Bankitalia, boom di domande per il concorso: 85 mila candidati per 30 posti

Quasi 85 mila persone hanno fatto domanda di ammissione al concorso della Banca d'Italia: in palio 30 posti da vice-assistente. Ne sono stati selezionati solo 8 mila

Sono state quasi 85 mila le richieste di ammissione al concorso indetto dalla Banca d'Italia per assegnare 30 posti da vice-assistente: circa tremila candidati per ogni posto in palio.

Il boom di richieste ha sbalordito anche Palazzo Koch, che si è visto costretto a fare una prima scrematura per titoli. Ma in via Nazionale erano pronti a questa evenienza: nel bando datato 20 aprile era stato precisato che, nel caso in cui fossero arrivate più di 3mila richieste di partecipazione, sarebbero stati adottati dei passi ulteriori per ridurre il numero degli aspiranti.

Insomma, dalle parti di Bankitalia probabilmente si aspettavano una grande adesione, e per questo avevano già previsto misure di ulteriore selezione, ma forse non si aspettavano una simile valanga di richieste. Alla scadenza dei termini per presentare domanda, gli aspiranti candidati al posto di vice-assistente erano ben 84.745.

Così Palazzo Koch si è rassegnato a dover passare in rassegna le quasi 85 mila domande per fare una prima scrematura in base ai titoli. Nei giorni scorsi ha comunicato gli esiti: dopo aver effettuato "la preselezione per titoli", "vengono ammessi alla prova scritta 8.140 candidati". Cioè meno del 10 per cento di quanti avevano fatto domanda.

Gli ottomila fortunati sono "quelli in possesso di un punteggio pari a 11,40", che è lo score più alto effettuato dai candidati. Questo vuol dire che, anche se i requisito minimo obbligatorio richiesto per fare domanda era quello di essere in possesso di un diploma, è riuscito ad accedere al concorso vero e proprio solo chi può vantare una laurea magistrale, una laurea a ciclo unico del vecchio ordinamento o una maturità ottenuta con il massimo dei voti.

Commenti
Ritratto di giovanni pellicane

giovanni pellicane

Dom, 02/07/2017 - 16:22

a che serve fare un concorso?Tanto già si sa chi saranno i 30 fortunati raccomandati, l'amico di .......? il figlio di.....?il cugino di......?ecct...ecct.... povera Italia

miky2010

Dom, 02/07/2017 - 17:30

CARO GIOVANNI QUESTA E' LA FORTUNA DI VIVERE IN UN PAESE CON UNA CLASSE DIRIGENTE CHE GENERA SOLO FIGLI DI INTELLIGENZA SUPERIORE E PREPARAZIONE EXTRATERRESTRE! ALTRO CHE RAZZA ARIANA!!

Ritratto di laghee100

laghee100

Dom, 02/07/2017 - 19:06

... perche' 8.000 ? sono cosi' tanti i raccomandati ? ci sara' una selezione anche fra di loro. pensavo fossero un centinaio o giu' di li !!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/07/2017 - 21:02

Fortuna che Renzi dice di aver creato 1 milione d iposti di lavoro, così pure Gentiloni. Come mai ci sono svariati milioni che sono i ngiro a spasso. mi sa, come al solito, truffate sui numeri, come sui conti e debito. E pensate che nessuno se ne accorga o ci creda. E mi sa di si, ci sono milioni di polli che vi votano ancora, abboccando a tutte queste cose. Che pena!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/07/2017 - 22:21

E il milione di posti di lavoro che Renzi dice di aver prodotto in poco tempo, dove sono? E quelli di gentiloni? Tutti fanno i ganassa, ma vedo tanti giovani in cerca di lavoro o andare all'estero. Non è che questi furbacchioni vedono scappare 1 milione di giovani all'estero e si fregiano del titolo di aver creato questo milione di posti di lavoro? Sono capacissimi di farlo e non me ne stupisco. Guardando cosa hanno fatto in cento anni i comunisti, queste sono bazzecole.

Rossignol

Lun, 03/07/2017 - 02:44

85.000 per 30 posti .... e ci venissero a raccontare che l'occupazione va meglio, la disoccupazione in calo , etc..etc... Questi numeri raccontano una realtá molto piú triste ed amara . Ci venissero poi a dire che quelli emigrati all'estero é meglio non averli tra i piedi , come disse un ministro, salvo rimangiarselo ... con poca convinzione, costretto dalle reazioni indignate....

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 03/07/2017 - 08:11

@pellicane: concordo. E pensare che sulla riviera romagnola non riescono a coprire migliaia di impieghi per la stagione.