La moglie aspetta una bimba: islamico la fa abortire a suon di botte

Lo straniero riversava la sua furia sull'intero nucleo familiare. Umiliata, picchiata e segregata in casa, la moglie era costetta a subire anche ripetute violenze sessuali

Arriva da Blera (Viterbo) la notizia dell'ennesimo caso di violenza commessa nei confronti di una donna da parte del proprio marito. Stavolta a finire in manette è un cittadino straniero di 41 anni che, in nome della propria religione, ha compiuto le più indicibili violenze sulla consorte, costretta a vivere in una condizione di costante sottomissione e paura.

Secondo quanto riferito dagli inquirenti, i maltrattamenti, estesi a tutta quanta la famiglia, andavano avanti da anni. Esercitando il totale controllo in casa, il 41enne, di fede islamica, aveva obbligato la donna ad indossare l'hijab (il velo islamico). Costretta ad obbedire a tutti i suoi comandi, fra cui quello di subire rapporti sessuali contro la propria volontà, la vittima veniva costantemente umiliata e vessata, e poteva lasciare l'abitazione solo in condizioni di stretta necessità.

Le angherie dell'uomo, come anticipato in precedenza, non si concentravano soltanto sulla consorte. Reso spesso ancor più violento dopo il consumo di alcolici, lo straniero non esitava a sfogare la propria furia anche sui bambini di 13, 5 e 4 anni. Preso particolarmente di mira il 13enne, nato da una precedente relazione della donna e mai accettato dal marito-padrone.

L'intera vicenda è finalmente venuta allo scoperto durante la scorsa primavera grazie alla segnalazione degli assistenti sociali di Blera ed al lavoro dei carabinieri, che si sono occupati di raccogliere le prove necessarie per incriminare il violento straniero. Il caso è dunque finito all'attenzione della procura della Repubblica di Viterbo, che ha coordinato le indagini, condotte dai carabinieri di Blera e dai colleghi del nucleo investigativo di Viterbo.

Il lavoro degli uomini dell'Arma ha portato alla luce anni ed anni di umiliazioni, maltrattamenti e violenze. Fra queste addirittura un aborto, avvenuto nel più spietato dei modi. Venuto a sapere che la moglie era in attesa di una bambina, il 41enne aveva letteralmente perso il controllo. In preda alla rabbia, aveva picchiato la donna fino a farla abortire.

Ad incastrare l'extracomunitario, numerosi documenti, intercettazioni telefoniche e le dichiarazioni delle vittime, ascoltate in audizione protetta.

Il caso ha portato all'immediata attivazione del "codice rosso" previsto per le vittime di genere. Accusato di maltrattamenti aggravati in famiglia, violenza sessuale e violazione degli obblighi di assistenza familiare, il 41enne è stato dunque dichiarato in arresto.

L'uomo si trova ora dietro le sbarre del carcere Mammagialla di Viterbo, come disposto dal giudice per le indagini preliminari.

Commenti
Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 13/11/2019 - 16:11

Speriamo che ricevi un’adeguata condanna, non come il pensionato 74nne di Chirignago condannato a soli 6 anni per i gravi reati di violenza sessuale aggravata continuata e atti sessuali con minori di cui questa testata non ha fatto menzione, per le ripetute violenze sessuali perpetrate nei confronti di due bambine di 11 e 13 anni.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 13/11/2019 - 16:27

Mi raccomando,sinistri,continuate a fare entrare questa feccia islamica in Italia,e vedrete che bastonate elettorali prenderete. Non saprete più dove girarvi per evitarle....

Adespota

Mer, 13/11/2019 - 16:36

Non pubblicate queste notizie per cortesia, che poi le nostre femministe sinistrate vanno in cortocircuito.

machimo

Mer, 13/11/2019 - 16:46

Che bella cultura

Peo11

Mer, 13/11/2019 - 16:57

E le nostre femministe dove sono?

Ritratto di Willer09

Willer09

Mer, 13/11/2019 - 17:06

siamo tutti uguali, vero?

