Benedetto XVI si confessa: "Ecco perché lasciai il pontificato"

Benedetto XVI racconta: "Durante il viaggio in Messico e a Cuba sperimentai una grande stanchezza e capii che dovevo lasciare"

Il 12 settembre 2006 Ratzinger tenne una lectio magistralis a Ratisbona

Benedetto XVI torna a parlare. E lo fa in una lunga intervista al teologo Elio Guerriero per Repubblica, in cui racconta gioie e difficoltà del proprio "pontificato emerito", che si protrae ormai da tre anni e mezzo.

Joseph Ratzinger ritorna sui motivi che nei primi mesi del 2013 lo indussero alla clamorosa decisione di rinunciare all'ufficio papale, primo pontefice ad abbandonare spontaneamente il Soglio di Pietro dopo sei secoli. Una "grande stanchezza", manifestatasi durante il viaggio del 2012 in Messico e a Cuba, quando Benedetto si rese conto di non essere più in grado di sopportare trasferte transoceaniche, troppo faticose per un uomo anziano.

In previsione della Giornata Mondiale della Gioventù organizzata a Rio de Janeiro nel 2013, il papa decise così di ritirarsi, avendo "sperimentato con forza i limiti della propria resistenza fisica".

Una decisione non facile, ma supportata dalle tante attestazione di affetto dei fedeli e soprattutto dall'affidamento totale a Dio, alla Madonna e ai Santi, che lo hanno aiutato a "fare ciò che dovevo fare ma non ptoevo fare da solo".

Il pontefice emerito si è quindi soffermato a parlare anche del rapporto specialissimo con il suo successore papa Francesco: una relazione definita "di comunione profonda e di amicizia", ma anche di "indiscussa obbedienza". Francesco, racconta Benedetto XVI, invia speso al proprio predecessore piccoli doni e lettere autografe: prima di ogni viaggio importante non manca mai di far visita al monastero Mater Ecclesiae, dove il papa emerito risiede.

Qui Benedetto conduce una vita di preghiera, studio e riposo, ma non manca di seguire con attenzione gli sviluppi della cronaca. E al proprio intervistatore elargisce un suggerimento: "In una situazione di crisi, l'atteggiamento migliore è quello di mettersi davanti a Dio con il desiderio di ritrovare la fede per poter proseguire nel cammino della vita."

Commenti
Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 24/08/2016 - 12:32

Non credo a nulla di quanto ha detto.

meverix

Mer, 24/08/2016 - 13:00

A mio avviso "lo hanno fatto rinunciare"!

DIAPASON

Mer, 24/08/2016 - 13:18

"In una situazione di CRISI,l'atteggiamento migliore e' quello di mettersi davanti a dio con il desiderio di RI-TROVARE la fede." Parole sottili da analizzare attentamente.

il sorpasso

Mer, 24/08/2016 - 13:41

Mi manchi tanto.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mer, 24/08/2016 - 13:59

Quale dottore o Dio abbia dett o andare a fare giri del mondo per dire messe? Dio c'è ovunque, e sprecare tanto danaro dei fedeli generosi , ma non spesi per i bisognosi? Papa wojtyla quanto mld£ ha speso per giri del mondo inutili? A Milano con 10.000 Agenti e transenne e straordinario spesi oltre 20mld£ ! Caro Papa emerito nun c'è penza'

FRANZJOSEFVONOS...

Mer, 24/08/2016 - 14:08

RITORNA E RISTABILISCI IL CATTOLICESIMO IN VATICANO E IN ITALIA

donzaucker

Mer, 24/08/2016 - 14:39

Ve lo spiego io il motivo: stava sulle palle a tutti e la chiesa ha bisogno di una svecchiata.

elio2

Mer, 24/08/2016 - 14:47

La scusa non regge non è che il papa si alza la mattina per andare a lavorare nei campi e neppure lo obbligano a fare il giro del mondo. Lo hanno fatto dimettere per interessi diversi alla chiesa, come fu con Giovanni Paolo 1°, poi ogni uno la pensi come vuole.

Una-mattina-mi-...

Mer, 24/08/2016 - 14:58

Excusatio non petita, accusatio manifesta.

Dordolio

Mer, 24/08/2016 - 15:38

Mi associo a Lettore57. Non ci credo affatto. Anche se non è un gesuita.

amedeov

Mer, 24/08/2016 - 15:38

Santità Emerito Lei è stato dimesso come è stato costretto Berlusconi a dimettersi

Ritratto di MLF

MLF

Mer, 24/08/2016 - 16:29

Mi sa che quell'ultima frasetta racchiude molto piu' di quanto dica.

stamicchia

Mer, 24/08/2016 - 16:56

La Verità nella maggior parte dei casi va ricercata nella semplicità. Ha rinunciato perché non c'è la faceva più fisicamente: non c'è alcuno spazio per i seguaci di teorie complottiste.

leserin

Mer, 24/08/2016 - 17:47

Patetico tentativo di coprire qualche fatto inenarrabile.

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 24/08/2016 - 18:24

Tutto questo è molto strano. Gesù Cristo, per salvarci si è fatto crocifiggere e lui per problemi fisici rinuncia al "Papato". Non ci credo. Non ha rinunciato chi lo ha preceduto che ne avrebbe avuto ragione.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mer, 24/08/2016 - 18:44

Essendo tedesco, per di più bavarese, non è uno abituato a mollare facilmente... per me c'è puzza di bruciato. Si dovrebbe leggere tra le righe.

nomadi

Mer, 24/08/2016 - 18:46

Ci manchi tanto

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 24/08/2016 - 19:01

Spero sia così, ma qualcosa non mi convince. Anche se la verità non la sapremo mai.

