"Vietiamo agli immigrati di usare il cellulare"

Una norma della Confederazione svizzera vieta ai migranti di usare il cellulare. Noi, invece, regaliamo anche le schede telefoniche

Una delle immagini dei flussi migratori che più di tutte hanno sollevato polemiche (e che continuano a sollevare polemiche) è quella che immortala tanti richiedenti asilo con in mano uno smartphone. I migranti sono disposti a lasciare tutto per strada, ma non il cellulare.

Ebbene, in Italia a tutti i richiedenti asilo (quindi anche a chi poi non otterrà protezione nel nostro Paese) viene regalata una scheda da 15 euro all'ingresso della struttura di accoglienza. Lo prevede una convenzione redatta dallo Sprar nel 2011, secondo cui oltre alla "paghetta" quotidiana per le piccole spese, nei 35 euro che lo Stato versa alle cooperative per la gestione dei migranti, è inclusa anche la spesa per le schede telefoniche.

La Svizzera, invece, per motivi di sicurezza pubblica, ha vietato ai migranti in attesa di valutazione di usare il cellulare. Si legge infatti nel sito del Dipartimento federale di giustizia e polizia elvetico, che "per motivi di sicurezza nazionale e di ordine pubblico" ai richiedenti asilo "è vietato possedere o utilizzare un cellulare" e "l'impiego della rete internet al di fuori dei locali a loro dedicati". Nel caso in cui qualcuno violasse la norma, gli svizzeri sono inflessibili: la pena è la "sospensione immediata di quasiasi procedura in corso nei suoi confronti e l'espulsione immediata dal territorio elvetico a tempo indeterminato".

E così la Lega Nord, per bocca del segretario della Lega Lombarda, on. Paolo Grimoldi, ha chiesto che anche il Belpaese emani una legge simile. "Chi ha più buon senso tra Italia e Svizzera? La risposta - conclude Grimoldi - pare scontata...".

Annunci
Commenti

ziobeppe1951

Gio, 24/03/2016 - 13:05

Hanno perfettamente ragione gli svizzeri, oltre a tutelare la sicurezza nazionale, il telefonino con relativa scheda è un bene di lusso, bisogna avere rispetto x chi non può possederne uno

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Gio, 24/03/2016 - 13:08

Finalmente una proposta sensata... E non dategli piu' soldi! Se non rifanno il loro letto alla perfezione e non tengono puliti e ordinati i loro alloggi non dategli neanche da mangiare!

grazia2202

Gio, 24/03/2016 - 13:27

hanno la neve, la groviera e l'intelligenza. bravi svizzeri. mandateci qualche politico ve ne mandiamo un centinaio di pappagalli per ogni uno tanto valido. fatene quello che volete

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 24/03/2016 - 13:35

Come al solito gli svizzeri ci danno punti a valanga....sono sempre avanti a noi.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 24/03/2016 - 13:37

Se non fossero esistiti i cellulari non sarebbe esistita l'immigrazione degli ultimi vent'anni!

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 24/03/2016 - 13:43

Brutti razzistacci leghisti, come vi permettete di negare l'uso del cellulare ad una risorsa? Bisogna pur permettere che siano in grado di comunicare tra di loro, di organizzare okkupazioni ed attentati, che diamine!

antonmessina

Gio, 24/03/2016 - 13:47

non chiamateli migranti.son CLANDESTINI

Mannik

Gio, 24/03/2016 - 13:53

A dire il vero, non si legge nulla di tutto questo sul sito del dipartimento... Vero è che nel 2012 nel cantone di Argovia venne vietato l'uso di cellulari nei centri di accoglienza a richiedenti asilo finiti nel mondo della criminalità per rendere più difficile lo spaccio ad esempio. La cosa però non ha funzionato.

giottin

Gio, 24/03/2016 - 13:55

E poi dicono che non si può uscire dalla ue. Come vorrei essere svizzero e non aver mai aderito a una schifezza di europa simile!

