Bilderberg, vietato parlarne

L'incontro segreto nell'hotel di lusso coi big del mondo, ma anche questa volta è impossibile sapere cosa si son detti. Ecco perché

“La maggior parte delle persone che si appassiona a Bilderberg è gente che conosce poco come funziona il mondo". Ne è convinto il giornalista Stefano Feltri, uno dei tre italiani ad aver partecipato, insieme all’ex premier Matteo Renzi e alla giornalista Lilli Gruber, all'incontro segreto del riservatissimo gruppo Bilderberg nato nel 1954, al tempo della Guerra Fredda.

Capi di stato, famosi banchieri, manager milionari, uomini dell’alta finanza. Tra di loro anche giornalisti che, però, per tre giorni all’anno, devono dimenticare di esserlo. Tutti riuniti sotto lo stesso tetto. Tutti costretti alla regola del silenzio. La parola d’ordine è "riservatezza". Sì, anche per loro, per i cronisti. Bocche cucite. Una regola valida anche per il vicedirettore de Il Fatto Quotidiano. "La nostra partecipazione è a titolo personale" ammette lo stesso Feltri che minimizza: "È un semplice convegno, non è nulla di che". E allora perché non parlarne? Perché non raccontare tutto ciò che avviene tra le mura lussuose degli hotel che li ospitano? Perché non mettere nero su bianco, magari proprio sulle pagine del Fatto Quotidiano, ciò che gli "uomini che contano" si dicono?

Forse perché il Bilderberg non appassiona molto Marco Travaglio. A dirlo era stato lui stesso sul blog di Beppe Grillo, fondatore di quel Movimento, oggi al Governo, da sempre contro la casta e le lobby. Travaglio, in un video pubblicato nel 2013, punta il dito contro Emma Bonino e insinua: "La signora (Bonino ndr.) fa parte di una certa cerchia di uomini piuttosto dentro l’establishment. Chi non è dentro l’establishment nel gruppo Bilderberg non ce lo fanno nemmeno entrare, nemmeno di straforo. Nemmeno per fare le pulizie". Dunque, Stefano Feltri, il suo vice-direttore è un uomo dell’establishment? Lui, che firma ogni giorno su quel giornale anticasta fa forse parte di una lobby segreta? "Io sono stato invitato da Lilli, non ne so nulla". Ci dice il giovane Feltri.

Marco Travaglio non è il solo ad attaccare Bilderberg e i suoi partecipanti. Nel 2017 il senatore grillino e giornalista Gianluca Ferrara scrive proprio sul sito de Il Fatto “...nulla potranno riferire perché, proprio come accade con la Mafia e la Massoneria, è vietatissimo far uscire notizie; viene da domandarsi cosa ci vadano a fare dei giornalisti se poi non possono svolgere quello che dovrebbe essere il loro compito e cioè informare i cittadini. Perché i maggiori organi di “informazione” non reputano sia importante dare la notizia che gli uomini più potenti del mondo si incontreranno per alcuni giorni tutti insieme e a porte chiuse?". Ferrara ora ha la possibilità di chiederlo direttamente a Stefano Feltri. Magari d’avanti ad un buon caffè nei corridoi del Fatto. Sempre se dopo la sua esperienza a Bilderberg non lo consideri un massone mafioso. Ferrara, in articoli precedenti, definisce i partecipanti del Bilderberg “gli incappucciati del nuovo millennio.”

Intanto Stefano Feltri minimizza e, a suo modo, cerca di smontare il mito. "È un evento come tanti altri, un convegno, un semplice scambio di idee". Semplice sì, ma caro. L’incontro tra i "potenti" del mondo occidentale quest’anno si è svolto in Svizzera, a Montreux. In hotel di lusso, da 580 euro a notte. Stanze impenetrabili, sicurezza ai massimi livelli. 128 gli eletti accusati di fare parte di un gruppo “para-massonico”.

