Barcellona, se l'addetto stampa del sindaco urinava in strada per "arte"

L'addetto stampa del sindaco di Barcellona, che preferisce i "migranti ai turisti", faceva parte del gruppo "Donne che amano il porno". Ecco chi guida la città vittima del terrorismo

Appena eletta a Barcellona, la neo-sindaca (in Italia pare si debba dire così) Ada Colau decise di avere al suo fianco come responsabile della comunicazione la vulcanica ​​Águeda Bañón. Nata a Murcia nel 1974, l'eclettica donna finì sulle pagine di diversi quotidiani per una foto che la ritraeva in mezzo ad una strada mentre espletava i suoi bisogni corporali. Pipì on the road. Arte o cattivo gusto? Forse più la seconda opzione che la prima. E l'immagine racconta bene il brodo culturale in cui è immersa la giunta di Ada Colau, quel primo cittadino che mesi fa disse di "preferire i migranti ai turisti" e che ha dovuto fare i conti con i 15 morti della Rambla, ammazzati da terroristi marocchini.

Quando la foto della Bañón venne a galla, lei si disse "molto orgogliosa" di quanto aveva fatto durante la sua militanza (dal 2004 al 2007) nelle fila di alcuni gruppi femministi. La responsabile della comunicazione del sindaco, entrambe attiviste di Podemos, faceva parte del collettivo "Girls Who Like Porno" (Donne che amano il porno), fondato nel 2002 a Barcellona da Maria Llopis, ed è vestendo questa maglia che ha messo a segno i suoi colpi migliori. Come quando, ricorda El Mundo, si mostrò con i pantaloni abbassati di fronte alla porta di Brandeburgo (Germania), oppure quando si travestì "da uomo con un pene di plastica che le usciva dall'impermeabile".

La vita della Bañón sembra un inno ai sessantottini nostrani. Laurata in Belle Arti a Valencia, sin da subito si dedica alla comunicazione. Prima alcuni lavori 2.0 per studi di architettura (disegnò l'immagine aziendale dello studio Torres Nadal) e poi alcuni progetti europei in collaborazione con il Ministero dell'Agricoltura di Murgia. Con l'arrivo a Barcellona scoppia la passione politica e per l'attività sociale. Prima si lega a Girls Who Like Porno, poi ad alcuni movimenti di protesta catalani: dal Conservas al Xnet, fino ad arrivare a Podemos. Come molti altri mebri dell'attuale ufficio della comunicazione del sindaco, anche la Bañón partecipò alla produzione di un documentario per l'Osservatorio DESC contro la corruzione del sistema giudiziario spagnolo. Una vera paladina dei deboli, con il vizio dell'esagerazione.

Vi chiedete quale fosse il manifesto culturale cui si rifaceva la Bañón? "Il sesso vende molto - si legge sul sito di Girls Who Liks Porno - ma dietro l’ipersessualizzazione intorno a noi si nasconde una grande insicurezza sessuale. Non importa quanto siamo liberali o quanto scopiamo, non è questa la soluzione. Abbiamo bisogno di un altro modo di intendere il sesso – oltre il mito, il tabù, la noia, l’etero-normalità, la genitalizzazione – non solo nelle nostre relazioni sessuali, ma anche delle nostre identità sessuali. Siamo eredi del femminismo e delle tradizionali battaglie di gay e lesbiche, ma prima che divenissero 'soft'. Ci allineiamo con la critica queer radicale". Ecco la Barcellona (buonista) di sinistre varie e Podemos.

Commenti
Ritratto di bracco

bracco

Mer, 23/08/2017 - 14:15

Ognuno ha la Boldrini che si merita !!!

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Mer, 23/08/2017 - 14:36

Ho sempre detto che le femministe non sono donne sono FEMMINE, non posso esprimere il mio pensiero in merito a questo animaletto in forma di donna perché altrimenti mi censurano

roberto.morici

Mer, 23/08/2017 - 14:43

La Agueda ha fatto un pò di confusione o, più semplicemente, non ha proprio capito. Le vacche non esibiscono peni di plastica.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 23/08/2017 - 14:50

Se questa è la società che gli spagnoli vogliono, questa è la società che meritano! Dispiace solo per i turisti, attratti più da meraviglie architettoniche che da performances sociali. Di sicuro non mi vedranno mai da quelle parti!