steorru

Gio, 24/03/2016 - 14:06

Non abbiamo i soldi per pagare il nostro debito pubblico ma li troviamo per pagare la scheda Telefonica ai migranti, siamo proprio un grande paese

acam

Gio, 24/03/2016 - 14:16

inoltre dai centri di accoglienza svizzeri non entrano e escono come gli pare finché non sanno chi sono e cosa vogliono

Votantonio311

Gio, 24/03/2016 - 14:58

Confermo quanto detto da Mannik: non è vero. In Svizzera come in altri Stati vengono sequestrati i beni sopra un certo valore; fra questi beni può esserci pure il cellulare, ma non necessariamente. E non è ASSOLUTAMENTE proibito accedere ad Internet da terminali diversi da quelli predisposti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 24/03/2016 - 15:02

Non imparano mai niente di buono i nostri S/governanti. Se vedum

Patriota_europeo

Gio, 24/03/2016 - 15:08

Il cellulare, lo smartphone al giorno d'oggi è una routine, c'è poco da invidiare agli svizzeri, è stupidità, a meno che li tengano incarcerati, come fai a impedirgli l'uso di internet e smartphone? Siamo nel 2016, sveglia, l'accesso alla Rete ormai è possibile da uno spazzolino!

EFISIOPIRAS

Gio, 24/03/2016 - 15:09

Impedire che i cosiddetti richiedenti asilo usino il cellulare è un'ottima iniziativa !! Se vogliono comunicare, che usino le cabine telefoniche , più facilmente controllabili dai nostri servizi di sicurezza!!

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 24/03/2016 - 15:33

Mi pare una proposta sensata, naturalmente saranno tutti contro i nostri magnifici buonisit.

il corsaro nero

Gio, 24/03/2016 - 15:34

Considerato che il web è usato dai terroristi per fare proseliti, non mi sembra una cattiva idea! Ma siamo in Italia, purtroppo!

pagu

Gio, 24/03/2016 - 15:39

perché non giriamo i 15euro ai nostri disoccupati invece che a questa feccia?

gigetto50

Gio, 24/03/2016 - 15:49

....davanti ai supermercati o in giro per strada, si vedono questi signori che mentre con una mano tengono il cellulare in mano e parlano, con l'altra tengono o un cappello o un bichhiere e chiedono elemosina....

Lucky52

Gio, 24/03/2016 - 15:50

Ma se scappano dalla fame come fanno a possedere tutti lo smartphone ultima generazione? Fornitura ISIS ?

il corsaro nero

Gio, 24/03/2016 - 15:52

@Mannik e Votantonio: trascrivo il regolamento interno dei centri d'accoglienza svizzeri trovato nel sito del Dipartimento federale di giustizia e polizia elvetico,Ricezione Tutti i richiedenti l'asilo e tutte le persone bisognose di protezione ricevono un promemoria in una lingua loro comprensibile, che li informa sui loro diritti e doveri durante la procedura. 3.2. Devono inoltre essere consegnati contro ricevuta gli apparecchi elettronici quali cellulari,apparecchi fotografici, cineprese e videoregistratori, radio e registratori.....questi oggetti saranno riconsegnati ai proprietari al momento della partenza definitiva dal centro di registrazione e di procedura." Contenti adesso?

il corsaro nero

Gio, 24/03/2016 - 15:56

@Patriota_europeo: dovrebbe sapere che gli Svizzeri tengono i richiedenti asilo chiusi nei centri di registrazione ove, anche se esiste una rete internet, non è utilizzabile dagli stranieri perchè non sonon in possesso di un cellulare o di un pc: In quanto allo spazzolino, non sanno neanche cosa sia, dunque pericolo scampato!

il corsaro nero

Gio, 24/03/2016 - 16:06

@votantonio e Mannik: se andate sul sito del Dipartimento federale di giustizia e polizia elvetico, alla voce immigrazione, c'è il testo integrale del Regolamento Interno dei Centri di registrazione e procedura (è in pdf) e lì potrete leggere quanto asserito nell'articolo!

