Bancarotta, arrestato l'ex presidente del Mantova Lori

Secondo il gip Fabrizio Lori avrebbe distratto dalle casse della Nuova Pansac, società fallita di cui era amministratore unico, 16 milioni di euro

L'ex presidente del Mantova (società attualmente in fallimento) Fabrizio Lori è stato arrestato dalla Guardia di Finanza con l’accusa di bancarotta fraudolenta.

L’indagine nei confronti di Lori, che è anche amministratore delegato delle società del gruppo Pansac, si è focalizzata in particolare sui rapporti intercorsi tra le società del gruppo e il Mantova e, in particolare, su alcuni contratti di consulenza stipulati da quest’ultimo con le società Foxenergy Srl e Kibuz srl.

A fronte di un fallimento di quasi 300 milioni, la procura di Mantova ritiene di aver documentato operazioni distrattive e dissipative fatte da Lori ai danni della Pansac per un importo di circa 40 milioni. Di questi, 19 sarebbero stati illecitamente trasferiti tra il 2004 e il 2010 al Mantova calcio Frk.

Fabrizio Lori avrebbe distratto dalle casse della Nuova Pansac, società fallita di cui era amministratore unico, 16.536.000 euro dal 2005 al 2009, "come risulta dalle schede contabili e dagli estratti conto bancari" della società. Soldi che avrebbe erogato al Mantova calcio, fallito nel 2010, ha scritto il Gip.