Benzina, i prezzi aumentanoe gli italiani lasciano l'autoA rischio il ponte pasquale

A marzo cala il traffico autostradale del 10%. A rischio 5mila pompe di benzina. <strong><a href="http://www.ilgiornale.it/interni/dalle_pompe_biancheai_piccoli_accorgime... target="_blank">COME RISPARMIARE BENZINA: LA MAPPA DELLE POMPE LOW COST<br /></a></strong>

Con il prezzo della benzina che viaggia inesorabilmente verso i due euro al litro, c’è chi si affida alle cosiddette "pompe bianche", c’è chi riduce la pressione sul pedale dell’acceleratore per far diminuire i consumi, c'è chi lascia l'auto in garage e c’è chi mette a disposizione i propri posti liberi in macchina "affittandoli" ad altre persone intenzionate a percorrere la stessa tratta.

Quest'ultima tendenza è testimoniata dai dati del sito dedicato all'auto condivisa postoinauto.it, secondo i quali nelle ultime quattro settimane si sono registrati sedicimila posti condivisi

Cifre da record, considerando che nello stesso periodo dell’anno scorso i posti offerti erano stati meno di seimila. Un altro effetto dell'aumento del prezzo dei carburanti è la contrazione dei consumi, unita al calo del traffico veicolare sulle autostrade, agli entroiti erariali che non crescono e all'indotto economico creato dai viaggi (autogrill, shopping...) che diminuisce.

Secondo i dati citati da ItaliaOggi, a marzo il traffico sulle autostrade è calato del 10% medio. Un dato che, lamenta la Cisl, potrebbe addirittura portare alla chiusura di 5mila stazioni di servizio con 10mila posti di lavoro in pericolo.

Insomma, gli italiani stanno smettendo di viaggiare e c'è da scommettere che per il ponte pasquale siano in molti a non prendere l'auto.

Commenti

matrix2008

Mer, 04/04/2012 - 14:54

che meraviglia dovremmo lasciare ferma l'auto per un mese tutti quanti per protesta ma proprio tutti daremmo un esempio di civiltà al Governo che ci deruba dei nostri risparmi, maledetto.

Lugar

Mer, 04/04/2012 - 14:56

Vedo la mia realtà che non è delle peggiori anzi posso dire che come ex dirigente in pensione sono sopra la media, nonostante ciò ho drasticamente ridotto i viaggi in macchina, uso l'aereo che costa meno del treno, non vado più ai supermercati ma ai mercatini, ho dimenticato i ristoranti, teatro, cinema ecc. Con questo sistema riesco a vivere solo tre settimane al mese con la mia pensione.

matrix2008

Mer, 04/04/2012 - 14:54

che meraviglia dovremmo lasciare ferma l'auto per un mese tutti quanti per protesta ma proprio tutti daremmo un esempio di civiltà al Governo che ci deruba dei nostri risparmi, maledetto.

Lugar

Mer, 04/04/2012 - 14:56

Vedo la mia realtà che non è delle peggiori anzi posso dire che come ex dirigente in pensione sono sopra la media, nonostante ciò ho drasticamente ridotto i viaggi in macchina, uso l'aereo che costa meno del treno, non vado più ai supermercati ma ai mercatini, ho dimenticato i ristoranti, teatro, cinema ecc. Con questo sistema riesco a vivere solo tre settimane al mese con la mia pensione.

ettore10

Mer, 04/04/2012 - 15:06

Anche per questa situazione cì+ il lato positivo. Meno male!!!!

ettore10

Mer, 04/04/2012 - 15:06

Anche per questa situazione cì+ il lato positivo. Meno male!!!!

Nadia Vouch

Mer, 04/04/2012 - 15:46

Il problema è davvero rilevante per coloro che abitano laddove l'automobile non è un capriccio, bensì è strumento di contatto civile sia per lavoro che per contatto con i centri urbani. Chi abita nelle periferie non servite da mezzi pubblici, chi in luoghi di pianura o di montagna, che deve fare? L'auto è indispensabile.

