Un appello per ritrovare la nostra Italia

Come ripartire nonostante il crescente impoverimento della popolazione e la spoliazione della democrazia sostanziale

Lancio un appello a tutti gli italiani che non si rassegnano al crescente impoverimento della popolazione, alla condanna a morte delle micro e piccole imprese, alla sopraffazione della grande finanza speculativa globalizzata, alla spoliazione della democrazia sostanziale raggirando la volontà popolare, al discredito delle istituzioni dello Stato, allo scardinamento della famiglia naturale, al tracollo demografico, all'emigrazione forzosa dei nostri giovani, all'autoinvasione di clandestini, alla perdita della sovranità nazionale, al dissolvimento delle identiche localistiche, alla resa al terrorismo islamico dei tagliagole e dei taglialingue, alla diffusione della paura tra i cittadini per l'inadeguatezza delle forze dell'ordine e delle forze armate, al declino della nostra civiltà per il venir meno della certezza delle nostre radici, fede, valori, identità, regole e leggi.

Lancio un appello per promuovere nel 2017 una rivoluzione culturale che consenta agli italiani di convergere sui fatti oggettivi che connotano la nostra realtà, sui fondamentali che sostanziano la nostra civiltà, sulle opere da intraprendere per rigenerare la vita, riscattare l'etica del sano amor proprio, consolidare la cultura dei doveri e della responsabilità, rilanciare lo sviluppo, garantire la sicurezza per essere pienamente noi stessi dentro casa nostra.

Lancio un appello a creare il fronte più ampio possibile che persegua i seguenti obiettivi.

- Riscattare la sovranità nazionale, a partire dalla sovranità monetaria e legislativa.

- Concepire la crescita della natalità degli italiani come la principale emergenza nazionale sostenendo le famiglie, le madri e i giovani italiani.

- Finanziamento pubblico di progetti in grado di valorizzare il nostro ineguagliabile patrimonio ambientale, culturale e umano, quale la messa in sicurezza del territorio nazionale, l'autonomia energetica, l'autosufficienza alimentare, la rinascita artistica.

- Porre fine all'autoinvasione di clandestini chiudendo le frontiere e aiutandoli a vivere dignitosamente a casa loro.

- Mettere fuorilegge l'islam perché è incompatibile con la nostra Costituzione, il nostro stato di diritto e la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo; sconfiggere il terrorismo islamico dentro e di fronte a casa nostra; vincolare la convivenza con i musulmani dentro casa nostra al rispetto delle nostre leggi, regole e valori.

Lancio un appello per cogliere l'opportunità storica della vittoria di Trump, della Brexit, del «no» in Italia e, in parallelo, della sconfitta dei potentati finanziari, del globalismo, dei partiti e dell'apparato mediatico tradizionali, per rimettere al centro lo Stato nazionale, il localismo, l'economia reale, la qualità della vita, la democrazia fondata sul vincolo fiduciario tra l'elettore e l'eletto.

Lancio un appello affinché si agisca subito. Siamo tutti sulla stessa barca. Il 2017 è uno spartiacque: o ci salviamo o non ci saremo più come Stato nazionale, nazione italiana, civiltà laica e liberale dalle radici greco-romane, ebraico-cristiane, umanistico-illuministiche.

magdicristianoallam.it

Commenti
Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Lun, 02/01/2017 - 15:00

io invece ho trovato dei comunisti al governo e alla presidenza della nazione.

km_fbi

Lun, 02/01/2017 - 15:26

L'appello di Magdi Cristiano Allam è condivisibile da una grande maggioranza di italiani, che come lui sanno che occorre ripartire dalla famiglia, unico pilastro solido su cui costruire. Ora occorre dunque unirsi e farsi sentire da coloro che, avendo le mani sui pulsanti di comando, su questi temi continuano a svicolare.

kuksa1407

Lun, 02/01/2017 - 20:53

Brave gueste madri! Da seguire!

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 02/01/2017 - 22:54

Condivido al 100%. Italiani è ora di muoverci in un'unica direzione, riprendiamoci l'Italia e la nostra sovranità.

Una-mattina-mi-...

Lun, 02/01/2017 - 23:05

A' la guerre comme à la guerre

MOSTARDELLIS

Lun, 02/01/2017 - 23:27

Giustissimo. Bravo. E' quello che pensano tutte le personali NORMALI. Purtroppo sia in USA, sia in Europa e sia in Italia, non abbiamo a che fare con governanti normali, ma tutti radical shick e sinistrorsi che non capiscono un tubo della normalità. Sono invasati, involontariamente al servizio del terrorismo senza nemmeno rendersene conto. La prima cosa da fare è mettere fuori legge l'islam, soltanto così si potrebbe cominciare a parlare di normalità.

