Ora il Pd difende il suo sindaco ma si dimentica dei bimbi abusati

Il Pd esprime vicinanza al sindaco di Bibbiano Andrea Carletti. Ma si dimentica delle presunte vittime delle onlus

Il Partito democratico si schiera a difesa di Andrea Carletti, il sindaco (dem) finito al centro dell'inchiesta "Angeli e demoni" che attualmente si trova ancora agli arresti domiciliari e che, recentemente, è stato difeso dal circolo del Pd di Bibbiano che con un lungo comunicato stampa su Facebook.

La lettera - pubblicata e firmata da Stefano Marazzi, in qualità di segretario del sindaco e sostenuta da "tutta la comunità del Pd" - è un chiaro atto di vicinanza e di solidarietà verso un primo cittadino che, secondo quanto riportato dalle carte - sarebbe implicato nella terribile inchiesta che ha scosso non solo Bibbiano, ma tutta l'Italia. Per i suoi compagni di partito, Carletti sarebbe una persona "sensibile e determinata" che "ha sempre sostenuto chi nutriva paure e timori in nome di quei principi fondamentali per lui irrinunciabili".

I tesserati del Pd si augurano "che venga fatta chiarezza al più presto" e proseguono mostrando tutta la loro vicinanza a Carletti e alla sua famiglia, "sicuramente duramente colpita da questi accadimenti". E aggiungono: "La certezza che questa vicenda si concluderà positivamente quanto prima con l'accertamento della sua totale estraneità". Per loro Carletti è innocente, senza se e senza ma. Comprensibilmente, dato che in Italia vige la presunzione di innocenza.

Tuttavia colpisce che nel documento redatto dal Partito democratico non ci sia un pensiero, anche minimo, alle sofferenze che genitori, bambini e intere famiglie hanno dovuto sopportare in tutti questi anni. Ma c'è di più: nel testo si accenna solamente ad una semplice "vicenda giudiziaria" su cui i magistrati dovranno fare chiarezza. Nessuna parola di vicinanza per le famiglie vittime di raggiri e prepotenze, ingiustamente accusate e private dei propri figli per colpa di un meccanismo di cui Carletti avrebbe fatto parte, anche solo incidentalmente e forse a sua insaputa. Un meccanismo che consentiva, però, all’intera organizzazione di lucrare sulla pelle dei bambini. Di fare cassa.

Ma il Pd non è il solo a esprimere vicinanza all'indagato. Ad esso si aggiunge anche il Comitato direttivo della Sezione Anpi di Bibbiano che, "sollecitato anche da numerosi iscritti" - come si legge nel comunicato - "ha deciso di esprimere e rendere pubblica la propria solidarietà al sindaco Andrea Carletti in questo momento difficile per lui e per la comunità".

Un sostegno che, sottolineano, "deriva da anni di collaborazione (…) avendo sempre visto e apprezzato il suo impegno, in particolare verso la scuola e i giovani, nell'affermare e diffondere i valori della legalità e per non dimenticare”.

Poche invece, ancora una volta, le parole dedicate alle vittime del sistema di affidi illeciti: "Siamo i primi ad esprimere solidarietà ai minori e alle famiglie coinvolte" - afferma l’Anpi di Bibbiano - che subito dopo torna a dare supporto al sindaco dem: "Siamo fiduciosi che in tempi rapidi al nostro Sindaco verrà riconosciuto di aver sempre svolto la sua attività di amministratore pubblico con disciplina ed onore".

Su ciò che dovrà essere riconosciuto invece ai genitori ai quali hanno tolto i piccoli, sulla speranza che vanga fatta giustizia per le vere vittime di questa atroce storia, anche l’Anpi non si esprime. Tace.

Eppure, sul sito ufficiale dell’associazione non manca l’attenzione ai bambini. Queste le parole di uno degli appelli pubblicati sul web: “Vogliamo un’Europa contraria a qualsiasi forma di discriminazione, che garantisca asilo ai rifugiati ed il rispetto dei diritti di tutti, in particolare delle donne e dei fanciulli”. Insomma, per l’Anpi prima i bambini, ma in questo caso sembrano esserseli dimenticati.

