Arrestato in Ungheria il "macellaio" pakistano: ha ucciso 70 persone

Ha ucciso 70 persone su commissione in Pakistan ed era ricercato con un mandato d'arresto internazionale

Una storia macabra, ma dai contorni ancora indefiniti quella di un uomo, soprannominato "il macellaio pakistano", sospettato di essere l'autore di ben "70 omicidi" in Pakistan, che è stato arrestato in Ungheria.

Si trovava insieme a un gruppo di migranti che progettavano di entrare in Austria illegalmente. Lo ha reso noto oggi la polizia ungherese.

L'uomo, 35 anni, di cui sono state rivelate solo le iniziali A.Z., è stato scoperto fra i migranti quando questi ultimi sono stati arrestati ieri a Blackburn, circa 175 chilometri a sud di Budapest, ha spiegato in un comunicato la polizia della Contea di Bac-Kiskun.

"Il Pakistan aveva emesso un mandato di arresto internazionale per omicidio" e secondo quanto riferito dagli investigatori austriaci, è un killer seriale con circa 70 morti sulla coscienza.

Commenti

Euge

Gio, 26/10/2017 - 00:24

secondo la BoldrinA quello del macellaio è un lavoro come un altro, anche lui ha una sua dignità

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Gio, 26/10/2017 - 01:04

Voleva venire in Italia.

Trinky

Gio, 26/10/2017 - 09:33

All'estero certa gente l'arrestano, in Italia lo si manda a divertirsi in altri posti.......

MarcoTor

Gio, 26/10/2017 - 11:55

In Italia gli darebbero la cittadinanza. Grazie Ungheria, Grazie Orban di proteggerci da gente simile

Malacappa

Gio, 26/10/2017 - 13:42

Fatemi capire,dopo li vendeva come carne ammmazzate oh