La bimba sul palco a Pontida, l'ultimo pretesto dei dem per attaccare Salvini

La polemica insorge dopo un Tweet della giornalista Selvaggia Lucarelli

Pontida è un mare di folla che acclama il leader leghista Matteo Salvini. Un’ondata verde di cori, striscioni e applausi. Un successo indiscutibile, se non altro per il numero di persone che ha smosso.

Durante il comizio, durato circa un’ora, Salvini affronta temi dei più disparati e torna a parlare, anche, dei fatti di Bibbiano. Dal palco il leader della Lega torna a ribadire, a gran voce, l’importanza di tenere accessi i riflettori sul caso dei presunti affidi illeciti, emerso grazie all’inchiesta della Procura di Reggio Emilia e che racconta le vicende di sette minori seguiti dai Servizi Sociali della Val d’Enza.

Infine, dopo gli applausi della platea, Salvini chiama sul palco un gruppo di bambini. Poi, ne cita una in particolare: “Fra i bimbi c’è anche Greta se non sbaglio. - annuncia- Tra i bimbi… Greta”. Poi indicandola vicino a lui prosegue: “Questa splendida ragazza con i capelli rossi che, dopo un anno, è stata restituita alla sua mamma. Mai più bambini rubati alle loro famiglie. Mai più bimbi rubati alle mamme e ai papà. Mai più bimbi come merce.” È ancora una pioggia di consensi sul prato di Pontida, questa volta accompagnati da lacrime di commozione per la piccola. Simbolo di ingiustizie e soprusi fatti ai danni di vittime innocenti. Perché così, come è successo ai bambini di Bibbiano, anche Greta è stata allontanata dalla sua famiglia.

Un gesto di vicinanza a tutte quelle persone che sono state vittime di un sistema fallato che ha distrutto intere famiglie e provocato atroci sofferenze. Un gesto che diventa, in un batter d’occhio, il pretesto per attaccare il partito verde. I dem non perdono l’occasione per puntare il dito contro Salvini. E se prima dichiarare vicinanza alle vittime del presunto scandalo era per i dem non altro che “strumentalizzazione politica”, ora gli esponenti del Partito Democratico si spingono oltre e gridano allo scandalo.

“La bimba salita sul palco di Pontida non c’entra nulla con i fatti Bibbiano”. Scrive sulla sua pagina Facebook Alessia Morani, deputata dem. “Salvini deve solo vergognarsi! Solo vergognarsi! Speculare sui bambini fa schifo!”

La polemica insorge dopo un Tweet della giornalista Selvaggia Lucarelli che, per prima, aveva denunciato: ”La bambina Greta portata da Salvini sul palco di Pontida non è menzionata nell'ordinanza del gip di Reggio Emilia riguardante il caso Bibbiano. Inoltre il suo caso non sarebbe stato neppure tra quelli seguiti dai servizi sociali della Val d’Enza”.

Sfugge però un passaggio. Durante il comizio e al momento dell’ingresso sul palco della bambina nessuno ha mai dichiarato che la piccola facesse parte di una delle minori citate nell’ordinanza della Procura. Anche perché, considerando che, al momento, le indagini sul caso sono ancora in corso, chiunque conosca anche soltanto minimamente di cosa stiamo parlando, non avrebbe mai potuto pensare che quella bambina fosse parte lesa nel caso di Reggio Emilia.

“Il tribunale dei minori deve fare un’udienza, deve disporre un decreto. C’è una vicenda processuale che deve essere portata a termine. Sono i provvedimenti che determinano un rientro in famiglia di un minore, è chiaro che nessuno dei bambini del caso non possa ancora essere tornato a casa. Quindi è evidente che la bambina non poteva essere una di loro”, spiega l’avvocato Miraglia. Dunque, chi grida allo scandalo, sta cercando di smascherare un’affermazione che nessuno ha mai pronunciato e che, seppure qualcuno l’avesse fatto, non sarebbe stato credibile, viste le circostanze.

