Anche Papa Francesco si dimetterà?

L'indiscrezione è ritenuta plausibile da una persona molto vicina a Papa Francesco

Le dimissioni di Benedetto XVI colsero tutti di sorpresa, suscitando grande clamore in tutto il mondo. E se Papa Francesco decidesse di uscire di scena proprio come fece il suo predecessore? Sembra un'ipotesi assurda e per certi versi impensabile eppure, dopo la svolta epocale di Ratzinger, tutto è possibile.

Come scrive Affaritaliani una persona che conosce bene Bergoglio, Guillermo Marcò, suo ex portavoce quando era arcivescovo di Buenos Aires, sottolinea che "dopo il gesto di Benedetto non sembrerebbe strano che Francesco rinunciasse, dopo aver fatto quello che pensava di dover fare e se sente che la sua forza si sta indebolendo". Marcò lo ha spiegato nel corso di un'intervista radiofonica. Che un Pontefice "possa dimettersi, come fanno i vescovi, sarebbe positivo, perché permetterebbe di nominare successivamente gente più giovane". Ovviamente bisognerebbe capire quanto queste nuove dimissioni potrebbero destabilizzare, o meno, la Chiesa.

Ma c'è anche un'altra persona che è dello stesso avviso di Marcò. E' una giornalista francese, Caroline Pigozzi, che con il gesuita Henri Madelin ha firmato il libro "Ainsi fait-il", un volume sulla figura di Francesco. In un'intervista a Infobae la scrittrice osserva che bisogna tenere conto anche della tradizione della Compagnia di Gesù: "Credo che Francesco abbia una visione tutta sua del potere, una visione gesuita e personale. E' arrivato tardi, ha una missione da compiere e sa quello che fa".  E aggiunge che "il giorno che sente che non può andare oltre, che le forze lo stanno abbandonando, potrebbe andarsene, come ha fatto il suo predecessore". Secondo la Pigozzi questa potrebbe diventare "una nuova regola nel Vaticano", perché se Francesco si dimettesse anche lui creerebbe "in questo modo un fatto storico, che entrerebbe a far parte della consuetudine nel Vaticano". Fantapolitica religiosa? Può essere. Ma i cattolici - e non solo loro - cominciano a chiedersi con una certa apprensione se, dopo Ratzinger, un altro Papa lascerà volontariamente il Soglio di Pietro.

Commenti

Massimo Bocci

Lun, 02/12/2013 - 17:59

SPERIAMO!!!! Sia vero!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 02/12/2013 - 18:01

Forse è giunta l'ora del papa nero ??

Nonmimandanessuno

Lun, 02/12/2013 - 18:12

@gianniverde: ci mancherebbe anche questo, così tutti gli africani si trasferirebbero da noi. Basta e avanza la Kienge.

scipione

Lun, 02/12/2013 - 18:22

Grazie a Dio.Ci mancava un Papa comunista.

giottin

Lun, 02/12/2013 - 18:23

Speriamo solo che non faccia come il vostro re dei barboni!!!!

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 02/12/2013 - 18:27

Non sarebbe da lui. Lo vedo determinato a perseguire l'obiettivo di una Chiesa diversa. Se dovesse farlo allora si potrebbe asserire che siamo al cospetto di una Chiesa irriducibilmente destinata al declino.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Lun, 02/12/2013 - 18:42

Bisogna tener presente che il Papa buono, povero, compassionevole, ecc ecc, cioè con tutte le qualità per cui ogni giorno gli viene suonata la grancassa, risponde ad una esigenza molto precisa: tenere le pecore dentro al recinto. Mi spiego meglio. L’idea di una vita ultraterrena in cui i deboli/buoni sono premiati e i forti/cattivi sono puniti ha un doppio scopo: consolare i perseguitati e spianare la strada ai persecutori. Non è difficile capire quanto questo sia necessario in un periodo in cui gran parte delle persone è immersa o si avvia alla disperazione. È questa la ragione per cui è stato eletto Bergoglio e non qualcun altro. Nella vita ben poche cose avvengono per caso, nessuna in politica. Quindi non si dimetterà. Svolgerà il compito che gli è stato affidato, che nulla ha a che vedere con la religione, ma molto con la politica nel senso più deteriore del termine, che si sintetizza in una semplice formula: “LE PECORE DEVONO RESTARE CHIUSE NEL RECINTO”

Silvano Tognacci

Lun, 02/12/2013 - 19:22

Fosse vero !