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Mer, 13/11/2019 - 18:05

mandatelo a casa della boldrina

Giorgio Rubiu

Mer, 13/11/2019 - 18:16

Gli islamici considerano la nascita di una figlia una disgrazia perché, a tempo debito, per accasarla e disfarsene, sono costretti a pagare con una lauta doto il padre dell'aspirante marito disponibile, mentre, con i figli maschi, la situazione è invertita; Il loro padre riceve una lauta dote, da parte del padre della ragazza da sposare, quando decide che il proprio figlio la sposi. Un vero mercato dove la "dote" è spesso fatta di armenti. Capre, mucche, somari o anche cammelli. Queste sono, le usanze che, secondo la Boldrini, diventeranno le nostre!

Anonimo51

Mer, 13/11/2019 - 18:26

Questo maiale non ha alcuna intenzione di integrarsi, cio' nonostante gode del sostegno, non solo dei buonisti, degli intellettuali da quattro soldi, ma ora anche dalla Corte dell' UE e questo e veramente distruttivo.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 13/11/2019 - 18:29

moglie itagliana???

steacanessa

Mer, 13/11/2019 - 18:40

Per l’islam la donna è proprietà dell’uomo che la compera dal padre quando è praticamente ancora in fasce. Questo è uno dei risultati.

silvano.donati@...

Mer, 13/11/2019 - 18:42

Bergoglio, Boldrini, Simpatizzanti, Dem-menti, che ne dite ?

Ritratto di tox-23

tox-23

Mer, 13/11/2019 - 18:56

Diamogli tempo, deve integrarsi. Intanto è questi piccoli residui della cultura precedente è possibile che siano perdonati dalle Autorità competenti, chi lo sa.

Ritratto di navigatore

navigatore

Mer, 13/11/2019 - 19:04

Cara Donna BOLDRINI, queste non ti danno alcun problema etico e morale, o sei solo in grado di scindere questi fatti da quelli che più ti stanno a cuore con le tue compagne da salotto, la mancanza di rispetto su una donna, indipendentemente del suo credo,lingua. colore è un atto infame verso ogni donna ,tu compresa!!!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 13/11/2019 - 20:20

Strano che nel testo non compaia la "frase messianica": immigrato perfettamente integrato ... questa si che è una discriminazione.

anna30554

Mer, 13/11/2019 - 20:40

una bella fetta di colpa le hanno le donne italiane che x essere madre si accoppiano con mulsummani africani,pur sapendo da moltissimi anni che non e possibile vivere un matrimonio fra' mulsummani, e cristiani ,lo sanno le donne italiane se sposate vengono sottomesse, allora perche' le donne italiane hanno la testa dura a volere questi matrimoni?

ziobeppe1951

Mer, 13/11/2019 - 20:41

stamikia ...parlaci dei preti pedofili...cosa ne pensa il vesp..ops...salesiano?

anna30554

Mer, 13/11/2019 - 20:42

DONNE!!!! VOLETE CAPIRE CHE NON CE' CONVIVENZA FRA' MULSUMMANI, E CRISTIANI? PERCHE' SIETE COSI OTTUSE A SPOSARE I MULSUMMANI?

Divoll

Mer, 13/11/2019 - 20:42

Questa e' la bella gente alla quale apriamo le porte del Paese e dei servizi (che gli italiani pagano, ma di cui questi "ospiti" usufruiscono senza neanche un grazie, come se gli fossero dovuti).

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 13/11/2019 - 20:44

..... la loro cultura sarà la nostra ..... peccato che chi partorì l'autrice di questa massima non la applicò alla lettera

ziobeppe1951

Mer, 13/11/2019 - 20:49

Ma...le femministe sono sparite, oppure è un’invenzione della sinistra?

leopard73

Mer, 13/11/2019 - 21:32

Integrato perfettamente alla nostra cultura!!!!

Ritratto di elkld

elkld

Mer, 13/11/2019 - 22:19

RIBADISCO QUAMDO LA DONNA SBALIA SBALIA! E QUANDO SBAGLIA SI DEVE PUNIRE!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 13/11/2019 - 23:01

Strano come le femministe ,quando si tratta di maltrattamenti di donne di fede islamica non insorgono;se lo fanno solo raramente,non in modo martellante come quando ad essere martoriata è una donna occidentale.

maxxena

Mer, 13/11/2019 - 23:07

bella storia di amore, progresso, civiltà ed integrazione.

lawless

Mer, 13/11/2019 - 23:40

sono perplesso, quando ci si accoppia si sa con chi si va a stare. La "prevenzione" in ogni campo è ESSENZIALE, indietro non si torna!