Arriva la stangata sui conti correnti

Lievitano le spese sui conti correnti. Il rincaro è in alcuni casi del 40 per cento. I più cari quelli tradizionali allo sportello

Lievitano le spese sui conti correnti. Secondo un'analisi di sostariffe per laStampa, di fatto il rincaro sui conti è in alcuni casi del 40 per cento. E l'aumento è stato costante in tutti questi ultimi 5 anni con un incremento di circa 36 euro. Gli aumenti sono arrivati soprattutto nell'ultima fase del 2017 e a quanto pare, secondo quanto riportato dalle associazioni dei consumatori, le stangate proseguiranno anche nel 2018. I rincari più consistenti riguardano i conti misti, ovvero quelli che hanno una parte online e un'altra allo sportello. E così di fatto in questa tipologia di conto il rincaro ha toccato i 115 euro con una stangata che fa registrare il +41,12 per cento. Per quanto riguarda invece i conti tradizionali allo sportello si registra un aumento del canone annuo che tocca i 27,47 euro all'anno e il costo delle carte di credito con 37,5 euro all'anno.

E in questo quadro i conti più convenienti sono quelli online. Nonostante si registri anche su questi un aumento consistente restano però più competitivi sul fronte dei costi con un incremento di 15-30 euro rispetto al 2013. Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, prova a spiegare i motivi, a suo dire, del rincaro dei conti correnti:"Le banche stanno scaricando i costi di crisi bancarie e salvataggi vari sui consumatori, aumentando in modo unilaterale le tariffe e introducendo balzelli con conseguenti aggravi di spesa per i clienti". E alle associazioni dei consumatori risponde il presidente dell'Abi, Patuelli: "Dalla percezione che ho io non registro aumenti tanto rilevanti dei costi dei servizi. Però - aggiunge - va anche detto che se luce e gas aumentano in automatico del 5% e le autostrade del 3% non ci si deve sorprendere se poi anche i costi bancari salgono. Un consiglio? Se si vuole pagare poco basta chiedere di attivare un conto di base".

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 15/01/2018 - 10:01

Questo (e altro nel tema) fa comprendere chi comanda sul serio in Italia.

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Lun, 15/01/2018 - 10:07

prima di essere cacciato il PD vi vuole lasciare al popolo italiano un ricordo indelebile.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 15/01/2018 - 10:31

e non solo quello, ma anche se tu acquisti un titolo ti mettono la tassa a prescindere se quando lo vendi ci guadagni o ci perdi. Se guadagni altre tasse. Ogni passaggio di denaro lo Stato preleva una parte, come se tu spostassi un sacco di farina da un contenitore all'altro con un colapasta.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 15/01/2018 - 10:58

grazie tante! ora c'è la legge che obbliga ad avere stipendi accreditati, in omaggio all'odio della sinistra contro l'evasione , tracciabilità dei soldi, come se la sinistra abbia paura di veder spariti i "suoi" soldi che spettano a "noi"....

VittorioMar

Lun, 15/01/2018 - 11:03

..LE BANCHE RIDUCONO SPORTELLI,;BANCOMAT ED IMPIEGATI,CONSENTONO DI GESTIRE E CONTROLLARE IL PROPRIO C/C DAL PROPRIO COMPUTER E MONITOR,RISPARMIANO E...L'AUMENTO NON E'GIUSTIFICATO !!...QUALCUNO CONTROLLA I CONTROLLORI CONTROLLATI ?..C'E' NESSUNO ?? I MINISTRI INTERESSATI SI SONO TUTTI DIMESSI ??...DA CASA SI PUO' FARE TUTTO...MENO VOTARE !!

Mr Blonde

Lun, 15/01/2018 - 12:18

mortimermouse ma non mi dire che esiste qualche pazzo che ti ha assunto come dipendente!

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 15/01/2018 - 13:05

Invece gli stipendi non possono salire perche dicono che in questi anni non c'è stata inflazione....forse solo per le banche.

