Il batterio "dell'apocalisse" ha contagiato una donna

Trovato per la prima volta in un essere umano una specie di escherichia coli superesistente agli antibiotici

Dopo gli allarmi si profetizza quello che tutti temevano: per la prima volta un batterio superesistente a qualsiasi antiobiotico ha colpito un essere umano negli Stati Uniti.

Vittima è stata una donna della Pennsylvania nelle cui urine è stato trovato una specie di "escherichia coli". Un agente patogeno che - spiega il rapporto pubblicato sulla rivista della Società americana di microbiologia Antimicrobial Agents and Chemotherapy - è resistente persino all'antibiotico di ultima generazione colistin. Non si sa in che condizioni sia la donna, ma gli esperti dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) stanno indagando sulle modalità in cui la paziente avrebbe contratto il micro-organismo. Tra le possibilità anche quella di una ospedalizzazione. Le autorità sanitarie della Pennsylvania stanno contattando familiari e conoscenti per accertare che l'infezione non si sia diffusa.

Questo particolare agente patogeno è stato definito dagli esperti "il batterio degli incubi" o "dell'apocalisse", che in alcuni casi può arrivare ad uccidere il 50% delle persone che ne vengono contagiate. A novembre scorso, la preoccupazione degli scienziati mondiali era scattata quando ricercatori cinesi ed inglesi avevano trovato batteri della razza resistente a colistin in maiali ed in alcune persone in Cina. La razza letale di escherichia coli è stata successivamente individuata in altre zone dell'Europa. La scoperta anche in Usa, "ci sta mostrando che la strada di impiego degli antibiotici può essere arrivata quasi alla fine - ha detto oggi in una intervista ai media Usa, Thomas Friedman, direttore dei Cdc - una situazione in cui non abbiamo nulla da offrire a pazienti in reparti intensivi o con semplici infezioni urinarie".

Commenti

TonyGiampy

Ven, 27/05/2016 - 15:57

Da alcuni anni a questa parte, sul nostro pianeta c'e' un'atmosfera che non mi piace. Spero di sbagliarmi ma ho paura che una civilta' aliena abbia messo gli occhi addosso al nostro mondo.

Ritratto di Rames

Rames

Ven, 27/05/2016 - 16:10

Niente è per sempre.Compresa la razza umana.Ogni cosa ha il suo ciclo.Un inizio e una fine.E tutto muta e si trasforma.E' solo una questione del tempo che occorre da A per arrivare a B.

Blueray

Ven, 27/05/2016 - 16:13

Rimane comunque la strada del siero-vaccino e del vaccino vero e proprio, il primo per stimolare una immediata risposta immunitaria, il secondo costituito dagli antigeni per stimolare una graduale produzione di anticorpi immunizzando il soggetto nel lungo periodo

accanove

Ven, 27/05/2016 - 16:14

la specie umana non è eterna nonostante ritenga di esserlo, la natura, nella sua infinita evoluzione pone freni e rimedi a qualsiasi dominanza di una specie. Che dio ce la mandi buona

pastello

Ven, 27/05/2016 - 16:38

In Italia nessun problema, siamo abituati al governo renzi...

Trifus

Ven, 27/05/2016 - 16:40

Finalmente una bella notizia. Si radunano i grandi della terra all’ONU. Escono con dichiarazioni altisonanti in cui si afferma la necessità di inquinare meno, energia pulite niente più utilizzo dei combustibili fossili, il motto è ecologia ia ia o, come la canzone della vecchia fattoria. Ma la parolina magica no? Riduciamo la popolazione siamo già in troppi? Guai si potrebbero offendere i paesi del terzo mondo i quali fanno figli da scaricare nel primo mondo e il primo mondo deve fare figli per contrastare i figli del terzo mondo e la Terra assomiglia sempre più ad un termitaio dove gli uomini se la rosicchiano fino alla autodistruzione. Pensate quello che vi pare, ma una bella e consistente riduzione della popolazione mondiale sarebbe un toccasana per noi che non lo sappiamo fare autonomamente, per la Terra e per le altre specie animali che abitano la terra insieme a noi.

aronne1956

Ven, 27/05/2016 - 16:41

Oltre il 60% della produzione degli antibiotici mondiale viene impiegata negli allevamenti. Normale la trasmissione all'uomo tramite la carne e la conseguente assuefazione. RIP

Giorgio Rubiu

Ven, 27/05/2016 - 16:46

@ TonyGiampy - Non c'è bisogno di una razza aliena. Bastano le potenze militari terrestri che continuano a sperimentare con armi chimiche di distruzione di massa. Una di queste potrebbe essere sfuggita al controllo o essere stata rilasciata volutamente e il disastro è fatto. Credo che i distruttori di quello che lei chiama "il nostro mondo" saremo proprio noi.

