Arresti tra Napoli, Varese e Bergamo. Salvini: “Ora decreto Sicurezza bis”

Presi sette camorristi del clan Cesarano nel Napoletano e sgominate bande di spacciatori nel nord Italia. La soddisfazione del ministro dell’Interno

Un’operazione brillante quella messa a segno dai carabinieri di Torre Annunziata, nel Napoletano, che ha decapitato il noto clan criminale dei Cesarano, contemporaneamente all’azione della polizia, che ha sgominato bande di spacciatori a Varese e Bergamo. Dopo gli arresti delle forze dell’ordine è intervenuto il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“Bastonato il clan camorrista Cesarano – ha detto il vice premier – e sgominate bande criminali che spacciavano droga a Bergamo e Varese. Grazie a polizia, carabinieri, guardia di finanza e inquirenti. Queste notizie fanno cominciare bene la giornata e ci confermano la professionalità di donne e uomini in divisa. Anche per questo vogliamo approvare il Decreto sicurezza bis, che tra le altre cose punisce più severamente chi aggredisce le forze dell’ordine”.

In particolare, nel Napoletano, i carabinieri sono riusciti arrestare sette esponenti di un feroce clan della camorra, quello dei Cesarano, ritenuti responsabili di estorsione e lesioni personali perpetrate ai danni di imprenditori operanti nel “Mercato dei fiori”, attivo tra i comuni di Castellammare di Stabia e Pompei, la zona florovivaistica più importante del sud Italia.

Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 22/05/2019 - 10:55

buttate la chiave o buttate loro......... a voi la scelta !!

VittorioMar

Mer, 22/05/2019 - 11:58

..sempre ONORE e SOSTEGNO alle nostre FORZE DELL'ORDINE..senza DIRITTI e oltraggiati da tutti compreso ORDINI STATALI !!...OTTIMO LAVORO SALVINI !!!