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Lun, 02/12/2013 - 19:28

Se si dovesse seguire la vicenda di Cristo, che, come tradizione, morì a 33 anni (ma sembra ormai sicuro fossero di più) allora un 'Capo' della Chiesa potrebbe essere giovane e, magari, avere un incarico 'a tempo'. Ma, quando, inevitabilmente, si dovesse creare un 'affollamento' di ex-papi, non solo tale figura perderà 'sacralità', ma potrebbe crearsi una 'corrente di pensiero' di tradizionalismi e progressismi che farebbero capo, autorevolmente, a papi ancora vivi! Insomma, una deriva 'parlamentare' e 'rappresentativa' che mal di accorda con la tradizionale unità della Chiesa. Unità che ha permesso la sua sopvravvivenza per duemila anni!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 02/12/2013 - 19:33

Povera Chiesa in povero Stato. - I Papi, quando saranno stanchi, quando penseranno di non farcela più, quando riterranno più opportuno daranno le dimissioni, come qualunque salariato mortale. Bene per le dimissioni. Ma per le assunzioni a Papa, basterà un bel curriculum? E quanti saranno i candidati per un solo posto? Ma dai, ma come si fa a pensare che le dimissioni potrebbero diventare una consuetudine? Per fare un Papa si scomoda la terza persona della Santissima Trinità(almeno così dicono proprio loro), Dio in persona, e il Papa si dimette! Roba da matti, anche solo pensarla. Significa dire, caro Dio ti sei sbagliato. Gesù, sulla Croce: Padre se possibile allontana da me questo calice, ma sia fatta la tua e non la mia volontà. Fare la volontà di Dio. Ma cosa succede, i primi a non credere in Dio sono proprio i Papi? E questi pseudo-teologi dietro che spingono, cosa vogliono? Distruggere definitivamente la Chiesa? Purtroppo con l'aiuto di Papa Francesco se insistono ce la fanno. Detto questo, speriamo che Papa Francesco se deve dimettersi lo faccia al più presto. Povera Chiesa in povero Stato!!!!!!!!!

Tobi

Lun, 02/12/2013 - 19:46

non ci vedo nulla di nuovo in quest'articolo. Quella delle dimissioni di Papa Francesco è solo un'ipotesi. E in ogni caso neanche le dimissioni di Papa Benedetto XVI sono state una novità. Prima di lui si era dimesso Pietro da Morrone (Celestino V, che poi fu fatto Santo) e mi pare che anche un altro Papa si dimise (non ricordo quale).

Alessio2012

Lun, 02/12/2013 - 20:04

Dopo che è andato a benedire i clandestini, pur sapendo della tragedia di Kabobo, ha perso ogni grammo di credibilità.

Silvio B Parodi

Lun, 02/12/2013 - 20:04

se si dimette, per me e' che *Lo fanno dimettere* perche' sta scoprendo gli altarini nel vaticano e non sono altarini, ma scheletri, e questo non glielo permetteranno.

aredo

Lun, 02/12/2013 - 20:31

Forse dopo questo pericoloso ateo pagliaccio comunista se se ne va potrebbero mettere qualcuno un pò decente e non di sinistra.

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Lun, 02/12/2013 - 20:35

Pensa alla salute, nulla di nuovo sotto il sole! Papa Luciani (in arte Giovanni Paolo ) che voleva essere troppo innovatore come quello adesso felicemente regnante dovrebbe insegnare! NON è Lui che comanda, ma la Banda Fratelli Bunot dello IOR. Francesco è troppo intelligente per non averlo ancora capito. Adelante Francisco, con juicio! lo diceva già Manzoni oltre cento anni fa!

Maria Rosa

Lun, 02/12/2013 - 20:41

sono confusa ,ma papa Francesco, il cui nome mi aveva aperto l'anima, è una delusione

Maria Rosa

Lun, 02/12/2013 - 20:41

sono confusa ,ma papa Francesco, il cui nome mi aveva aperto l'anima, è una delusione

Pazz84

Lun, 02/12/2013 - 20:49

Tutta l'autorevolezza de il Giornale in questo tripudio di cretinate. Per non parlare della sequela di scemenze dei boccaloni che commentano cascandoci in pieno. Ricorda le sconvolgenti rivelazioni di poco tempo fa su complotti per assassinare Ratzinger, o le veline su Dino Boffo....