Tuthankamon

Ven, 27/05/2016 - 16:58

Un'altra HIV-AIDS? Con tutta la nostra superbia e prosopopea siamo capaci solo di fare un casino dietro l'altro! Un po' di umiltà non guasterebbe e forse faremmo qualche guaio in meno.

facendis

Ven, 27/05/2016 - 17:00

Ci vorrebbe un batterio contro i deficenti e i ladri, allora si che sarebbe da lasciarlo fare!!!!

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Ven, 27/05/2016 - 17:02

Aglio-cipolla-peperoncino,il vero antibiotico all'italiana . Per vivere a lungo e bene. Ne dimostra il fatto che l'italia e il giappone sono le piu sane e longe...come" cavolo si dice" del mondo.

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 27/05/2016 - 17:03

Mah...ho la sensazione che la natura sia incavolata nera con gi umani, d'altronde fino a tutto il medio evo la peste o il vaiolo dimezzavano la popolazione europea. Devo dire che con aids ci è andata di lusso, poteva diventare una strage apocalittica.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 27/05/2016 - 17:07

Pastello, geniale. Noi Italiani abbiamo nel DNA una macchina di anticorpi che non ha eguali nell'universo. Sopravviviamo da decenni ai nostri politicanti, quindi i super batteri ci fanno un baffo.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 27/05/2016 - 17:39

Gia' abbiamo Renzi & Co, il terrorismo, le calamita naturali, gli invasori islamici, adesso anche il batterio superresistente (sara mica anche lui ROSSO?). Ma insomma, non c'e' proprio pace per noi esseri umani, ma chi ce lo fa fare di venire al mondo?.......

Ritratto di MLF

MLF

Ven, 27/05/2016 - 17:50

Per certo le mutazioni avvengono di continuo, creando l'individuo (batterio, in questo caso) piu' consono alla sopravvivenza. I batteri poi hanno questa capacita' estremamente spiccata. Si modificano sviluppando resistenza crescente ai farmaci che li debellano, rendendoli l'arma chimica perfetta.

claudio63

Ven, 27/05/2016 - 17:58

PONTALTI, QUESTO E' IL SUO CAMPO PROFESSIONALE, O COMUNQUE VICINO AD ESSO, PERCHE NON SI PRONUNCIA?

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 27/05/2016 - 18:03

quindi un enorme riduzione "fisiologica" della popolazione africana, indiana, cinese? ritorneremo ai 3 miliardi, in quei paesi, sopratutto india e africa,

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 27/05/2016 - 18:08

"[...]ricercatori cinesi ed inglesi avevano trovato batteri della razza resistente a colistin in maiali ed in alcune persone in Cina": il batterio dell'apocalisse arriverà dalla Cina. La Cina è stata creata per distruggere il mondo!

Anonimo (non verificato)

beale

Ven, 27/05/2016 - 18:14

nel popolo è necessario tenere vive le paure; anche questa è politica, per rioffrire al popolo il rifugio delle religioni.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 27/05/2016 - 18:17

Il batterio e' stato rinvenuto in allevamenti di maiali.....e siccome gli islamici non mangiano carne di maiale.....SIAMO FOTTUTI!!!! ma non sara' l'isis a farci fuori, o l'islam, ma un banale batterio....chi l'avrebbe mai detto? Che fortunati questi islamici.....

flip

Ven, 27/05/2016 - 18:40

il batterio che resta nel cadavere che fa? campa o muore anche lui?

