Per il New York Times è un'artista geniale, in Italia viene multata

Condannata per imbrattamento l'artista consacrata dal New York Times: "Penso di aver contribuito a valorizzare la città e non ad imbrattarla"

In tutto il mondo viene considerata un’artista di talento, le sue opere sono esposte in gallerie prestigiose di Londra, richieste dalle amministrazioni pubbliche, apprezzate come opere d’arte che abbelliscono il panorama urbano, da Ascoli Piceno a Buenos Aires. Ma a Bologna la street art di Alice Pasquini, in arte AliCe’, non viene riconosciuta e finisce così per essere condannata per imbrattamento e al pagamento di una multa di 800 euro.

Di AliCè, romana, 35 anni, si sono occupati media mondiali, come il New York Times, segnalandola come un’artista italiana che aveva contribuito a risanare con le sue opere una zona della città in preda ai vandali. Ha tenuto lezioni in giro per il mondo, i suoi murales hanno trovato spazio a Saigon, mentre a Singapore i suoi lavori sono citati positivamente dall’istituto italiano di cultura del Paese. A Roma è stata recentemente impegnata in un progetto del Comune, sul lungomare di Ostia.

Penso di aver contribuito a valorizzare la città e non ad imbrattarla, soprattutto perché le opere sono state realizzate inaree degradate. Oggi invece è stato sancito il principio per cui qualsiasi espressione artistica è reato”, è il commento di AliCè, che si dice “delusa” e “amareggiata”. La sentenza sarà depositata e motivata in 15 giorni, e sarà sicuramente appellata dalla difesa, come annuncia l’avvocato Stefania Martelli. Il Pm d’udienza, un vice procuratore onorario, aveva chiesto l’assoluzione.

Commenti

agosvac

Dom, 21/02/2016 - 18:13

Ma che strano! Il Pm aveva chiesto l'assoluzione! Però, a pensarci bene, non è un Pm di quelli tosti, è solo un Pm onorario!!!!! Quelli tosti , probabilmente, ne chiederanno il carcere!!! Speriamo che non chiedano di "punire" il Pm onorario per non aver fatto il Pm "tosto" ma "solo" il Pm intelligente!!!!!

nunavut

Dom, 21/02/2016 - 20:21

Non dubito che abbia talento e che dipinga bene ma non si può permettere di pitturare(chi qualifica imbrattare le sue pitture era ubriaco) le pareti di proprietà private o del demanio senza previo permesso.Detto ciò le autorità dovrebbero essere altrettanto se non molto più severe con chi distrugge la proprietà privata e del demanio in qualunque occasione.

cgf

Dom, 21/02/2016 - 20:50

se avesse disegnato il logo gigante della coop 3zero forse nessuno l'avrebbe multata. Ma con tutte le scritte che ci sono a Bologna, le buche, non passa notte con vetrine sfondate, vero che Merola è più impegnato nella campagna elettorale per essere rieletto che della città, ma tantè...

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 21/02/2016 - 21:36

AliCè, una domanda, lei non ha la tessera PD, vero ? Perché veda, per i kompagni solo chi ha la loro tessera é persona rispettabile ed apprezzata, gli altri sono tutti cialtroni. It's their way of live, diranno i giornalisti del NYT.

seccatissimo

Lun, 22/02/2016 - 02:13

Sta Alice Pasquini è una maleducata che fa la finta tonta. Se ha usato come supporto della sua arte, pareti e/o muri non di sua proprietà senza avere l'autorizzazione del legittimo proprietario è giusto che sia stata condannata e sanzionata !