Tipperary

Lun, 02/01/2017 - 23:40

Cominciamo a essere in tanti , uniamoci . Siamo maggioranza.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 02/01/2017 - 23:50

----caro magdi---non ti rimane che candidarti a sto punto---io direi sotto le insegne della lega---anche se la tua politica è ancora più a destra della lega medesima---e vedere come va a finire---se gli italiani ti appoggiano in massa --magari sarai tu stesso a fare le nuove leggi---ma se floppi però-- ritirati in buon ordine----non puoi scrivere lo stesso articolo migliaia di volte --ti giuro che i concetti che dici sono noti pure ai sassi----hasta

MaxHeiliger

Lun, 02/01/2017 - 23:53

Ci sto. D'accordo al 100% con tutto quello che scrive. Ma che si deve fare ? Dove cominciare ?

mistero4228

Mar, 03/01/2017 - 00:17

Magdi Cristiano Allam è un vero Patriota, riconosce e sostiene i valori della civiltà italiana e il grande senso della Patria. E' un Italiano vero, più di tanti milioni di persone nate in Italia, ed è più Cristiano più di tanti che a parole si definiscono cristiani. Che il 2017 sia un anno di pace e di pane. Sì di pane, frutto del proprio lavoro, poichè col lavoro gli italiani possano realizzare i sogni e una vita dignitosa che oggi a moltissimi è negata. Riprendiamoci la nostra amata Italia. Che si torni a votare e dimenticare gli ultimi 5 anni in cui la politica ha portato la nazione alla deriva (clandestini, cooperative ladre, criminalità, spaccio, prostituzione, riforma fornero, jobs act, città ormai invivibili e preda di delinquenti). Renzi si è autorotamato; è ora di rotamare anche Alfano, Poletti e il governo intero.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 03/01/2017 - 01:15

Magdi presidente del consiglio subito. Ha piu' cervello lui in un mignolo che tutti i pidioti traditori messi insieme.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 03/01/2017 - 02:47

Che belle parole ma soltanto parole .... ma questo programma è del tutto velleitario e irrealizzabile e le sue conseguenze sarebbero devastanti per il nostro Paese che si troverebbe isolato e impoverito con enormi problemi sociali ed economici interni e di relazioni internazionali

Ritratto di Izarbetaurrekoduna

Izarbetaurrekoduna

Mar, 03/01/2017 - 04:39

Questi sono gli ideali di chi potrebbe unire e guidare la destra.

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 03/01/2017 - 05:50

Non penso, che coloro che ci governano SI MERITINO IL PRINCIPESCO, STIPENDIO MENSILE, VISTO LA SITUAZIONE, CHE NON FÀ ALTRO CHE PEGGIORARE??? COME DICE SOPRA IL GIORNALE, NON C`È UNA SOLA ISTITUZIONE CHE FUNZIONA NEL MODO GIUSTO E SONO GIÀ QUATTRO GOVERNI NON VOTATI DALLA POPOLAZIONE CHE STANNO TARTASSANDO LA POPOLAZIONE E LE PICCOLE IMPRESE."""SEMBRA CHE QUESTI DIRIGENTI GOVERNATIVI ABBIANO IL CERVELLO BRUCIATO DA STUPEFASCENTI E NON SOLO, MA SONO TUTTI LADRI E CORROTTI"""!!! LA DISTRUZZIONE DELLA FAMIGLIA, È L`INIZIO DELL`EPOCALISSE, LA FINE DEL TUTTO !!!

quell'io

Mar, 03/01/2017 - 06:24

Appoggio tutto incondizionatamente. Qual'e' la prossima mossa?

edo1969

Mar, 03/01/2017 - 07:24

franco.a.trier_DE te c'hai la fissa dei comunisti sei malato proprio, stai pure in Crante Cermania a farti massacrare Dagli arabo-turchi povero demente

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 03/01/2017 - 07:47

E te pareva: quando scappano i buoi sono capaci tutti di chiudere la stalla ... ovviamente quando nella stalla non ne trovi uno per non rischiare di finire incornato o calpestato.

Mannik

Mar, 03/01/2017 - 08:04

Allam, si legga la Costituzione prima di scrivere fandonie...

Duka

Mar, 03/01/2017 - 08:10

QUESTO E' IL RISULTATO DEI 4 GOVERNI TARGATI NAPOLITANO.

routier

Mar, 03/01/2017 - 12:19

La condivisione a quanto scritto da Magdi Cristiano è facile e giusta. Quello difficile sarà trovare unità di intenti. Ricordiamoci che il popolo italiano è, da sempre, caratterizzato da fazioni l'un contro l'altra armate: Guelfi e Ghibellini, rossi e neri, repubblicani e sudditi del Re, milanisti e interisti, etc etc. Clemens Von Metternich, che di queste cose se ne intendeva parecchio, soleva dire che l'Italia è solo una espressione geografica. Mica aveva torto!