Biagiotrotta

Mer, 23/08/2017 - 14:50

Io mi chiedo soltanto come hanno fatto i catalani a votare l'attuale sindaco, mi direte a Roma hanno votato la Raggi alla camera c'è la Sboldrina in Europa allora abbiamo portato il cervello all'ammasso

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 23/08/2017 - 14:59

Direi che Barcellona ben rappresenta la decadenza di una civiltà. Comunque ,dovessi andarci, so dove fare la pipì senza dover cercare un maleodorante W.C.

Tuthankamon

Mer, 23/08/2017 - 15:08

Si tratta di una progressista cirinna'niana ... anche qui senza speranza ...

pinetax

Mer, 23/08/2017 - 15:09

Una povera disadattata che segue la moda, perche' da sola non puo' esistere. Naturalmente fa parte della classe politica e dirigente. peggio per chi l'ha votata... peccato che pero' ci siano andati di mezzo anche innocenti.

paolonardi

Mer, 23/08/2017 - 15:11

No Cataldo in Italia si deve dire: "il sindaco"! Solo dehli sfigati seguono i dettami scorretti di qualcuno che, diventato non si Sto arrivando! come, presidente della Camera ha preteso di modificare la lingua italiana generando dei mostri grammaticali e sintattici. Il guaio e' che molti giornalisti hanno assecondato questo obbrobrio.

i-taglianibravagente

Mer, 23/08/2017 - 15:43

E' la "politica delle mutande"...una vera ossessione per i rossi. Chiedere a Silvio per conferma. Ma e' naturale per coloro che hanno il cervello sotto la cintura un po' tutto quello che fanno passi da la'.

dagoleo

Mer, 23/08/2017 - 15:45

FORSE è PER QUESTO CHE AMANO I MAROCCHINI. PERCHE' SONO SOLITI URINARE PER LE STRADE APPESTANDO L'ARIA DEI NOSTRI CENTRI STORICI. IN PARTICOLARE FIRENZE CHE IN ALCUNI PUNTI E' IRRESPIRABILE PER L'ACRE ODORE DELLE MINZIONI DEI MOLTI EXTRACOMUNITARI CHE LA POPOLANO. I SINISTRATI NON SONO SOLO DEI FOLLI IDEOLOGICI, SONO IN GENERE ANCHE MOLTO SPORCHI, CON L'ACQUA ED IL SAPONE NON CI VANNO MOLTO D'ACCORDO.

Demy

Mer, 23/08/2017 - 15:48

Come nel '68 in Italia quando le komuniste dicevano che la "foglia" era loro e la usavano come volevano. Depravazione, voglia di sesso a tutti i costi o povertà interiore?

alkhuwarizmi

Mer, 23/08/2017 - 15:54

A parte la grossolanità della performance, addirittura comunicata come "arte", è tutto il mondo di questa incredibile amministrazione della capitale della Catalogna che lascia esterrefatti. Il connubio deleterio tra manifestazioni nel peggiore stile trasgressivo con l'adorazione della figura "salvifica" dell'immigrato, il compiacimento verso la società stravolta dalla selvaggia islamizzazione, accolta ed incoraggiata come espressione di una nuova "cultura", che si crogiola nella sostituzione dei propri valori tradizionali con una sorta di meticciato di sola matrice ideologica, nel nome del credo terzomondista della "solidarieta". Più che un delirio, una forma di perversione.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 23/08/2017 - 16:26

Be, consolante, c'è chi sta peggio di noi. Certo che ridursi a farsi governare da riufiuti umani del genere delinea la decadenza della società occidentale, degna di sparire, a favore dell'islam triviale.