Anonimo (non verificato)

nova

Ven, 27/05/2016 - 18:49

I mangimi per animali d'allevamento sono infarciti di tonnellate di antibiotici, anche di quelli di ultima generazione come i fluorochinoloni e pertanto le specie viventi sono alle prese con superbatteri. Gli antibiotici poi sono farmaci che debellano l'infezioni con un singolo trattamento mentre la ricerca farmaceutica si impegna esclusivamente nello sviluppo di farmaci da ingerire a vita (statine, gastroprotettori, anti-ipertensivi, cortisonici, insulina) o farmaci da inoculare a tutta la popolazione sana, cioè i famigerati e costosi vaccini.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 27/05/2016 - 18:52

quante menate----il batterio esiste ed è stato isolato-----da domani si inizia a fare un vaccino----al quale non si arriverà mai ---ma a medicinali che contengano la sua virulenza si----ci saranno milioni di malati cronici ma con una discreta qualità della vita--e ci saranno le case farmaceutiche che si quoteranno in borsa ---hasta siempre

onurb

Ven, 27/05/2016 - 18:55

Non vorrei apparire come il solito xenofobo, razzista, ecc., ecc., ma non è che per caso la promiscuità che va tanto di moda oggi contribuisca a formare queste forme di batteri insensibili a ogni tipo di medicinale, oltre, ovviamente, alla pessima abitudine di prendere ogni tipo di antibiotico al primo starnuto, quando è risaputo che contro i virus l'antibiotico non serve a nulla?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 27/05/2016 - 19:02

e quale batterio peggio del sinistroide buonista, può sterminare le civiltà. Non c'è bisogno che arriva dallAmerica, l'abbiamo in casa nostra.

rosa52

Ven, 27/05/2016 - 19:02

alla fine e' la natura stessa che si ribella alle forzature dell' uomo!

Una-mattina-mi-...

Ven, 27/05/2016 - 19:08

Prossimamente, su questi schermi

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 27/05/2016 - 19:25

---onurb---chi aveva il tuo pensiero riguardo all'affacciarsi sul mondo dell'hiv---si è dovuto ricredere --smentito dalla storia---ora tu per questo batterio ricominci con la stessa solfa? ----l'idiozia è un pozzo senza fondo--ma tu ci sei riuscito a toccarlo---hasta siempre

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 27/05/2016 - 19:35

Tanto siamo perduti lo stesso: anche a trovarlo un nuovo antibiotico, ricominceremmo a prenderlo al primo raffreddore, rendendolo, così, nuovamente inutile!

Ritratto di pigielle

pigielle

Ven, 27/05/2016 - 19:50

Avviso a chi a chiamato in causa PONTALTI...non preoccupatevi "PONTALTI C'E'" ...un po di pazienza, Wikipedia mica si può leggere tutta d'un fiato.....

Ritratto di hermes29

hermes29

Ven, 27/05/2016 - 21:47

Continuate pure con gli esperimenti che volutamente vi sfuggono al controllo di laboratorio: dopo tanti morti e finanziamenti di STATO, l'industria farmaceutica attende che la trasmissione sia più diffusa, cosi da ricapitalizzare il progetto iniziale. (hanno già l'antibiotico di nuova generazione) Stiamo parlando di batteri, non di virus! QUESTO BATTERIO ESCE DA LABORATORI; spero che distrugga anche i suoi creatori.

Aegnor

Ven, 27/05/2016 - 21:56

E' la legge della natura,siamo troppi e la terra non ci sopporta più,alcune specie come i lemming,quando la popolazione supera la quota consentita si buttano dalle scogliere,i topi si danno al cannibalismo,noi,begli ultimi secoli,abbiamo avuto due guerre mondiali,dopo le quali,c'è sempre stato un periodi benessere,ora siamo a un punto critico,se non ci pensiamo noi,la natura si ribella e agisce per conto suo.

swiller

Ven, 27/05/2016 - 22:02

Pastello concordo ottima risposta.

Ritratto di iovotosalvini

iovotosalvini

Ven, 27/05/2016 - 23:18

prima sfornano malattie nuove. Secondo trovano introiti vantaggiosi x le farmaceutiche! Che maledetti basta.rd.i!

Raoul Pontalti

Sab, 28/05/2016 - 01:29

@claudio63 per ragioni personali (lutto in famiglia) non ho voglia di verificare sui siti specializzati di che stipite di E. coli si tratti. Scrivo ora solo per svagarmi e non intristirmi troppo. Escherichia coli è un commensale comune nel tratto intestinale dell'umana specie e degli animali domestici. Alcuni stipiti assumono caratteri di patogenicità e possono dare luogo a infezioni localizzate al di fuori del tratto intestinale e sistemiche. Gli stipiti verocitotossici sono ad alta letalità. Praticamente tutti gli stipiti patogeni sono da considerarsi zoonosi (ossia malattie provenienti dagli animali). Il reperto urinario nel caso in questione non è però indicativo di nulla, trattandosi di una femmina (anatomia!) specie se sessualmente attiva e in modo promiscuo. La resistenza agli antibiotici ha svariate cause, anche ospedaliere. Vedremo gli esiti epidemiologici legati a questo stipite di E. coli.