Ernestinho

Lun, 15/01/2018 - 15:44

Chi ha affermato che le tasse ultimamente sono diminuite? Merita la forca! Anche queste sono tasse, come gli aumenti delle autostrade, delle buste nei supermercati, delle tariffe telefoniche (da settimanali a mensili ma con aumenti) ecc. ecc. ecc. Non vogliamo chiamarle tasse? Sempre aumenti sono! E gli stipendi e le pensioni restano ferme al palo!

effecal

Lun, 15/01/2018 - 16:02

altro regalo dei pdioti ai correntisti bancari, complimenti non hanno sbagliato un colpo.

michettone

Lun, 15/01/2018 - 16:16

E' DI IERI L'ALTRO "L'AVVISO" ALLO STATO ITALIANO DI RESTITUIRE - entro 3 mesi - LE SPETTANZE DAL 2012 TRATTENUTE,AI PENSIONATI,CHE LA CONSULTA AVEVA DECISO DI NON DARE,PER SOPRAVVENUTE "ESIGENZE DELLA FINANZA" ITALIANA (pure questo,era stato un grosso furto ai danni dei pensionati!),così come tutti gli altri,che i sinistrorsi conoscono benissimo. Ultima,ma non l'ultima,l'invenzione di trattenere una perc. mensile nel 2018,in ragione di quanto risultato mediamente l'anno prima sul proprio C/C. Il che tradotto in cifre,significa che chi avesse avuto giacente una somma di 5000 euro,non solo viene tassato dallo Stato per 8,34 euro a trimestre,ma gli viene tolta mensilmente,la somma di 10 euro,dalla sua carissima Banca! Alla faccia di Patuelli e del suo Abi!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 15/01/2018 - 16:34

Mr. Blonde - confermi che sei statale, non puoi essere stato assunto neppure tu dal privato.

jaguar

Lun, 15/01/2018 - 17:24

La stangata fosse solo sui conti correnti, basta guardare le bollette e ci rendiamo conto che di stangate ce ne sono a decine, acqua ,luce, gas, telefono e altro ancora. Noi italiani siamo un popolo perennemente stangato.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 15/01/2018 - 17:45

Ringraziamo i nostri kompagni che ci vogliono un bene dell'anima.

Ettore41

Lun, 15/01/2018 - 18:01

Il Presidente dellAbi Patuelli dovrebbe rispondere a questa semplice domanda: Ma perche' io, residente non in Italia, non pago spese sul mio Cpnto Corrente? Perche' ho Bancomat e Carta di Credito assolutamente gratis nonche' gratuito ed illimitato il numero di transazioni e movimenti? Perche' il Libretto di Assegni non lo pago? Sara' forse perche' la Banca in cui deposito i miei soldi sa che li deve gestire con profitto e non regalarli ad amici degli amici. La Banca non mi sta facendo in favour, sono I risparmiatori che fanno il favour alla Banca

Ernestinho

Lun, 15/01/2018 - 18:11

E chi dobbiamo ringraziare per tutti quei balzelli per accise che si pagano su avvenimenti accaduti 50 anni fa ed anche più? Tipo "diga del Vajont" "Guerre puniche" ecc. Tutti i politicanti, NESSUNO escluso! Nessuno di loro che si batti per eliminarle!

portuense

Lun, 15/01/2018 - 18:22

gli italiani onesti non sono tutelati da nessuno, le banche fanno quello che vogliono

beale

Lun, 15/01/2018 - 21:40

Patuelli, l'ultimo dei........liberali. in una democrazia funzionante, non dovrebbero esserci monopoli. la rete autostradale con quale denaro è stata realizzata? e quella del gas? quanto ha influito sul monopolio bancario l'obbligatorietà del conto corrente? è tempo di nazionalizzazioni

Silvio B Parodi

Lun, 15/01/2018 - 22:45

hanno sempre fatto quello che vogliono dal 2011, si sono lasciate derubare dai sinistroidi e l'italiano le ha rimborsate, e ora vogliono ancora soldi, perche' sanno che ma fra due mesi e' finita la pacchia,