Ritratto di jasper

jasper

Mer, 24/08/2016 - 19:11

E' una motivazione fasulla. Se i viaggi transoceanici gli pesavano bastava che rimanesse a Roma come fa ora. Mica erano bbligatori quei voli. E' ovvio che i motivi erano altri.

Cheyenne

Mer, 24/08/2016 - 19:25

se fosse stato stanco dei viaggi transoceanici, nessuno lo obbligava a farli. Oltretutto il papa è diventato un commesso viaggiatore e questo non è un bene. Non voglio citare dante ma penso che per celestino il vate avesse ragione.

antonmessina

Mer, 24/08/2016 - 20:13

cerca di tornare Benedetto! chi ti ha sostituito è un papa nero

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 24/08/2016 - 21:24

Ratzinger è una persona per bene, malgrado i suoi natali, mentre non credo al suo successore, ormai detto il papa nero. La sua dichiarazione è generosa, ma in tanti pensano che sia stato sospinto a lasciare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 24/08/2016 - 21:57

non era obbligato a girare il mondo. Solo gli ultimi Papi hanno iniziato a girare più frequentemente, non ne parliamo di Wojtyla che sembrava un libertino.Ha quasi speso più lui in viaggi che il nostro debito pubblico, senza contare che è andato a rompere l'anima in luoghi con alta percentuale di islamici....e mi sa che si sono arrabbiati sul serio.

joecivitanova

Mer, 24/08/2016 - 22:13

..eh già, lo hanno 'invitato' a dire questo e il Papa, che desidera vivere ancora qualche annetto, per cercare, probabilmente, di scoprire cosa c'è ancora un po' veramente nella fede, ha accettato, tutto qui. g.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Mer, 24/08/2016 - 22:35

Ma non è che, per caso, gli sia scappato di dire che voleva fare pulizia in Vaticano, e gli hanno prospettato o le dimissioni o un caffè corretto "modello Giovanni Paolo I"

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 24/08/2016 - 23:47

Ma qualcuno ci crede? Siamo seri, suvvia!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 24/08/2016 - 23:54

L'anomalia non è il ritiro di Benedetto XVI ma l'avvento di un papa marxista come Francesco I.

setfree

Gio, 25/08/2016 - 00:31

Concodo con Flex, il Santo Giovanni Paolo II non ha ceduto alla malattia, Benedetto XVI mi sembra tutt'ora in buona salute...

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Gio, 25/08/2016 - 00:52

come si fa a credere a queste cose ? io , non credo neanche ad una parola di quello che ha detto , il motivo per cui ha lasciato , sarà ben diverso dalla scusa delle stanchezza e ai comuni mortali , non è dato saperlo .

Popi46

Gio, 25/08/2016 - 07:23

Benedetto sei un Grande,io credo alle tue parole perché' sono convinta che una cosa sia guidare le menti e le anime nel cammino verso la vita eterna,tutt'altra governare una Curia vaticana,notoriamente nido di serpi

Linucs

Gio, 25/08/2016 - 08:00

L'hanno buttato fuori perché ci voleva uno disposto a parlare di quanto sono belli arabi e negri dalla mattina alla sera.

Ritratto di Caprimulgo

Caprimulgo

Gio, 25/08/2016 - 08:01

Mi pare chiaro che era ricattato. Vi ricordate l'episodio del maggiordomo che gli sottrasse dei documenti ma che; "l'aveva fatto per il suo bene ?". Intrighi di corte. dei più ributtanti.

Totonno58

Gio, 25/08/2016 - 08:30

Ma lasciatelo in pace!

vernunftigo

Gio, 25/08/2016 - 08:52

Da laico e laicista, stimavo questo papa, perché aveva il coraggio di confrontarsi con il pensiero moderno. La sua tesi, critica verso quello che lui chiamava "Relativismo", mi trovava ovviamente contrario, perché ni sembrava un modo per cercare di riaffernare un dogmatismo religioso storicamente costruito in modo artificioso, ma dimostrava che egli era consapevole, nella sua posizione, di doversi confrontare con gli sviluppi della scienza, con il progresso dei sistemi politici introdotto dal costituzionalismo e, più in generale, con il pensiero odierno anche filosofico. Gli auguro di trascorrere in pace il meritato riposo e mi astengo dal fare paragoni.

Ritratto di Turzo

Turzo

Gio, 25/08/2016 - 09:15

Per favore rimanda a casa sto gaucho vestito di bianco, fa vomitare!

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 25/08/2016 - 09:45

L'accettazione del Papato equivale ad un matrimonio a tutti gli effetti. Un matrimonio serio, però, non come quelli di ora. Tanto per intendersi, "finché morte non ci separi". Morte, non stanchezza o lombaggine...

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 25/08/2016 - 10:18

Non mi convince tanto, forse si dovrebbe leggere tra le righe della sua dichiarazione per cogliere la verità. Io lo ritengo sempre e comunque il Papa, mentre il signor Bergoglio resta solo e soltanto il signor Bergoglio.