Ritratto di Piergiorgio Gelli

Piergiorgio Gelli

Lun, 02/12/2013 - 21:53

Cristo e' morto giovane dopo aver lottato a prezzo della vita per ripristinare l'ordine del Padre suo. Il mio pensiero e' che anche il Papa deve agire con coraggio e lottare assiduamente a prezzo della propria vita per riaffermare l'ordine del Padre. Le dimissioni sono un fallimento di questa missione.

flashpaul

Lun, 02/12/2013 - 21:56

Gli Imam dei musulmani rimangono e sono sempre più feroci con i cristiani mentre i Papi scappano. Già lui non ha più credibilità dopo la benedizione ai clandestini che vengono a spadroneggiare in Italia e dopo aver dichiarato che i musulmani sono nostri fratelli, ma spero che non sia vera la notizia perché sarebbe un atto di grave e irreparabile debolezza.

francoborri

Lun, 02/12/2013 - 23:28

Ormai il suo compito lo ha svolto. Luteranizzare la Santa Chiesa e ridurre la funzione del Romano Pontefice a semplice vescovo, magari primus inter pares. Cioe' mettere la parola FINE al Cattolicesimo. E' infatti vero che secondo la nota profezia gli spetta il titolo di Pietro Romano, ultimo papa.

lucianissimo

Lun, 02/12/2013 - 23:43

Che delusione! Parla e agisce come un dimesso prevosto di campagna, infarcito di ovvietà e demagogia, ma i disastri che combina (messa x i "migranti" et similia), quelli sì sono di calibro papale. Dice di accogliere i clandestini, ma in Vaticano non ne entra manco uno. Crede di essere vicino alle gente, andando a dare 200 euro a qualche povero, ma si rende semplicemente ridicolo. Che sia davvero questo, l'ultimo papa di cui scriveva Malachìa? Che differenza abissale con i suoi due predecessori!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 03/12/2013 - 04:54

papi che si dimettono: la chiesa è finita. Sono solo dei servi dei massoni ormai

bastardo

Mar, 03/12/2013 - 06:28

INFEDELI SEGUITE IL PROFETA!!!PENDETE DAL SUO VERBO!!!SEGUITE LA SUA IDEOLOGIA!!!PAGHERETE ANCORA DI PIU'INFEDELI!!!SIA FATTA LA VOLONTA.DEL PROFETA!!!PROSTRATEVIE SEGITE LA SUA DOTTRINA!!!!IL GRANDE SATANA E'STATO AVVERTITO!!!LA SERPE A STELLE E STRISCE PAGHERA'ANCORA DI PIU'!!!MOLTI ALTRI CANI INFEDELI SEGUIRANNO QUESTI!!!

ben39

Mar, 03/12/2013 - 08:14

Sono speculazioni della solita macchina del fango... Io dico W Papa Francesco!

gesmund@

Mar, 03/12/2013 - 08:30

E' come nell' impero romano dove, prima della caduta, si succedevano imperatori ogni mese o quasi. In realtà l'impero aveva esaurito il suo ruolo, ma non il papato che è sopravvissuto fino ai giorni nostri. GP2 è stato il Valentiniano III, che ha regnato una trentina d'anni: chi sarà il Romolo Augustolo?

Ritratto di kanamara

kanamara

Mar, 03/12/2013 - 11:46

Non sarebbe un segno di debolezza; ma di onestà spirituale (perchè h dichiarato che l'hanno eletto ma lui non voleva essere eletto)... comunque, vorrei ricordare a Papa Francesco I/II che adesso che in Nigeria gli slamici stanno iniziando a seguire la Sharia corretta (ad esempio proibendo l'alcol agli ipocriti Nigeriani) il suo pontificato potrebbe essere in discesa e se si dimettesse, il suo successore ne raccoglierebbe i frutti che sia lui sia Benedetto XVI hanno seminato (e nella Storia rimarrebbe il nome del prossimo Papa e nonil loro)... Per il discorso dei Fantasmi presenti in Vaticano, che impediscono a Bergoglio di dormire da solo, in Varticano: purtroppo quello è un problema di molte altre persone, nel Mondo!!

Ritratto di kanamara

kanamara

Mar, 03/12/2013 - 11:46

Non sarebbe un segno di debolezza; ma di onestà spirituale (perchè h dichiarato che l'hanno eletto ma lui non voleva essere eletto)... comunque, vorrei ricordare a Papa Francesco I/II che adesso che in Nigeria gli slamici stanno iniziando a seguire la Sharia corretta (ad esempio proibendo l'alcol agli ipocriti Nigeriani) il suo pontificato potrebbe essere in discesa e se si dimettesse, il suo successore ne raccoglierebbe i frutti che sia lui sia Benedetto XVI hanno seminato (e nella Storia rimarrebbe il nome del prossimo Papa e nonil loro)... Per il discorso dei Fantasmi presenti in Vaticano, che impediscono a Bergoglio di dormire da solo, in Varticano: purtroppo quello è un problema di molte altre persone, nel Mondo!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 03/12/2013 - 16:15

L'unico regno dove non si abdica è quello di Elisabetta di Windsor, papessa anglicana. Da papa Luciani in poi sono tornati di moda i famosi "scherzi da prete", e la diversificazione degli "investimenti" è solo per la suddivisione del rischio del potere. "Carlo non farlo", nel senso dello scherzo da prete.