Anche il garante regionale dell’Emilia-Romagna per l’infanzia e l’adolescenza Maria Clede Garavini interviene sulla questione e attacca i media impegnati nell’inchiesta: la "semplificazione dei fatti, non approfonditi né contestualizzati, specie in una materia di grandissima complessità e delicatezza la cui trattazione richiederebbe un elevato livello di specializzazione". E questa volta il pensiero è volto verso gli assistenti sociali. Il ritratto dei servizi della Val d’Enza, “così come continua ad essere rappresentato dai media in questi giorni”, impone per Maria Clede Garavini “di fornire ulteriori precisazioni per evitare il diffondersi della sfiducia nei confronti dell’operato di tutti i servizi sociali e sanitari”.

Garavini sottolinea in primo luogo che “i servizi sociali da tempo sono impegnati a tutelare e curare bambini e adolescenti al fine di favorire le condizioni necessarie al loro benessere e alla loro salute”, lavorando “con diverse istituzioni nonché’ svariati soggetti, pubblici e privati, in un’ottica di lavoro multidisciplinare e di corresponsabilità in attuazione delle norme e delle disposizioni vigenti”.

Enti che, però, in nome di questa collaborazione hanno creato un business di migliaia di euro a discapito della tanto decantata “tutela dei minori”.

Commenti

Giorgio5819

Dom, 07/07/2019 - 09:29

La sporcizia comunista al proscenio.

valerie1972

Dom, 07/07/2019 - 09:50

Il mondo carnevalizzato dei malati di mente rosso-arcobaleno; si inginocchiano di fronte ai negrieri e li chiamano diritti umanitari, fanno a pezzi la testa di bambini di ogni età e li chiamano diritti civili, perseguitano ogni libertà di espressione e di pensiero e lo chiamano antifascismo.

vince50

Dom, 07/07/2019 - 10:02

Ci si continua a stupirsi per questo e molto molto altro ancora??.Allora si è messi proprio male.La loro sporcizia è la somma del pattume di chi continua ancora a farli sopravvivere e fare danni.

steacanessa

Dom, 07/07/2019 - 10:03

Nulla di nuovo sottosegretario il sole. Soccorso rosso sempre presente. Sono sempre comunisti rovina del mondo e d’Italia in particolare. Ma non provano neanche un po’ di vergogna gli ex dc confluiti nell’immondo pd?

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Dom, 07/07/2019 - 10:23

Vedete caro Direttore, il problema è radicale. A sinistra c’è l’idea che i bambini siano dello Stato che se ne fa garante, anche togliendoli ai genitori se questi non rispondono ai loro ordini: il primo abolire il concetto di autorità (ovviamente il padre) perchè si possa creare la loro tanto agognata società liquida. Non ci sono nuclei protetti e luoghi sicuri degli affetti. E’ l’individualismo all’iperbole per confezionare la solitudine assoluta e la massa di schiavi a loro servizio.

jaguar

Dom, 07/07/2019 - 10:27

Nel limite del possibile un partito difende i suoi eletti, staremo a vedere se la magistratura riuscirà a fare chiarezza o no. La cosa grave è che nel documento non c'è il minimo accenno alle vittime e alle loro famiglie.

aswini

Dom, 07/07/2019 - 10:39

nel secolo scorso si diceva che i comunisti mangiavano i bambini, sembra sia vero, che gliene frega a loro di famciulli e famiglie rovinate

killkoms

Dom, 07/07/2019 - 10:45

garantisti a corrente alternata!

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Dom, 07/07/2019 - 10:51

Ricordiamoci che nella versione originaria della legge Cirinna' c'era il tentativo (poi cassato, per paura che fosse troppo persino per gli obbedienti "utili idioti" cattolici nelle file PD) di ridurre "l'eta' del consenso" per i rapporti sessuali a 12 anni, di modo da mettere al sicuro i cultori del progressismo in salsa Satyricon da problemi legali che potessero essere loro causati dai genitori furibondi di qualche povero Gitone.

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Dom, 07/07/2019 - 11:19

Fossi nei panni del sindaco PD, leggendo che il partito vuole "essere vicino alla sua famiglia" io comincerei a preoccuparmi.

Mannik

Dom, 07/07/2019 - 11:38

Tosi, ma la lettera l'ha letta sul serio? Non mi pare...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 07/07/2019 - 11:52

I sinistri sono ormai talmente schifosi che per loro queste porcherie sono diventate la normalità. Sempre mi chiedo chi sono quei balordi che ancora li votano e non sono pochi, sono il 22% tutti fiancheggiatori di delinquenti o privi di cervello. Ma che schifo.

