Bengalese molesta 2 sorelle sul treno Verona-Roma

Il racconto choc della ragazza: "Quando mi sono svegliata ho sentito le sue mani dentro, così ho iniziato a gridare aiuto"

Prima ha bussato alla porta dello scompartimento, poi si è steso al centro e ha fatto finta di dormire. Infine, un bengalese con permesso di soggiorno, ha aggredito e palpeggiato due sorelle. Lo racconta Il Messaggero.

È successo tutto su un treno partito da Verona e diretto a Roma. Come racconta Il Messaggero, "il calvario ha inizio nel chiuso di uno scompartimento del treno proveniente da Verona. Dopo la prima palpatina, le due studentesse hanno intimato allo straniero di smetterla, ricevendo un sorriso sornione, poi sarebbero tornate a dormire. 'Quando mi sono svegliata - ha detto la vittima - ho sentito le sue mani dentro, così ho iniziato a gridare aiuto'. È stata la sorella ad allertare il capotreno. Cercando tra i vagoni, i poliziotti hanno trovato il bengalese. Le due studentesse sono state accompagnate a casa dai genitori, mentre l’uomo è stato rinchiuso in prigione".

Commenti

cgf

Gio, 24/09/2015 - 17:27

i RIFIGIATI sono in maggioranza maschi giovani con desideri sessuali forti, la 'dispensatrice di consigli' agl'italiani non ha problemi a salvaguardare la propria figlia da queste 'risorse', sono le ragazze 'normali' ad essere nel mirino.

maricap

Gio, 24/09/2015 - 18:47

... e mi sembra giusto, dopo il permesso di soggiorno, bisognerà pur dargli anche qualcos'altro. Come dire panem et circensis.