Al vertice internazionale più esclusivo del mondo (da quel poco che trapela), pare si sia parlato di intelligenza artificiale, cybersecurity, rapporti con la Cina, del futuro dell’Europa e della conquista dello spazio. Nel "think tank” dell'ideologia neoliberalista però, non si parla di Italia. È lo stesso Feltri a dirlo: "Non gliene frega niente a nessuno del nostro Paese, è il posto ideale solo per le vacanze estive". Eppure, proprio l’Italia negli anni è stata rappresentata da uomini potenti. I primi furono Gianni e Umberto Agnelli, assidui frequentatori che fecero parte anche del Comitato Direttivo del Club esclusivo. Ma i fratelli Agnelli non sono stati gli unici italiani a partecipare. Tra gli eletti molti politici come l’ex premier Enrico Letta, Ugo La Malfa, Emma Bonino, l’austero Mario Monti, Romano Prodi. Ma chi è che muove le fila, chi sceglie e invita gli ospiti illustri? Nessuno lo sa. Neanche chi, in quelle segrete stanze, ci ha dormito. La natura pseudo-massonica degli incontri in oltre mezzo secolo di esistenza di Bilderberg ha generato una convinta serie di teorie complottiste. Per molti, i potentissimi membri del consiglio avrebbero come unico obiettivo quello di “dirigere” il mondo globalizzato. L’evento annuale rimane coperto da un velo di mistero. Un velo che dura da 67 anni. E che magari un giorno cadrà, quando i giornalisti come Stefano Feltri si decideranno a raccontare. Noi ci speriamo.

Commenti

diesonne

Mer, 12/06/2019 - 21:45

diesonne dalla massoneria non si può attendere nessuna notizia:il segreto è coperto da giuramento reciproco e chi sgarra paga

diesonne

Mer, 12/06/2019 - 21:53

diesonne segreto massonico e la GRUBER NON FARA' UNA I RISPONDERA' SULLA 7 SETRE,20:30:A LEI OINTERSSA SALVINI.STOP IL GIORNALE PROVI AD INTERVISTALA:VI RISPONDERA?

lolafalana

Mer, 12/06/2019 - 21:54

Da proporre la radiazione dall'Ordine dei Giornalisti di chi partecipa alle riunioni del Bilderberg alle loro condizioni perchè significa tradire la propria professione.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 12/06/2019 - 22:06

Concordo con lolafana visto che i giornalisti che non divulgano infrangono la carta di Firenze che dovrebbe dettare la loro deontologia, quindi Feltri ma anche la Gruber e naturalmente Fubini che fa parte del board europeo della Open Society di Soros.

seccatissimo

Mer, 12/06/2019 - 22:20

Un articolo inutile esattamente come Bilderberg !

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mer, 12/06/2019 - 22:21

Il Bilderberg è solo la punta dell'iceberg, quella parte più superficiale che emerge fuori dall'acqua. Le riunioni più pericolose si svolgono invece tra i ristretti membri del Governo Ombra Mondiale periodicamente a Ginevra e all'interno delle mura vaticane.

Klotz1960

Mer, 12/06/2019 - 22:25

Ma quali big.... con Renzi Gruber e Folli, si tratta solo di un salottino.

tosco1

Mer, 12/06/2019 - 22:47

Un circolo chiuso che fa pensare ad una associazione segreta. Immaginiamoci se avesse partecipato Berlusconi. Inoltre, se Matteo Renzi partecipa, vuol dire che Bielderberg e' congeniale con le sue idee,e da questo si puo',con una semplice deduzione logica, extrapolare quello che si sono detti.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 12/06/2019 - 23:03

Ho letto che fu David Rockefeller uno dei più importanti fondatori. Uno che è passato anche dalla Trilateral e da altre congreghe più o meno riservate. Trafficoni, molto ben pasciuti e ricchi. Ma si sa, ognuno ha le proprie nevrosi.

killkoms

Mer, 12/06/2019 - 23:06

vietatissimo!

Ritratto di saggezza

saggezza

Mer, 12/06/2019 - 23:23

È una setta satanica tipo la loggia di gelli e la p2. prima o poi incontreranno sulla loro strada un Falcone ed un Borsellino.