Nadia Vouch

Mer, 04/04/2012 - 15:46

Il problema è davvero rilevante per coloro che abitano laddove l'automobile non è un capriccio, bensì è strumento di contatto civile sia per lavoro che per contatto con i centri urbani. Chi abita nelle periferie non servite da mezzi pubblici, chi in luoghi di pianura o di montagna, che deve fare? L'auto è indispensabile.

Ritratto di asarum

asarum

Mer, 04/04/2012 - 16:00

Il Giornale mi da la lista dei distributori low cost.....cosa devo fare girare mezza citta per risparmiare 4 o 5 Euro????Perche non dite che il governo( scellerato ) deve abassare le accise( tasse)o congelarle. In Svezia con la benzina a un costo meno del nostro il governo congela le tasse sulla benzina!!!!!Ma che si puo sperare da monti.....niente,ha esonerato le banche dall'IMU!!!!!Tutto detto.

Ritratto di asarum

asarum

Mer, 04/04/2012 - 16:00

Il Giornale mi da la lista dei distributori low cost.....cosa devo fare girare mezza citta per risparmiare 4 o 5 Euro????Perche non dite che il governo( scellerato ) deve abassare le accise( tasse)o congelarle. In Svezia con la benzina a un costo meno del nostro il governo congela le tasse sulla benzina!!!!!Ma che si puo sperare da monti.....niente,ha esonerato le banche dall'IMU!!!!!Tutto detto.

blackbird

Mer, 04/04/2012 - 17:15

Poi i si lamenta che la montagna si spopola. Oltre i mille metri di quota il riscaldamento funziona 10 mesi all'anno, e qualche volta anche 11. Il gas o il gasolio non lo regalano, anzi costa più che in pianura (gli autocarri devono risalire pieni e consumano parecchio). Per comprae il pane e il latte devono recarsi nei centri più grandi di fondovalle quotidianamente e il carburante costa non poco. Pagano l'IMU più degli altri perché i Comuni hanno grandi spese per la manutenzione del territorio, le strade, la neve ecc. Vivere in alta quota costa molto di più che vivere a fondovalle o in pianura. E la montagna si spopola...

blackbird

Mer, 04/04/2012 - 17:22

Certo che con l'aumento delle accise sui carburanti il furbo Monti ha ottenuto dei buoni risultati, per i gestori delle pompe e il gettito dell'erario oltreconfine. Sono ritornate le file ai distributori sloveni (facendo il pieno al mio veicolo 80-85 litri risparmio 37 cent/litro: 30Euro circa). Ma non basta: i fumatori si comprano le sigarette e mi dicono di risparmiare parecchio. E dato che si sono fatti una ventina di chilometri la gente fa una cappatina alle macellerie, e il risparmio aumenta. Tutte spese in paese straniero, tutte tasse e accise versate ad uno stato straniero. Bravo Monti, tra poco riceverai le onorificenze da Slovenia, Austria, Svizzera e Francia!

blackbird

Mer, 04/04/2012 - 17:15

Poi i si lamenta che la montagna si spopola. Oltre i mille metri di quota il riscaldamento funziona 10 mesi all'anno, e qualche volta anche 11. Il gas o il gasolio non lo regalano, anzi costa più che in pianura (gli autocarri devono risalire pieni e consumano parecchio). Per comprae il pane e il latte devono recarsi nei centri più grandi di fondovalle quotidianamente e il carburante costa non poco. Pagano l'IMU più degli altri perché i Comuni hanno grandi spese per la manutenzione del territorio, le strade, la neve ecc. Vivere in alta quota costa molto di più che vivere a fondovalle o in pianura. E la montagna si spopola...

