Biella, ancora in azione la gang nordafricana

La polizia costretta ad intervenire tre volte in pochi giorni. I maghrebini infastidiscono donne e buttafuori

In pochi giorni - appena tre - la polizia è stata costretta ad intervenire a Biella. Prima dieci maghrebini hanno aggredito due ragazzi, poi, come scrive L'eco di Biella, "alcuni marocchini si sono resi nuovamente resi protagonisti dii ripetuti episodi di violenza venerdì notte prima in Riva e poi in piazza Martiri della Libertà".

La gang si è appostata nei pressi del locale Hemingway poi, non appena sono passate alcune ragazze hanno cominciato a importunarle, "cercando di impadronirsi delle loro borsette, minacciando violente ritorsioni nei confronti di chiunque si fosse messo di mezzo".

Fortunatamente sono intervenute le forze dell'ordine, costringendo la gang alla fuga. Poche ore dopo, però, i nordafricani sono tornati all'attacco: "Due marocchini hanno prima infastidito in modo pesante due ragazze, hanno raggiunto momenti d'attrito al calor bianco con alcuni 'buttafuori' che avevano appena finito di lavorare".

Giacomo Moscarola, capogruppo della Lega Nord di Biella, ha così commentato questi fatti: "Le problematiche sulla sicurezza nella città di Biella si stanno amplificando sempre di più in quest'ultimo periodo, infatti negli ultimi week end le cronache hanno riportato numerose risse, aggressioni, minacce ai danni di ragazzi biellesi. Tutte queste situazioni avevano un solo filo conduttore: sono state messe in atto sempre dallo stesso gruppetto di nordafricani che si sentono liberi di agire indisturbati in città fregandosene delle denunce, sempre a piede libero. Le istituzioni dovrebbero prendere seri provvedimenti nei confronti di queste persone che mettono in pericolo l'incolumità dei giovani biellesi ogni fine settimana (la scorse settimana c'è stato anche un lancio copioso di sanpietrini)".

Il capogruppo lancia poi una proposta: "Lega Nord Biella sta pensando ad effettuare una 'ronda' nel prossimo fine settimana per andare incontro alla richiesta di maggiore sicurezza che viene dai giovani biellesi che sono stufi di rischiare la pelle ogni volta che escono di sera".

Commenti

i-taglianibravagente

Lun, 28/09/2015 - 16:17

....donne e BUTTAFUORI? ma i buttafuori non erano esseri umani piu' larghi che alti?...no, dai...almeno voi...non ammainate bandiera di fronte al Califfo che "avanza"... E' l'italia che ve lo chiede.

routier

Lun, 28/09/2015 - 16:31

Pan per focaccia. Se loro sono una decina, basta mettere insieme una ventina di italiani incazzati e la civiltà è ripristinata senza l'intervento delle forze dell'ordine, Ma per farlo ci vogliono gli "zebedei" non pecorelle impaurite.

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Lun, 28/09/2015 - 17:38

@ routier 1 ventina??? Basterebbe fare 1 fischio e ne arriverebbero a centinaia - Oramai questa delinquenza d'importazione è la norma anche nei paesini

alfonso cucitro

Lun, 28/09/2015 - 19:03

occhio per occhio e dente per dente.Basta organizzarsi e fare in modo che questi delinquenti,ben protetti dai soliti,non facciano più danni,rendendoli super-inefficienti con ogni mezzo.

marcogd

Lun, 28/09/2015 - 22:25

Tafferugli fra locali e immigrati è ciò che vogliono,disordine sociale per giustificare leggi speciali e presa di potere dittatoriale a tutti gli effetti.E' uno dei progetti chiari della UE. Possiamo far diversamente:ognuno di noi conosce almeno un elettore PD,magari di quelli pure invasati che al grido di "abbasso i razzisti" ci ha tacciati per anni. Bene,lo si prende e lo si getta in pasto ai suoi protetti,che sono troppo stupidi (o islamici)per identificarlo come alleato. Dopo qualche vagonata di botte,vediamo come la pensa. Non cambia idea? Secondo giro: in pasto alle ragazze importunate o peggio già violentate. Da questo difficilmente potrà uscire indenne...