Arriva la carne sintetica: ecco le "nuove" bistecche create in laboratorio

L’ultima frontiera del cibo? La carne sintetica. La rivoluzione arriva dagli States

Ci mancava solo la carne sintetica: ed eccola servita in tavola. La rivoluzione in cucina arriva da lontano, da oltre Oceano Atlantico.

La carne sintetica è sbarcata negli Stati Uniti dove è arrivato il via libera del dipartimento per l'agricoltura statunitense (Usda) e dell’Fda (Food and Drug Administration) alla vendita di bistecche ottenute a partire da colture cereali. I due enti americani si sono accordati, infatti, su come gestire la produzione del prodotto.

Come ricorda Il Messaggero, Il primo esperimento di hamburger creato in laboratorio risale al 2013, quando il ricercatore olandese Mark Post servì ad alcuni giornalisti un hamburger frutto di due anni di lavoro e la bellezza di 325mila dollari di costo. Una frontiera che ha fatto appetito a numerose società, che hanno investito nel futuristico progetto, prospettando di servire nei piatti la carne sintetica, a partire dal 2020.

Insomma, quello che poteva sembrare fantascienza è ormai realtà.

Commenti

cgf

Lun, 19/11/2018 - 19:11

da culture di cereali anche anche, mai provato la carbonara con la pancetta di soia? molto più leggera! Mi fa specie invece la trombina e il fibrinogeno, prodotti per fare la transglutaminasi. Lascio al lettore scoprire cosa si tratta.