Nel post pubblicato sui canali social la Lucarelli sottolinea però anche che il caso di Greta non è stato trattato dai servizi sociali della Val d’Enza. In realtà, le decine di storie emerse a seguito delle vicende avvenute a Bibbiano, hanno, a poco a poco, lanciato un campanello d’allarme: “In tutta Italia ci sono altri casi Bibbiano?”. Un quesito talmente evidente da aver portato l’ex governo gialloverde a istituire una commissione d’inchiesta parlamentare sugli affidi dei minori e a inserire nella prerogative di uno dei partiti al comando (Il Movimento Cinque Stelle) la volontà di richiedere una riforma sugli affidamenti. Il caso Bibbiano potrebbe essere soltanto la punta dell’iceberg. Greta non è salita sul palco in quanto vittima dei “demoni” di Reggio Emilia, ma in quanto simbolo di un sistema da rivedere, da cima a fondo.

Commenti

cgf

Lun, 16/09/2019 - 22:58

NB proprio da un simpatizzante di... QUELLA BANDA era arrivato l'auspicio di adottare IL METODO BIBBIANO per la figlia di Salvini, ed ora... senza ritegno, sono convinti che la gente sia stu*ida

Divoll

Mar, 17/09/2019 - 00:05

Si arrampicano sugli specchi e si sentono le unghie strisciare...

maricap

Mar, 17/09/2019 - 00:08

La me rd rossa vuole che non se ne parli. Il popolo non deve sapere le porcate che combinano. Fetenti, per voi la festa è finita, ormai anche i minus habens, che da sempre avete ingannato, hanno cominciato a prendere conoscenza di chi realmente siete.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 17/09/2019 - 00:14

Finalmente, ora sappiamo come si fa ad arrampicarsi sugli specchi!

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 17/09/2019 - 07:07

I magistrati non si smentiscono mai; chi ha dato al PD l'elenco dei bimbi di Bibbiano che istituzioni pubbliche che si interessano del caso non riescono invece ad avere?? .... Il 100% degli avvocati di tutti i bambini. Azzerate la magistratura italiana, se no non si va avanti.

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 17/09/2019 - 07:57

Un cialtrone!!!!

Gattagrigia

Mar, 17/09/2019 - 08:09

Questo gesto è stato una provocazione, la bimba è stata sicuramente sfruttata per fare propaganda. In ogni caso se non viene da Bibbiano, potrebbe venire anche da uno dei tanti comuni a gestione Lega.

Calmapiatta

Mar, 17/09/2019 - 08:11

Lo sciocco guarda il dito, mentre il saggio indica la luna...Di Bibbiano è vietato parlare. Quindi bene ha fatto Salvini a scuotere le coscienze. Così anche la sx, seppur per attaccare la Lega, ha dovuto finalmente accettare gli eventi di Bibbiano.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 17/09/2019 - 08:13

Lo sanno tutti che la bimba in oggetto non era di bibbiano,ne qualcuno lo ha detto,ma la bimba ha avuto lo stesso trattamento dei bambini di bibbiano e la sfacciatagine dei dem è del tutto fuori luogo ,facciano sapere tutto sulla vicenda prima di sdegnarsi tanto per poi fare andare la cosa nell'blio senza colpe o spiegazioni dell'orrida vicenda che appartiene proprio a loro.

Fjr

Mar, 17/09/2019 - 08:42

A sinistra come al solito da copione,sbraita annaspa ma non ha uno straccio di programma e allora si attacca a tutto pur di continuare a far pompare soldi con i clandestini ai compagneros delle Coop ,e con Bibbiano s altre situazioni simili che stanno venendo alla luce a breve si attaccheranno al tram,non ultima la decisione di Renzi di viaggiare da solo ,speriamo sia la volta buona che il PD si leva definitivamente dalle balle,il problema è che I trinariciuti si riproducono a velocità warp

Renadan

Mar, 17/09/2019 - 09:25

Grande Salvini. Boia chi molla

dagoleo

Mar, 17/09/2019 - 12:21

come fa la Lucarelli a sapere nomi e cognomi dei bambini di Bibbiano se gli atti, per la delicatezza dell'indagine che vede coinvolti minori, sono secretati? si conoscono solo i nomi degli arrestati o ai domiciliari, tutti sindaci PD, politici PD, assistenti sociali vicine al PD ed onlus vicine al PD, ma tutte persone maggiorenni. i nomi di famiglie e minori coinvolti sono secretati.

GiacomoP

Mar, 17/09/2019 - 19:25

Tanto qualsiasi cosa faccia Salvini, per i sinistri, non andrà mai bene. Vai Salvini! avanti così.