Ritratto di Overdrive

Overdrive

Sab, 28/05/2016 - 09:31

uccide il 50% delle persone contagiate. nessuna apocalisse. al massimo un grosso repulisti.... e si che cominciamo ad essere troppi e mamma natura interviene

elpaso21

Sab, 28/05/2016 - 11:04

Dieci anni fa non c'erano 'sti problemi, ma cosa sarà successo?

diegom13

Sab, 28/05/2016 - 11:17

Capisco male, o state dicendo che i cinesi non sono esseri umani? Sottotitolo: "Trovato per la prima volta in un essere umano una specie di escherichia coli superesistente agli antibiotici". Nell'articolo: "avevano trovato batteri della razza resistente a colistin in maiali ed in alcune persone in Cina". Attenzione poi a frasi del tipo "che in alcuni casi può arrivare ad uccidere il 50% delle persone che ne vengono contagiate", senza spiegare quali casi (ospizi, per intenderci). Usare il dato più elevato per "vendere" il pezzo invece del più serio tasso di mortalità (peraltro poco attendibile in questo caso, considerata la casistica praticamente nulla) non è molto deontologico. Infine, non mi pare che si possa contrarre un microorganismo. Si contrae una malattia, non un microorganismo, benché questo possa poi essere causa o veicolo della malattia.

onurb

Sab, 28/05/2016 - 11:23

elkid. Fortunatamente ci sono le persone molto intelligenti come te, per le quali ho sempre in serbo una poesia che mi esce dal cuore: penso e ripenso e del pensare son pazzo. A cosa penso? Ma penso a te testa di rapa. Finora non ero ancora riuscito a trovare una rima baciata, ma con te sono certo di averla trovata.

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Sab, 28/05/2016 - 11:26

@overdrive...centrato in pieno, e non saranno gli italiani a essere ripuliti !

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 28/05/2016 - 11:41

Una volta le guerre erano la purga dell'umanita', un bel repulisti e si ricominciava. Oggi che perlomeno in occidente e' anni che non ce ne sono piu' ci penseranno i batteri a dare una sfoltita.

michele lascaro

Sab, 28/05/2016 - 11:57

Il ceppo pericoloso di Escherichia Coli è endemico del Centro America. Uno degli ultimi Congressi internazionali di infettivologia, cui ho partecipato, esattamente una ventina d'anni fa a Vienna, dedicò un'unica sessione, una mattinata piena, a questo problema irrisolvibile, con mortalità alta, completa insensibilità ad antibiotici, senza che ci sia ancora un vaccino, perché solo il vaccino adatto potrebbe debellare. Sono passati vent'anni e il vaccino non esiste. Da noi abbondano i casi, asintomatici, di "permanenza" in quantità elevatissime, del germe in infezioni urologiche o intestinali, ma con scarsissima espressione clinica. A volte si sono tentate terapie antibiotiche, tutte inutili. Ma, per fortuna, da noi non esiste il ceppo pericoloso. Ora se ne parla solo perché un caso, tra l'altro in U.S.A, e asintomatico, è venuto allo scoperto.

Ritratto di hermes29

hermes29

Sab, 28/05/2016 - 15:19

Con l'Italia ridotta alla fame al50% con carenze alimentari per economia di spesa che include principalmente, i mancati controlli sanitari perché soggetti ad esosi ticket, non ci vuole molto a capire che i primi che se ne andranno saranno gli anziani. Cosi si risparmia sulle pensioni? Quando si da PUBBLICAMENTE un allarme sanitario STORICAMENTE è già "fuori controllo" Chi da la notizia? La dai tu? Se poi il pericolo rientra chi se la prende la responsabilità del procurato falso allarme? "L'OMS" non bisogna creare allarmismi. Con un virus chiudi le frontiere, con un batterio come si fa ad isolarlo senza poter accertare la trasmissione?

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 28/05/2016 - 17:30

I bravi sinistri ci stanno riempiendo la nostra terra di negroni da spaccare il mondo, chiamandoli 'migranti', e pensano di scappottarsela dalla 'scherichia del c@@o' andandosene nel 'chiantischire' come i giovanotti del Decamerone se ne andavano nella villa fuori Firenze per coglionare la peste. Se Dio esiste non gli deve essere permesso! O ci penseremo noi!