Ritratto di Walhall

Walhall

Mer, 12/06/2019 - 23:23

Non scrivete assurdità. La Massoneria è una cosa, peraltro non tutta così drammatica come molti pensano, di natura esoterica, quindi non destinata alla divulgazione del pensiero ma esclusivamente delle opere ad opera di iniziati strettamente selezionati. Il Bilderberg è un ramo di una parte della massoneria, aperta a un numero ristretto di partecipanti, quindi essoterica, dove si sa che alcune informazioni possono potenzialmente trapelare all'esterno. Lions e Rotary sono anch'esse di estrazione massonica ma è più semplice aderirvi ed è finalizzata all'azione, non nella filosofia concettuale in senso stretto. In ultima analisi, il Bilderberg ha una influenza marginale sul sistema proprio perché non vi sono riti iniziatici ne obblighi di natura fideistica, è solo una tavola rotonda su temi attuali. Perché tacere allora? Scopritelo da soli!

ClioBer

Mer, 12/06/2019 - 23:29

Certo, egr. Stefano Feltri, le crediamo sulla parola. Difatti hanno chiamato la Gruber, Renzi e te, non per richiamare all’ordine FQ, Cairo e i catto-sinistri italiani, ma per avere notizie di prima mano sulla Cina. Da scompisciarsi dalle risate, se la cosa non avesse in se una preoccupante drammaticità. Per quanto riguarda la Gruber, vorrà, pure, mantenere un profilo basso, ma chissà per quale motivo è tornata inviperita dal convegno. Però, considerando chi fu il fondatore del gruppo, chi sono i suoi sostenitori e la sorta di controllo mediatico che hanno messo in piedi (ved. Fb), lo tengo anch’io il profilo basso e mi taccio.

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 12/06/2019 - 23:33

Che ci vanno a fare i giornalisti nelle riunioni Bilderberg? Perché li invitano? Mi sembra semplicissimo da capire: i giornalisti sono lo strumento della propaganda e lì vanno a prendere gli ordini

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Gio, 13/06/2019 - 01:09

La Gruber farà scena muta al riguardo: "bella giornalista"...

un_infiltrato

Gio, 13/06/2019 - 01:12

Matteo Renzi e Lilli Gruber "tra i grandi del mondo" ? A fa che? Posso scompisciarmi?

Luigi Farinelli

Gio, 13/06/2019 - 01:16

Il Bilderberg Club è un gruppo più ristretto della Trilateral Commission (istituzione massonica composta da circa 300 membri che annualmente dibatte problemi sociali ed economici indicando poi ai governi le linee da seguire). Il B. è limitato a un centinaio di personalità del mondo finanziario e politico e dibatte problemi di ogni campo: Politica, Economia, Armamenti, Servizi Segreti, Finanza, Media. Non ci vuole molto a capire che i personaggi sono tutti strettamente legati agli indirizzi dicussi, massoni, mondialisti e progressista. Al B. si affiancano istituzioni come la Banca Mondiale, il FMI, la BCE, la NATO, il Council of Foreign Relation, Il Royal Institute of International Affaire, ecc.

Ritratto di tox-23

tox-23

Gio, 13/06/2019 - 01:20

Non ci vuole molta fantasia: parleranno di come accaparrare più soldi e potere, con qualsiasi mezzo.

Luigi Farinelli

Gio, 13/06/2019 - 01:44

Nella lista degli assidui al Bilderberg manca Giorgio Napolitano, un altro grembiulino, come Draghi affiliato a varie Ur-lodges internazionali (come la Three Eys o la Pan-Europa) come massoni sono De Benedetti, Monti, Letta, Draghi, Bonino, Passera, (quasi tutti frequentatori assidui del Bilderberg). Quali orientamenti politici e culturali abbiano in comune questi personaggi è facile capirlo.

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Gio, 13/06/2019 - 07:02

un giornalista che accetta di partecipare a convegni di cui non puo' riportare il contenuto è già un grave errore, poi sono convinto che Feltri non abbia notizie rilevanti da riportare in merito agli scopi di Bilderberg, i giornalisti sono pedine che per carriera o vanità si prestano a essere le foglie di fico per strategie decise in colloqui molto piu' ristretti e riservati.Sono molto deluso da Travaglio e dal fatto quotidiano non si puo' sostenere che un vice direttore fosse presente a titolo personale non significa nulla.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 13/06/2019 - 07:19

