Anziano si invaghisce della badante della moglie e la perseguita

L'uomo era già stato condannato l'anno scorso dal Tribunale di primo grado e adesso si è visto sconfitto anche in Appello, condannato per stalking ad un anno di carcere ed al pagamento di 15mila euro a mò di risarcimento danni alla sua vittima

Alla veneranda età di 84 anni si è era invaghito della badante rumena della moglie, di 40 anni più giovane, al punto da inziare a perseguitarla per un lasso di tempo di 4 anni. L'anziano, oggi 91enne, è stato condannato per stalking dal Tribunale d'Appello ad un anno di reclusione nonchè al pagamento della cifra di 15mila euro da corrispondere a mò di risarcimento danni alla sua vittima. Lo racconta il quotidiano regionale La Sicilia.

La vicenda, accaduta a Castelvetrano (Trapani), ha fatto venire a galla i particolari dello stalking messo in atto dall'anziano nel periodo 2011-2014. L'uomo in questo arco temporale avrebbe molestato in modo asfissiante la romena, con continue dichiarazioni d'amore e proposte di intraprendere una relazione sentimentale, tutte sempre categoricamente rifiutate dalla badante. Nel marzo del 2014, l'uomo sarebbe addirittura arrivato a minacciare la donna con un coltello.

Queste condotte illecite erano state pienamente colte dal Tribunale di Marsala, che lo scorso anno aveva già condannato l'anziano riconoscendo anche il danno causato alla sua vittima: ieri è arrivata anche la condanna in Appello, per aver il 91enne "cagionato con condotte reiterate di minaccia e molestia nei confronti della badante un perdurante e grave stato di ansia e paura ovvero di fondato timore per l’incolumità propria".