blackbird

Mer, 04/04/2012 - 17:22

Certo che con l'aumento delle accise sui carburanti il furbo Monti ha ottenuto dei buoni risultati, per i gestori delle pompe e il gettito dell'erario oltreconfine. Sono ritornate le file ai distributori sloveni (facendo il pieno al mio veicolo 80-85 litri risparmio 37 cent/litro: 30Euro circa). Ma non basta: i fumatori si comprano le sigarette e mi dicono di risparmiare parecchio. E dato che si sono fatti una ventina di chilometri la gente fa una cappatina alle macellerie, e il risparmio aumenta. Tutte spese in paese straniero, tutte tasse e accise versate ad uno stato straniero. Bravo Monti, tra poco riceverai le onorificenze da Slovenia, Austria, Svizzera e Francia!

matrix2008

Mer, 04/04/2012 - 18:02

Un Appello A Tutti Gli Italiani: A Pasquetta Stiamo Tutti In Citta' Passiamolo Al Museo, In Famiglia. Per Favore Non Spendete Nulla Protastiamo Contro Questo Governo Ladro Di Ladri E Massoni. Riprendiamoci La Nostra Dignita' Di Cittadini Sovrani. Restiamo A Casa E Non Spendiamo Nulla Ninte Consumi Niente Iva Ed Accise Ricordatelo Bicicletta E Niente Ristoranti. Per Favore Fatelo E' Importante, Grazie

MEFEL68

Mer, 04/04/2012 - 18:09

E' evidente che questo Governo e i politici che lo sostengono preferiscono che la gente si suicidi, che le fabbriche chiudano con conseguente aumento della disoccupazione, che l'aumento delle imposte dirette e indirette ci tolga quello spicchio di tranquillità, non benessere, del quale ci accontentavamo, pur di mantenere i loro lussi e privilegi. Come si fa a darsi degli stipendi da nababbi pur sapendo di lnon meritarli? Fra chi mi legge, non c'è qualcuno che sappia se questi signori si possono denunciare alla Magistratura (sic), all'UE, all'ONU o altro? Se non li fermiamo in tempo fra poco invidieremo la Grecia.

matrix2008

Mer, 04/04/2012 - 18:02

Un Appello A Tutti Gli Italiani: A Pasquetta Stiamo Tutti In Citta' Passiamolo Al Museo, In Famiglia. Per Favore Non Spendete Nulla Protastiamo Contro Questo Governo Ladro Di Ladri E Massoni. Riprendiamoci La Nostra Dignita' Di Cittadini Sovrani. Restiamo A Casa E Non Spendiamo Nulla Ninte Consumi Niente Iva Ed Accise Ricordatelo Bicicletta E Niente Ristoranti. Per Favore Fatelo E' Importante, Grazie

MEFEL68

Mer, 04/04/2012 - 18:09

E' evidente che questo Governo e i politici che lo sostengono preferiscono che la gente si suicidi, che le fabbriche chiudano con conseguente aumento della disoccupazione, che l'aumento delle imposte dirette e indirette ci tolga quello spicchio di tranquillità, non benessere, del quale ci accontentavamo, pur di mantenere i loro lussi e privilegi. Come si fa a darsi degli stipendi da nababbi pur sapendo di lnon meritarli? Fra chi mi legge, non c'è qualcuno che sappia se questi signori si possono denunciare alla Magistratura (sic), all'UE, all'ONU o altro? Se non li fermiamo in tempo fra poco invidieremo la Grecia.

ghorio

Mer, 04/04/2012 - 19:03

Abbasso i "ponti". Questo dovrebbe essere il grido dell'italiano medio. Mi rendo conto che dietro i"ponti" ci sono posti di lavoro nel turismo, nel settore del commercio(ristoranti e pizzerie), ma è la realtà di quest'Italia. Il ministro Passera che avrebbe dovuto risolvere il problema di noi italiani per dare il via allo sviluppo economico, addirittura non ha indetto alcun incontro con i petrolieri(le sette sorelle esistono ancora e sono forti). La case automobilstiche invece di costruire auto che conumano un litro ogni cento chilometri, si guardano bene dal farlo e poi si lamentano del calo delle immatricolazioni. Per quanto riguarda le autostrade, gli aumenti pesano e sono superiori all'inflazione. Non solo: gli stipendi degli statali sono fermi , i pensionati con importi superiori a 1400 euro sono i nuovi ricchi, perchè le loro pensioni sono bloccate. A questo punto , chi spende? Solo i super ricchi e i parlamentari e consiglieri regionali.Giovanni Attinà