@ollel63

Mer, 23/08/2017 - 16:37

non andate mai più a barcellona

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 23/08/2017 - 16:39

""Il sesso vende molto - si legge sul sito di Girls Who Liks Porno - ma dietro l’ipersessualizzazione intorno a noi si nasconde una grande insicurezza sessuale. Non importa quanto siamo liberali o quanto scopiamo, non è questa la soluzione. Abbiamo bisogno di un altro modo di intendere il sesso – oltre il mito, il tabù, la noia, l’etero-normalità, la genitalizzazione – non solo nelle nostre relazioni sessuali, ma anche delle nostre identità sessuali. Siamo eredi del femminismo e delle tradizionali battaglie di gay e lesbiche, ma prima che divenissero 'soft'. Ci allineiamo con la critica queer radicale"". Ecco, basta questo sragionamento per asserire che anche in Spagna devono aver chiuso i manicomi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 23/08/2017 - 17:01

Ognuno ha i governanti che si meritano: quelli che hanno votato. Inutile protestare poi, bisogna pensarci prima. Messaggio utile a breve anche per gli italiani.

Jon

Mer, 23/08/2017 - 17:04

Beh..anche le risorse fanno i bisogni per strada...!! Da qualcuno devono aver imparato no ??

mariod6

Mer, 23/08/2017 - 17:13

Il comportamento di questo tipo di meretrici rispecchia il pensiero dell'amministrazione pubblica catalana che dice di preferire i migranti ai turisti. Però i soldi dei turisti li prendono, e come !!! E i migranti quanto rendono, a parte le tonnellate di droga che importano dal Marocco e che ingrassano evidentemente anche la classe politica ???

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Mer, 23/08/2017 - 17:19

Cari Catalani le avete volute? Ora godetevele!!!!!!!!!

titina

Mer, 23/08/2017 - 17:36

Scusate, ma non ci vorrebbe una visita psichiatrica a chi si candida? Giusto per la sicurezza del paese.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 23/08/2017 - 17:43

il problema è che gente come questa vive bene, pagata lautamente, facendo solo cretinate h4. si direbbe che vengano pagati (e immagino anche da chi) proprio per fare i testimonial della demenza

bruco52

Mer, 23/08/2017 - 17:49

Podemos essere più stupidi? Si, in Italia se la batterebbero con i sinistri nostrani, che in quanto a demenza non hanno eguali.....povera Europa in mano a questi insani di mente e di corpo...

honhil

Mer, 23/08/2017 - 17:50

La sinistra finalmente ha trovato la sua giusta collocazione: ma un bordello, per quanto istituzionale possa essere, resta sempre un bordello.

Pitocco

Mer, 23/08/2017 - 17:57

Ecco il lato oscuro di molte donne...beh, da noi basterebbe pensare ad una soltanto.

i-taglianibravagente

Mer, 23/08/2017 - 18:00

Ma se da noi BEATIFICANO la BONINO....la BONINO con i suoi 10.000 aborti....questa in confronto e' una santa maria goretti un po' sopra le righe.

onurb

Mer, 23/08/2017 - 18:01

L'ho sempre detto che le sculacciate dei genitori era un toccasana per i figli perché facevano capire loro come ci si deve comportare a questo mondo.

jaguar

Mer, 23/08/2017 - 18:11

Questa artista oltre a urinare in strada si esibirà sicuramente in altre performance.

Cheyenne

Mer, 23/08/2017 - 18:43

peggio della raggi povera catalogna sono combinati peggio di noi

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 23/08/2017 - 21:42

Ma nessuno l'ha arrestata?

ziobeppe1951

Gio, 24/08/2017 - 07:19

Il sinistrume l'ha sempre detto che la loro cultura sarà la nostra

Tino

Gio, 24/08/2017 - 07:34

non ci posso credere ...

vigpi

Gio, 24/08/2017 - 08:51

E noi, facciamo tutto sto casino contro l'Islam?? Ma lasciamolo arrivare! Vuoi mettere tutte queste matte?? Coperte da capo a piedi e chiuse in casa.

DIAPASON

Gio, 24/08/2017 - 09:10

gli amici apprezzeranno

tonipier

Gio, 24/08/2017 - 09:14

" ANCHE QUESTA E PROSTITUZIONE"

Luigi Fassone

Gio, 24/08/2017 - 22:36

Questa qui,a leggere qui sopra,fa le scarpe alla Litizzetto,detta anche "l'uterina"...! Il che è tutto dire...