Avevano minacciato e ferito una donna, arrestati due uomini

I due hanno provocato diversi tagli alla donna con un coltello a farfalla e il collo di una bottiglia di vetro per farsi consegnare denaro contante e droga, i fatti risalgono all'inizio del mese

Hanno minacciato e anche ferito in maniera brutale una donna per ottenere soldi e cocaina. Così sono finiti in manette i due messinesi, Giuseppe Aiello di 41 anni e Rosario Di Nardo di 40. Quest’ultimo, appartenente alla Guardia di Finanza è attualmente sospeso dal servizio. Ricostruiamo il momento dell’aggressione avvenuta a Messina.

I due, all’inizio del mese di ottobre, si sono recati davanti l’abitazione della donna costringendola ad aprire la porta dietro la minaccia di una bottiglia incendiaria. Appena saliti a casa, l’hanno aggredita per farsi consegnare 500 euro e la cocaina che teneva in casa. Per raggiungere l’obiettivo hanno ferito più volte la donna con un coltello a farfalla e il collo di una bottiglia di vetro. Fortunatamente la vittima è stata ricoverata con una prognosi di 21 giorni.

A lavoro dunque i poliziotti della squadra volante della Questura di Messina con il coordinamento della locale Magistratura per risalire ai nomi dei due delinquenti. Tra gli elementi che hanno consentito di risalire ad Aiello e Nardo, il ritrovamento in casa di uno dei due della cocaina, del coltello a farfalla con residui di tracce ematiche e gli abiti macchiati di sangue.

Inoltre la maglia indossata dalla donna aveva le impronte delle scarpe di uno degli aggressori.

I due sono stati arrestati congiuntamente dalla polizia e dalla Guardia di Finanza. Adesso dovranno rispondere per i reati di rapina, lesioni, porto di arma da guerra, usurpazione di titoli e porto di strumenti atti ad offendere