Ritratto di marione1944

marione1944

Dom, 07/07/2019 - 12:30

La sinistra e l'ampi? La feccia italiana.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 07/07/2019 - 12:49

oh il famoso modello ideologico della sinistra! sono sempre stati cosi, questi comunisti ! il bello è che ancora oggi i babbei comunisti grulli e legaioli ci cascano e ricascano sempre, portando disastri e rovine permanenti! e non hanno neanche il senso del pudore quando criticano berlusconi! è come se un peccatore dica a Gesù di pentirsi..... :-) certo, qualcosa non va a sinistra !!!

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 07/07/2019 - 13:26

Solo nella sinistra e nel PD si possono trovare personaggi da vomito come questi

carlottacharlie

Dom, 07/07/2019 - 13:47

Si dimentica? Suvvia, non capire che loro sapevano perfettamente quali manovre criminali e schifose venivano messe in atto da anni in quel covo PD che non è l'unico. Bisognerebbe cominciare avvertire che andare dagli assistenti sociali mai ha risolto alcunchè per chi ha voluto usufruirne. Fin dalla loro nascita tali consultori o assistenti sociali o case famiglia targati comunismo dimostrano d'essere covo di bestie e nel mio piccolo ho sempre avvertito di non andare mai dai comunisti a chiedere aiuto. Specialmente se sei bianco e non mafioso. Lucrano su tutto quelli di sinistra, sulla pelle degli esseri umani, sulla pelle dei bambini, grattano di qui e di là: non possono farne a meno già che sono privi di morale e vedono solo il guadagno. Il degrado morale del paese lo si deve principalmente ai comunisti, gli inganni per rubare allo stato li si devono ai comunisti, in ogni nefandezza la loro longa manus è presente, sono maestri in tali bassezze, immorali sempre.

pastello

Dom, 07/07/2019 - 15:48

L'anpi ha dimenticato di dirci quanti contributi prende dalle amministrazioni pubbliche. In parole povere dai nostri portafogli

Giorgio Rubiu

Dom, 07/07/2019 - 16:01

Difendere l'indifendibile. Dopo tutto è solo un "compagno che ha sbagliato", come da passate esperienze ben sappiamo.

d'annunzianof

Dom, 07/07/2019 - 16:59

E c'e` ancora un Italiano su quattro che questo vomoto se lo beve

Anonimo (non verificato)

Ritratto di primulanonrossa

Anonimo (non verificato)

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 07/07/2019 - 18:50

Parte 2) ^(*@*)^ nelle regioni rosse terremotate non hanno fatto nulla, PAZIENZA, tutto quello che toccano diventa mxxxa , PAZIENZA , ecc..ecc..ecc.. Ma nemmeno con la mia convinzione ferrea e consolidata nel pensare per loro il peggio possibile avrei mai potuto immaginare che arrivassero a tanto con dei poveri bambini disagiati ed indifesi, ora addirittura difendere gli aguzzini !! poter arrivare a questo luridume da fare vomitare vermi e scarafaggi , livelli così infimi pensavo nemmeno potessero esistere. Maledetti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 07/07/2019 - 21:19

Solito soccorso rosso per chi delinque.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 07/07/2019 - 23:52

Parte 1) ^(*@*)^ Come dico da una vita la regola aurea è: quando si parla di comunistoidi bisogna sempre pensare al peggio del peggio possibile ed immaginabile perché alla fine dei conti sarà sempre ancora PEGGIO.. Hanno rovinato centinaia di migliaia di persone con le loro banche comunistarde PAZIENZA, fanno concorrenza sleale con le loro cooperative, PAZIENZA, hanno messo le mani su tutto ma proprio tutto ,PAZIENZA, quando c’era la cortina di ferro plaudivano i missili nucleari s.s. 20 puntati contro l’Italia,PAZIENZA, il pci nel 1945 voleva ci invadessero i russi, PAZIENZA,

apostrofo

Lun, 08/07/2019 - 01:19

Che solidarietà ! Che nobiltà di sentimenti ! Prima i tutto il partito !Ce lo ha insegnato il PCUS sovietico, quello che regnava sul paradiso dei lavoratori ...