Gli aperitivi salutari fra ceci e sangria

Si fa presto a dire «aperitivo salutare». La pizzetta lo è? E il cocktail alcolico? E la frutta? Se volete gustare un vero aperitivo della salute e scambiare due parole con nutrizionisti che vi spieghino quali alimenti sono sani e quali no, sappiate che il posto c'è. E in occasione di Expo è aperto a tutti. È Cascina Rosa in via Vanzetti 5 a Milano, il campus dell'Istituto dei tumori. Qui la cucina, con orto annesso, funziona per insegnare a chi ha avuto un tumore a mangiare come si deve. Troverete bevande non alcoliche ma una sangria che non ha nulla da invidiare a quella originale. «La prepariamo con succo d'uva, naturalmente dolce e frutta fresca, lasciata macerare - ci spiega Anna Villarini, biologa, nutrizionista e autrice di diversi libri sull'alimentazione - poi prepariamo pizze e focacce con farine integrali o semi integrali. Senza salumi e formaggi ma con verdure di stagione. Dalle zucchine, al pomodoro, dalle melanzane alle cipolle».

Non crediate che sano sia sinonimo di triste. Sui tavoli trovere humus e frittelle di ceci, anelli di calamari cotti al forno e insaporiti in vino e spezie, piatti freddi realizzati con farro, cus cus, riso basmati, insalate, crostini. Patè di melanzane o di lenticchie. E poi le bevande, fresche a base di menta, basilico e ghiaccio, tisane e thè aromatizzati, succhi di limone, cedro e zenzero, succhi di carote e cetrioli.Un'opportunità per assaggiare piatti gustosi e imparare come certi nutrienti interferiscono con il nostro Dna e ci aiutano a stare meglio. Ecco le date, a maggio fino al 29; a giugno dal 12 al 26; a luglio dal 10 al 24; a settembre dall'11 al 25; a ottobre dal 9 al 23. Per più di quattro persone occorre prenotare: 02-6470452. Saranno sempre presenti le nutrizioniste Eleonora Bruno e Giuliana Gargano,l'epidemiologo Franco Berrino. L'iniziativa è stata possibile grazie alla onlus Salute Donna (è gradita un'offerta di 8 euro) e all'impegno della presidente Anna Mancuso.