Balzo nel prezzo delle sigarette: a New York +30%

La decisione di Bill De Blasio, sindaco di New York: "Il fumo resta una delle prime cause di morte in città". L'obiettivo è arrivare a meno di 160mila fumatori nel 2020

Un bel balzo nel costo delle sigarette: +30% sul prezzo di pacchetto. New York si prepara a combattere le "bionde" e così il sindaco Bill De Blasio ha appena varato una legge che fa schizzare il pezzo delle sigarette da 10,50 dollari a 13 dollari. Un "salasso".

Come scrive il Corriere, l'obiettivo del sindaco della Grande Mela è quello di far ridurre il consumo di tabacco ai fumatori abituali. Su Twitter Bill De Blasio è stato diretto: "Il fumo resta una delle prime cause di morte in città. Stiamo lavorando per cambiare questa situazione", ha scritto in un tweet commentato ripetutamente. Poi in conferenza stampa ha ribatito che l'obiettivo dell'amministrazione democratica non è quello di fare cassa, ma di bloccare l'avanzata del vizio. "New York oggi - ha detto De Blasio di fronte ai giornalisti - ha più rivenditori di tabacco che Starbucks e pizzerie messi insieme. Ovunque vi giriate, sfortunatamente, c'è un negozio che vende tabacco".

Nella sola grande mela sono quasi un milione le persone che fanno uso quotidiano e continuativo di sigarette. Una vera e propria piaga, anche se nel 200 fumava il 21,5 % della popolazione mentre due anni fa gli uffici di statistica hanno rivelato che il dato è crollato al 14,3%. Ma per Bill De Blasio, evidentemente, questo calo non basta. L'obiettivo, infatti, è quello di arrivare ad appena 160mila fumatori nel 2020. Obiettivo E così ha emesso un nuovo pacchetto di leggi che vanno dall'aumento del costo delle bionde, fino al divieto di vendita di tabacco in farmacia.

Commenti
Ritratto di eaglerider

eaglerider

Mer, 30/08/2017 - 00:44

E tra un po' anche a New York marijuana libera? Che ipocriti !