Battaglia

Mer, 04/04/2012 - 19:05

a rischio il ponte pasquale??? questa si che è una bella battuta!! e vuoi far rinunciare agli italiani le ferie?nun sia mai!!!! con o senza benzina a 2€

ghorio

Mer, 04/04/2012 - 19:03

Abbasso i "ponti". Questo dovrebbe essere il grido dell'italiano medio. Mi rendo conto che dietro i"ponti" ci sono posti di lavoro nel turismo, nel settore del commercio(ristoranti e pizzerie), ma è la realtà di quest'Italia. Il ministro Passera che avrebbe dovuto risolvere il problema di noi italiani per dare il via allo sviluppo economico, addirittura non ha indetto alcun incontro con i petrolieri(le sette sorelle esistono ancora e sono forti). La case automobilstiche invece di costruire auto che conumano un litro ogni cento chilometri, si guardano bene dal farlo e poi si lamentano del calo delle immatricolazioni. Per quanto riguarda le autostrade, gli aumenti pesano e sono superiori all'inflazione. Non solo: gli stipendi degli statali sono fermi , i pensionati con importi superiori a 1400 euro sono i nuovi ricchi, perchè le loro pensioni sono bloccate. A questo punto , chi spende? Solo i super ricchi e i parlamentari e consiglieri regionali.Giovanni Attinà

Battaglia

Mer, 04/04/2012 - 19:05

a rischio il ponte pasquale??? questa si che è una bella battuta!! e vuoi far rinunciare agli italiani le ferie?nun sia mai!!!! con o senza benzina a 2€

ghorio

Mer, 04/04/2012 - 19:14

Abbasso i "ponti", questo dovrebbe essere il grido dell'italiano medio. Mi rendo conto che dietro i"ponti" ci sono tanti posti di lavoro, ma è charo che la situazione difficile non contribuisce al rilancio di questo settore, ma semmai il contrario. Per quanto riguarda la benzina( le sette solrelle esistono e sono forti) il ministro Passera sinora si è guardato bene di chiamare i petrolieri alle loro responsabilità. Le case automobilistiche si guardano bene di costruire auto che consumano un litro ogni cento chilometri, salvo lamentarsi del calo delle immatricolazioni. I prezzi delle auto sono elevati e nessuno dice niente e così via. Le tariffe autostradali aumentano molto di più dell'inflazione Poi c'è da dire che gli stipendi degli statali sono bloccati, i pensionati superiori a 1400 euro hanno le loro pensioni bloccate e sono considerati i nuovi "ricchi". Chi può spendere? I parlamentari, i consiglieri regionali, le attricette, i calciatori,etc. Giovanni Attinà

shapiro49

Mer, 04/04/2012 - 19:15

non è a rischio il -ponte- pasquale bensì la pazienza degli italiani.................

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Mer, 04/04/2012 - 19:45

Facciamoci furbi e passiamo la voce. Usiamo l'auto in meno possibile; non compriamo benzina ai distributori Shell ed Esso, che sono i principali responsabili dei rincari; usiamo i mezzi pubblici; non abbassiamo troppo il pedale dell'acceleratore; usiamo tutti gli accorgimenti per consumare il meno possibile carburante. Un mesetto così e vediamo che succede. Io lo sto facendo da un pò di tempo, cammino a piedi, coi mezi pubblici, uso lo scooter per tragitti lunghi, tempo permettendo, e, non vi nascondo, che stò cominciando a prenderci gusto.

