Un asteroide record sfiora la Terra

Un "sasso cosmico" largo 500 metri ci passa accanto: sarà visibile anche dall'Italia

Un asteroide da record ha sfiorato la Terra. Si tratta di 2004 BL86, un enorme masso largo all'incirca 500 metri che è passato a circa 1,2 milioni di chilometri (tre volte la distanza della Luna) dal nostro pianeta. 

Ma se temete scene alla "Armageddon", state tranquilli: la Nasa ha assicurato che "l’oggetto non costituisce alcuna minaccia per la Terra". Ci regalerà però uno spettacolo nel cielo: dalle 18,20, infatti, lo potremo vedere risplendere nella volta celesta anche in Italia, come spiega l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope e curatore scientifico del Planetario di Roma. Alle 17,20, infatti, l’asteroide non sarà ancora salito sull’orizzonte. Lo farà un’ora più tardi, "ma resterà piuttosto basso, immerso nella foschia". Converrà quindi cercarlo verso sera, dopo le 20,00, quando sarà a circa 30 gradi sull’orizzonte. "Bisognerà guardare il cielo verso Sud-Est, ma all’inizio della serata è un po' impegnativo identificarlo". 

È un passaggio memorabile, quello di 2004 Bl86, perchè dovranno passare 12 anni prima che un asteroide simile si avvicini di nuovo alla Terra: solo nel 2027 arriverà 1999 AN10. Guardando agli ultimi 10 anni, poi, sono stati appena 6 gli asteroidi confrontabili a 2004 Bl86. Il 29 settembre 2004 è stata la volta dell’avvicinamento spettacolare di 4179 Toutatis, 10 volte più grande di 2004 BL86, tornato a visitare la Terra nel dicembre 2012, dalla distanza di 7 milioni di chilometri; nel febbraio 2013 è stata la volta di 2012 DA14, passato a circa 30.000 chilometri dalla Terra. Sempre negli ultimi 10 anni ci sono stati anche tre impatti sul nostro pianeta: il 7 ottobre 2008 è stata la volta di 2008 TC3, i cui frammenti sono stati trovati nel Sudan; 2014 AA è entrato nell’atmosfera subito dopo essere stato scoperto ed è caduto nell’oceano Atlantico; il 15 febbraio 2012, infine, è esploso "a sorpresa" un asteroide nei cieli della città russa di Chelyabinsk.