Facile. Tutti contro salvini che sta ostacolando e rallentando il piano kalergi

Giorgio1952

Gio, 13/06/2019 - 07:36

Sicuramente staranno preparando un "golpe" contro Salvini, come l'ultimo dei cinque orditi su mandato del komunista Napolitano, per eliminare il miglio premier della storia d'Italia con l'appoggio dei magistrati il "cancro della nostra democrazia", quei magistrati rossi che adesso se la prendono con i leghisti usciti trionfatori dalle elezioni europee e dai ballottaggi per i sindaci, peccato che in Europa Salvini non conta nulla avendo come unico alleato la Le Pen, perché i suoi “amici” l snobbano da Orban a Farage, da Kurz all’ultradestra spagnola Vox, in Italia la Lega ha avuto una crescita record ha raddoppiato il numero di sindaci nei centri sopra i 15mila abitanti ma la sinistra ha più sindaci, non c’è stato un crollo in Emilia su 28 citta il Cdx ne ha prese solo 6. A tale proposito uso il motto salviniano “Dalle parole ai fatti” che dice ad ogni piè sospinto, dall’aver smontato la Fornero alla legittima difesa (vedi caso Ivrea).

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Gio, 13/06/2019 - 07:48

I potenti del mondo che tessono trame indisturbati. Nessun ficcanaso. Nessuna contestazione anti-sistema. Nessun comitato no-Bilderberg. Degli onnipresenti black bloc o centri asociali neanche l'ombra. Ma che strano.

Ritratto di nordest

nordest

Gio, 13/06/2019 - 08:05

È risaputo vogliono vedere tutti ai suoi piedi ; l’Italia in ginocchio.

veromario

Gio, 13/06/2019 - 08:09

capi di stato famosi gente dell'alta finanza persone influenti insomma il gota della terra,e per l'ITALIA chi ce ,la gruber e renzi,sono messi bene.

Silviovimangiatutti

Gio, 13/06/2019 - 08:20

ahahah "VIETATO PARLARNE, RISERVATEZZA," BASTA VEDERE L'ELENCO DEGLI INVITATI PER IMMAGINARSELO ! CI VUOLE COSì TANTO A CAPIRLO ????

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 13/06/2019 - 08:27

Se il radical-scicchismo fosse di destra a quest'ora sarebbero tutti in galera per cospirazione contro l'ordine democratico...

ClioBer

Gio, 13/06/2019 - 08:28

@lolafalana- Non solo tradisce la sua professione, ma il proprio paese, visto che il Bilderberg è notoriamente ostile all'Italia. Quindi, non andrebbero solo radiati dall'ordine, ma pure processati per alto tradimento.

GeoGio

Gio, 13/06/2019 - 09:09

Immaginiamo che due o tre trafficoni decidono di vedersi ogni tanto. Si incontrano e si parlano all'orecchio... che ne pensi delle torri siamesi? certo che peccato sarebbe se prendessero fuoco... potrebbe salire il prezzo del petrolio... Creano l'evento, la maggior parte degli invitati sono li solo perche' vanitosi e insospettabili... Finanziamo un po di ONG cosi' salgono le destre e si spacca l'Europa? eccetera eccetera

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 13/06/2019 - 10:21

si, certo, il bildelberg è una ormai nota riunione proto-massonica a cui sono invitati personaggi non qualunque per disquisire del più e del meno, ma c'è un vertice ben più esclusivo [per le sorti dell'economia mondiale in divenire] che si svolge da decenni al riparo da occhi indiscreti, al quale sono invitati pochissimi eletti : costoro sono i governatori delle maggiori Banche Centrali mondiali (Fed BCE Boj BoE) chiamati semestralmente (o con frequenza trimestrale se le cose nel mondo finanziario vanno male) a raccolta dalla BIS(sede a Basilea) la Banca dei Regolamenti Internazionali che di fatto è LA BANCA CENTRALE delle Banche Centrali, nel senso che i vari draghi powel e kuroda di turno ricevono ordini su come muoversi (a livello di strategia monetaria congiunta) dalla prima... e quando questi si incontrano, non parlano certo del meteo o dei mondiali di calcio, questi decidono i destini del mondo a cui apparteniamo tutti, assai più del bildelberg...