ghorio

Mer, 04/04/2012 - 19:14

Abbasso i "ponti", questo dovrebbe essere il grido dell'italiano medio. Mi rendo conto che dietro i"ponti" ci sono tanti posti di lavoro, ma è charo che la situazione difficile non contribuisce al rilancio di questo settore, ma semmai il contrario. Per quanto riguarda la benzina( le sette solrelle esistono e sono forti) il ministro Passera sinora si è guardato bene di chiamare i petrolieri alle loro responsabilità. Le case automobilistiche si guardano bene di costruire auto che consumano un litro ogni cento chilometri, salvo lamentarsi del calo delle immatricolazioni. I prezzi delle auto sono elevati e nessuno dice niente e così via. Le tariffe autostradali aumentano molto di più dell'inflazione Poi c'è da dire che gli stipendi degli statali sono bloccati, i pensionati superiori a 1400 euro hanno le loro pensioni bloccate e sono considerati i nuovi "ricchi". Chi può spendere? I parlamentari, i consiglieri regionali, le attricette, i calciatori,etc. Giovanni Attinà

shapiro49

Mer, 04/04/2012 - 19:15

non è a rischio il -ponte- pasquale bensì la pazienza degli italiani.................

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Mer, 04/04/2012 - 19:45

Facciamoci furbi e passiamo la voce. Usiamo l'auto in meno possibile; non compriamo benzina ai distributori Shell ed Esso, che sono i principali responsabili dei rincari; usiamo i mezzi pubblici; non abbassiamo troppo il pedale dell'acceleratore; usiamo tutti gli accorgimenti per consumare il meno possibile carburante. Un mesetto così e vediamo che succede. Io lo sto facendo da un pò di tempo, cammino a piedi, coi mezi pubblici, uso lo scooter per tragitti lunghi, tempo permettendo, e, non vi nascondo, che stò cominciando a prenderci gusto.

gianni.g699

Mer, 04/04/2012 - 20:58

Sciopero Dei Consumi A Oltranza !!!!

gianni.g699

Mer, 04/04/2012 - 20:58

Sciopero Dei Consumi A Oltranza !!!!

giottin

Mer, 04/04/2012 - 22:22

Ridurre al minimo l'uso dell'auto, in modo che l'utile per lo stato sia inferiore nonostante gli aumenti del carburante. Tieh!!!

giottin

Mer, 04/04/2012 - 22:22

Ridurre al minimo l'uso dell'auto, in modo che l'utile per lo stato sia inferiore nonostante gli aumenti del carburante. Tieh!!!

CONDOR

Mer, 04/04/2012 - 22:38

Abbiamo Degli Ignoranti Al Governo, Incapaci Di Prevedre Che Aumentando Le Tasse In Questo Modo Avrebbero Finito Con L'incassare Meno Tasse Di Prima, Oltre A Devastare L'economia.

CONDOR

Mer, 04/04/2012 - 22:38

Abbiamo Degli Ignoranti Al Governo, Incapaci Di Prevedre Che Aumentando Le Tasse In Questo Modo Avrebbero Finito Con L'incassare Meno Tasse Di Prima, Oltre A Devastare L'economia.

Ritratto di vecchiomontanaro

vecchiomontanaro

Gio, 05/04/2012 - 06:48

Decisamente il concetto che l' evasione è un contributo al Sud si fà sempre più forte e prende più piede. Solo dei pagliacci vanno la settimana prima di pasqua a fare delle indagini sugli incassi per valutare il fatturato annuo, visto che è la settimana in cui a Capri si incassa meno. Perchè non vanno ad Agosto come andarono a Cortina tra Natale e Capodanno? Molti hanno dei dubbi che Stalin li protegga.

umberto nordio

Gio, 05/04/2012 - 07:11

Forse così i saccentoni al governo capiranno che le risorse si aumentano tagliando le spese inutili o eccessive,quelle ai politici per prime,e non tassando i consumi.Se non ci sono i soldi,i cittadini,in particolare quelli che pagano le tasse,riducono i consumi.Con quello che consegue per le entrate.Ergo tagliare,tagliare,tagliare.....

