Ancora giallo sulla morte del nipote di Massimo Ranieri

Il medico patologo, incaricato dalla procura di Pesaro, non ha trovato elementi evidenti che possano spiegare l'improvviso decesso dell'uomo

Non è bastata l'autopsia sul corpo di Andrea Nava, 33 anni, nipote del cantante Massimo Ranieri trovato morto in casa a Pesaro, per stabilire le cause del decesso. Il medico patologo, incaricato dalla procura della Repubblica di Pesaro, non ha trovato elementi evidenti che possano spiegare l'improvviso decesso dell'uomo, pur escludendo violenze o colpe di altri. Si è riservato 60 giorni di tempo per le conclusioni definitive.

Andrea Nava è stato trovato senza vita dal padre Fabio, ex imprenditore del mobile, nella serata di domenica scorsa. Il 33enne era disteso sul letto, e la morte potrebbe averlo colto nel sonno. Un decesso che secondo i medici risaliva ad almeno dieci ore prima. Intanto, i funerali sono stati fissati per giovedì pomeriggio. L'uomo lascia i genitori (la madre è la sorella dell'artista) e due fratelli gemelli più piccoli.