Bimbo sale sul palco durante l'udienza papale. Francesco: "È indisciplinato, è argentino"

Per niente intimorito dalla platea di 7mila fedeli davanti a lui, un bambino argentino è corso sul palco durante l'udienza di papa Francesco. Il Pontefice: "È muto ma sa comunicare. Tutti, davanti a Dio, dovremmo avere la sua libertà"

È riuscito a salire sul palco senza che la mamma se ne accorgesse. Poi, con disinvoltura, ha raggiunto il palco della Sala Nervi dove, a pochi metri da lui, era seduto papa Francesco. È accaduto durante l'udienza generale, quando un bambino, per nulla intimorito dalla presenza del Pontefice, si è messo a correre. E a importunare una guardia svizzera accanto allo scranno papale.

Tra i sorrisi dei fedeli, il piccolo non ha accusato nessun segno di timidezza davanti ai 7mila fedeli presenti. Pantaloni scuri e maglioncino azzurro, il bambino è sembrato a suo agio, lì davanti a tutti. Ed è andato a vedere da vicino anche la guardia, forse attirato dai colori dell'uniforme, prendendogli persino la mano. Il tutto mentre Bergoglio e monsignor Georg Gaesnwein ridevano.

"Dammi un bacetto" gli ha chiesto il Papa, abbracciandolo. "È argentino, è indisciplinato", ha commentato Francesco dopo i tentativi della madre di fermarlo. Ma è stato al momento della sintesi della catechesi per i fedeli di lingua spagnola che il Pontefice ha raccontato la storia del piccolo. "Anche se è muto sa comunicare, sa esprimersi", ha detto Francesco. Che ha aggiunto: "C'è una cosa di più: è libero, indisciplinatamente libero. Tutti possiamo chiederci: sono altrettanto libero davanti a Dio? Davanti a Dio, tutti dovremmo avere la libertà di un bambino davanti a suo padre". Concludendo, il Papa ha chiesto la grazia per il piccolo, affinché possa parlare.

Commenti
Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 28/11/2018 - 21:21

FALSI IPOCRITI E PEDOFILI STROZZINI !!!