Ritratto di vecchiomontanaro

vecchiomontanaro

Gio, 05/04/2012 - 06:48

Decisamente il concetto che l' evasione è un contributo al Sud si fà sempre più forte e prende più piede. Solo dei pagliacci vanno la settimana prima di pasqua a fare delle indagini sugli incassi per valutare il fatturato annuo, visto che è la settimana in cui a Capri si incassa meno. Perchè non vanno ad Agosto come andarono a Cortina tra Natale e Capodanno? Molti hanno dei dubbi che Stalin li protegga.

umberto nordio

Gio, 05/04/2012 - 07:11

Forse così i saccentoni al governo capiranno che le risorse si aumentano tagliando le spese inutili o eccessive,quelle ai politici per prime,e non tassando i consumi.Se non ci sono i soldi,i cittadini,in particolare quelli che pagano le tasse,riducono i consumi.Con quello che consegue per le entrate.Ergo tagliare,tagliare,tagliare.....

Pinict

Gio, 05/04/2012 - 08:06

Il ponte pasquale? Serve per saltare direttamente a fine mese?!! Qui se va bene al massimo andiamo ai giardinetti pubblici a prendere un po' d'aria... La guerra della benzina, persa in partenza. Se il 70% del prezzo alla pompa è fatto di tasse, che cosa sperate possa calare? A spese delle compagnie petrolifere??! Il costo industriale, l'agio del rivenditore, trasposrto etc... Se va bene 10 centesimi. Smettete di giocare ai video poker, gratta e vinci, lotterie varie, e vedrete che lo stato si sveglierà!

Pinict

Gio, 05/04/2012 - 08:06

Il ponte pasquale? Serve per saltare direttamente a fine mese?!! Qui se va bene al massimo andiamo ai giardinetti pubblici a prendere un po' d'aria... La guerra della benzina, persa in partenza. Se il 70% del prezzo alla pompa è fatto di tasse, che cosa sperate possa calare? A spese delle compagnie petrolifere??! Il costo industriale, l'agio del rivenditore, trasposrto etc... Se va bene 10 centesimi. Smettete di giocare ai video poker, gratta e vinci, lotterie varie, e vedrete che lo stato si sveglierà!

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 05/04/2012 - 09:21

Che pensavano i nostri scarsissimi governanti, che le cose sarebbero rimaste come prima? Essendo professoroni dell'"iper mega galattica università per soli cervelloni non sfigati mai raccomandati Bocconi Milano" dovrebbero sapere che ad ogni azione, corrisponde una reazione uguale e contraria e che questo principio della fisica trova applicazione anche in economia.

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 05/04/2012 - 09:21

Che pensavano i nostri scarsissimi governanti, che le cose sarebbero rimaste come prima? Essendo professoroni dell'"iper mega galattica università per soli cervelloni non sfigati mai raccomandati Bocconi Milano" dovrebbero sapere che ad ogni azione, corrisponde una reazione uguale e contraria e che questo principio della fisica trova applicazione anche in economia.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 05/04/2012 - 13:23

lasciare l'auto a casa. prendere treno, bus, metro, bici, cavallo , qualsiasi cosa pur di non doversi recare alle pompe di benzina per almeno 30 giorni lavorativi. grosso sacrificio ma la vedete la faccia di Monti quando gli vengono a mancare le accise ?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 05/04/2012 - 13:23

lasciare l'auto a casa. prendere treno, bus, metro, bici, cavallo , qualsiasi cosa pur di non doversi recare alle pompe di benzina per almeno 30 giorni lavorativi. grosso sacrificio ma la vedete la faccia di Monti quando gli vengono a mancare le accise ?