti della Campania), Claudio Silvestri, e dai vertici di Arga Campania, Geppina Landolfo, Antonella Monaco e Gianpaolo Necco, e dal presidente dell’Istituto di Cultura Meridionale, Gennaro Famiglietti. Tra la platea anche il giornalista Emilio Fede.

Di seguito i vincitori, suddivisi nelle categorie “carta stampata”, “radio-televisione”, “internet e foto/video reportage”:

PREMIO (CARTA STAMPATA): ex aequo “Eroina? Meglio il provolone ”di Maria Elefante (Famiglia Cristiana); “Napoli, per lo smog livelli da primato: stop alle auto inutile” di Antonio Folle (Roma). Menzione speciale a “Porte aperte, ecco il depuratore di Gradelle” di Antonino Siniscalchi (Il Mattino); “Sant’Antuono, benvenuto Carnevale” di Claudia Bonasi (il Mattino).

PREMIO (RADIO-TELEVISIONE): ex aequo “Piano di evacuazione, rischio Vesuvio” di Roberto D’Antonio (La7); “Un bivio per via Krupp” di Daniele Morgera (Rai). Menzione speciale a “Aira alla Commissione Ecomafie: fermate i demolitori disonesti” di Monica D’Ambrosio (Ricicla Tv); “Con i carabinieri forestali a cavallo sullo scenario lunare del Vesuvio dopo i roghi” di Nello Fontanella (Il Mattino Tv).

PREMIO (INTERNET E FOTO/VIDEO REPORTAGE): ex aequo “Incendi, i rifugiati sentinelle sul Vesuvio” di Carmine Alboretti (Paginevesuviane.it); “Pozzuoli, veleni e camorra: così muore la Foresta di Cuma” di Gennaro Del Giudice (Cronacaflegrea.it). Menzione speciale a “Così lo Stato è stato truffato con le ecoballe” di Agata Marianna Giannino (ilGiornale.it); “Non è soltanto “Pummarola” di Giuseppe De Silva (Kompetere Journal); “Una notte con “agenti sentinella” nelle discariche abusive di Giugliano” di Maria Rosaria Ferrara (TeleclubItalia.it).

Il premio è indetto dall’Ordine dei Giornalisti della Campania, dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania, dal quotidiano “Roma” e dall’Arga Campania.