Avellino, gira per strada con due pistole, un coltello e un pugnale

Condotto in caserma è stato interrogato, ma le forze dell’ordine non sono riuscite a capire i motivi del suo comportamento

Girava indisturbato, armato fino al collo, con due pistole, un coltello e un pugnale lungo la strada principale di Avellino, quel corso Vittorio Emanuele affollato a tutte le ore da persone di ogni età. Solo quando alcuni passanti, spaventati dall’uomo, hanno avvisato i carabinieri, il 50enne di Montoro è stato bloccato e denunciato, in stato di libertà, per detenzione abusiva di armi. I militari lo hanno fermato senza grossi problemi, dato che il 50enne, evidentemente in stato confusionale, non ha opposto resistenza.

I passanti, che si sono ritrovati davanti agli occhi la scena dell’uomo con la pistola, hanno fatto a gara per scappare, o comunque per cercare di non incrociare la via del 50enne, incensurato e senza fissa dimora. A maggior ragione, infatti, credendo che le pistole fossero armi pronte allo sparo, hanno avvisato le forze dell’ordine. Per numerosi cittadini avellinesi non si è trattata della solita, tranquilla passeggiata sul corso. Ad un certo punto l’uomo ha estratto una delle pistole e ha cominciato a brandirla contro i passanti, prima di essere fermato dai carabinieri.

Condotto in caserma, evitando in questo modo che compisse qualche gesto scellerato, è stato interrogato, ma le forze dell’ordine non sono riuscite a capire i motivi del suo comportamento. L’uomo era in possesso di due pistole, risultate essere giocattoli privi del tappo rosso, ma anche di un grosso coltello e di un pugnale. Le due pistole giocattolo erano nascoste in una tasca del giubbotto e all'interno di una borsa, mentre il coltello era nei calzini, con il pugnale messo nel pantalone.

Per il 50enne è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Avellino per detenzione abusiva di armi e per lui è stata richiesta l'emissione del foglio di via obbligatorio da Avellino, per l’illiceità della condotta posta in essere e l’ingiustificata presenza nel capoluogo irpino. Recentemente i carabinieri della Stazione di Amalfi, nel Salernitano, hanno denunciato un uomo trovato in possesso di un coltello a serramanico. L’operazione stata condotta dagli agenti della polizia municipale, che per primi hanno notato una vettura con a bordo quattro soggetti sospetti che si aggirava tra le auto in sosta dei parcheggi adiacenti piazza Flavio Gioia.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?