Ritratto di adl

adl

Gio, 13/06/2019 - 10:38

Pensieri sciolti, elucubrazioni: Grillo ultimamente, quando parla di Salvini, sembra il ventriloquo di Zingaretti di Ufo Pd. Dove sono i post del fondatore del Movimento che accusava la stampa italiana di essere il cane da guardia del sistema di potere che fa capo al Bildcheeseburger ??? Feltri giornalista del Fatto, non dice nulla sul Bildcheese. Chi c'era quella volta sul Britannia ???!!!!!

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 13/06/2019 - 11:03

@LuigiFarinelli: Non mi basta questo spazio per chiarire alcuni concetti, solo la invito a non universalizzare tutta la massoneria come una accolita di gente malvagia. Molti presidenti Usa, ma anche in Italia come in Europa, pur frequentando la stessa loggia, alcuni sono diventati di sinistra, altri di destra. Nella vera massoneria non si guarda gli aspetti politici o religiosi, queste sono dimensioni personali, ma dei fini di uguaglianza collettivi atti a migliorare il mondo nel rispetto delle diversità. Da 40 anni a questa parte, figli e figlie di massoni, o persone indegne di appartenervi, messe per specifici scopi, hanno arrecato gravi difficoltà all'interno dell'ordine, rovinandone l'immagine e spesso i fini, perché veicolati da interessi egoistici personali formando una coriacea cerchia interna sovversiva ben distante dalle linee guida. I risultati sono quelli che giustamente lei riporta.

nerinaneri

Gio, 13/06/2019 - 11:32

...in definitiva: è anti lega? se sì, mi va bene...

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Gio, 13/06/2019 - 11:51

@ Walhall : persone e/o corporazioni che non pensano e non agiscono alla luce del Sole, ma che lo fanno opportunamente appartati per l'esigenza che sentono di agire "al riparo da occhi indiscreti" secondo me sono da guardare con ESTREMO SOSPETTO, visto i temi che trattano, che alla fine si traduce in un unico tema dominante : SOLDI e PROFITTI (i massoni non si riuniscono certo per disquisire delle condizioni meteo o per esiti sportivi, da che mondo è mondo...); ed inevitabilmente se uno non "nasce massone", il corso della sua carriera professionale (nel caso egli abbia successo in certi campi tanto da attirare su di se attenzione) sarà inevitabilmente avvicinato dal sistema massonico che lo inviterà a farvi parte; non a caso tutti i personaggi citati da LuigiFarinelli sono accomunati da un unico denominatore : SOLDI e POTERE. Non si è massoni ne si entra in massoneria per caso; un poveraccio non sarà mai massone ne sarà mai invitato ad esserlo.

VittorioMar

Gio, 13/06/2019 - 11:54

..sono invitati esclusivamente i migliori RAPPRESENTANTI di ANTI ITALIANITA' !!!

Giorgio Colomba

Gio, 13/06/2019 - 12:35

Chi disprezza compra a caro prezzo, vero Marcolino?

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 13/06/2019 - 12:48

@aorlansky: in parte ciò che dice è vero. La corruzione e gli intenti opachi esistono sia nella massoneria come in qualsiasi religione. Ma in massoneria le garantisco che ci sono pure operai, gente comune. Non si guarda esclusivamente il portafoglio come molti malignamente credono, se ciò avviene, purtroppo in alcune logge è realtà, non è poi dissimile dal comportamento dei cattolici. Ciò che conta è la rettitudine della persona. Ovviamente il grado di responsabilità e influenza sociale ne qualifica l'impegno maggiore. Ma nessuno toglie che un bravo muratore o giardiniere non possa diventare Gran Maestro. Se lei guarda lo statuto o chiede informazioni sui principi della libera muratoria, questo è di dominio pubblico, e li confronta con la Chiesa Cattolica, vedrà con stupore una similitudine inconfutabile. La differenza sta che nella massoneria non ci sono dogmi, bensì scienza, molto studio e libertà di pensiero. Veritas vos liberat.

ILpiciul

Gio, 13/06/2019 - 13:22

Feltri, tu invece hai capito tutto, sei in posssessso della verità assoluta. Ma per favore. Un tipo, molti anni fa, mi disse: Attento che istruzione non significa automaticamente intelligenza. Menne sto rendendo conto.