Benzina: così cambiano i prezzi alla pompa

Mentre i mercati vivono sulle montagne russe, si muove il prezzo della benzina

Mentre i mercati vivono sulle montagne russe, si muove il prezzo della benzina. I mercati internazionali dei prodotti petroliferi sono infatti in deciso rimbalzo, ma intanto i prezzi raccomandati sulla rete carburanti italiana hanno registrato nel fine settimana una nuova sfilza di ribassi, non vedendo nella brusca accelerazione delle quotazioni segnali concreti per una possibile inversione di tendenza. A muoversi su benzina e diesel, in particolare, sono state stavolta TotalErg (-1 e -0,5 cent), Tamoil (-1 cent) e Q8-Shell (-1 cent).

Sul territorio, di conseguenza, sempre più marcata la discesa dei prezzi praticati. Più in dettaglio, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della verde va, a seconda dei diversi marchi, da 1,380 a 1,440 euro/litro (no-logo 1,364). Per il diesel si rilevano prezzi medi self che passano da 1,185 a 1,228 euro/litro (no-logo a 1,165). Quanto al servito, per la benzina i prezzi medi nazionali praticati sugli impianti colorati vanno da 1,434 a 1,552 euro/litro (no-logo a 1,393), il diesel da 1,239 a 1,352 euro/litro (no-logo a 1,196) e il Gpl da 0,534 a 0,569 euro/litro (no-logo a 0,538).