@ollel63

Gio, 24/03/2016 - 16:31

non devono entrare, né in Italia né in Europa. Questa è la sola, unica, necessaria soluzione del problema, in sieme con l'espulsione di tutti i mussulmani presenti in tutta Europa.

MEFEL68

Gio, 24/03/2016 - 16:52

@@@Patriota-europeo- L'uso dello smartphone gli si può proibire semplicemente non fornendoglielo, e non pagandogli l'abbonamento o la ricarica. I soldi, visto che fuggono dalla povertà, non dovrebbero averli; se invece dovessero comunque averli, sarebbe interessante chiedergli dove li hanno presi. Se, nonostante tutto, riuscissero ad andare in rete con uno spazzolino, gli si sequestra lo spazzolino. Dov'è il problema? Non è razzismo, ma, visto ciò che succede, solo un modo per tentare di rendergli difficile di comunicare tra loro.

zadina

Gio, 24/03/2016 - 16:58

I dirigenti del governo Svizzero anno dimostrato molto seriamente come tutti i paesi Europei dovrebbero agire per l'utilizzo di telefonini e internet vietandone l'uso, coloro che non rispettano il regolamento vengono sospesi i documenti di accoglienza e inmediatamente rimpatriati, mentre il governo Italiano gli fornisce pure una scheda gratuita di 15 euro, BRAVI i buonisti dirigenti e governanti Italiani che aiutano e alimentano la invasione della Italia, fino al giorno in cui saremo sopraffatti e costretti ad adottare le LORO retrograde regole e abitudini compresa la religione sostituiremo la Bibbia col Corano, la guerra dei crociati sarà diventata una burla BRAVI buonisti del cavolo e incapaci.

gigetto50

Gio, 24/03/2016 - 17:18

.....infatti gli svizzeri non impediscono a questi signori di parlare al cellulare etc....ma semplicemente li obbligano a farlo da luoghi prestabiliti e presumo controllati anche dal punto di vista costi. Tanti minuti ciascuno e via. Semplice.

alfonso cucitro

Gio, 24/03/2016 - 17:23

E' risaputo ormai da decenni che in Europa,su alcune direttive di ordine pubblico e sociale, ci sono nazioni che sono molto più lungimiranti di noi e trovo giusto non concedere tanti privilegi a questi immigrati clandestini.In fin dei conti dovrebbero già fare ponti d'oro a chi dà loro vitto e alloggio.

patrenius

Gio, 24/03/2016 - 17:40

Un terrorista senza smartphone è cieco, muto e sordo. Io li vieterei al minimo sopetto e li azzererei telematicamente. Noi se non paghiamo la ricarica si blocca tutto. La legge non lo consente? Cambiamo la legge. A proposito: in arrivo 400 jihaidissti? Mamma santissima, ci tocca aumentare la scorta di candeline! Loro ci ammazzano e noi accendiamo candeline...

rossini

Gio, 24/03/2016 - 17:40

Svizzeri, Austriaci, Ungheresi, Slovacchi, tutti sono meglio di noi o, comunque, meno imbecilli di noi. Qui in Italia non riusciamo nemmeno a imporre il rilievo delle impronte digitali ai migranti che, senza documenti o con documenti contraffatti, chiedono asilo. E se anche fosse fatta una legge in tal senso, verrebbe immediatamente stracciata dal primo giudice catto-comunista che passa. Ci stiamo autodistruggendo.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Gio, 24/03/2016 - 17:47

Non fate i conti con gli sciacalli che vendono telefonini e schede telefoniche ai fenomeni dell'accoglienza ..... Il pesce puzza dalla testa.

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 24/03/2016 - 17:47

Sono Svizzeri...mica cogl@@ni!

Anonimo (non verificato)

justic2015

Ven, 25/03/2016 - 00:44

La svizzera e piccola e povera italia grande nazione ricca di imbecillita`e povera molto povera di cervello.

il corsaro nero

Ven, 25/03/2016 - 09:57

@patrenius: bisognerà comprare anche gessetti nuovi, vista l'ultima moda belga!!!