Bologna, nessuno interviene sull'autobus e lo straniero molesta 17enne

A bordo di un autobus diretto a Bologna, uno straniero ha molestato una minore gettandole dell’acqua addosso per guardare attraverso la camicetta e poi l’ha palpeggiata. Solo quando è tornata a casa, la ragazza ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri

Molestata pesantemente da uno straniero mentre si trovava a bordo di un autobus che collega Medicina a Bologna. È stata una vera e propria esperienza da incubo quella che, suo malgrado, è stata costretta a vivere una ragazza di appena 17 anni, residente in un centro della Bassa.

La giovane, sotto choc, solo dopo essere giunta a casa ed aver parlato con i genitori, ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri che ora stanno indagando sul caso nel tentativo di risalire al responsabile delle azioni criminali.

Secondo quanto riporta Il Resto del Carlino, l’incubo per l’adolescente è iniziato poco dopo la partenza del mezzo quando lo sconosciuto ha iniziato a osservarla con insistenza. Ad ogni fermata, l’uomo ha cominciato ad avvicinarsi sempre di più alla giovane finché non si è posizionato proprio di fronte ad essa. A quel punto ha provato a parlarle, proferendo parole a dir poco volgari.

La ragazzina, spaventata, si è allontanata ma il molestatore non si è arreso ed ha continuato ad infastidirla pesantemente. Quando l’autobus era quasi giunto nel centro di Bologna, l’immigrato in preda ad irrefrenabili e perversi impulsi ha bagnato la ragazza con dell’acqua, con l’intento di guardare attraverso la camicetta.

Non soddisfatto, l’uomo l’ha palpeggiata e, viste le rimostranze della minore, strattonata con violenza. L’adolescente, però, ha approfittato della salita di passeggeri sul mezzo per sottrarsi dalla morsa del molestatore. Nonostante la presenza di altre persone, lo straniero ha continuato nella sua condotta fino a quando la giovane, arrivata alla sua fermata, è scesa.

Quando è tornata a casa, la minore ha raccontato la sua disavventura ai genitori che, preoccupati per l’accaduto, l’hanno accompagnata alla tenenza dei carabinieri di Medicina per sporgere denuncia contro ignoti per molestie sessuali.

I militari hanno fatto partire subito le indagini, che verranno condotte in collaborazione con il comando provinciale di Bologna, chiedendo subito le registrazioni all’interno del pullman. Grazie alle immagini, i carabinieri contano di risalire all’uomo, forse un africano, che si ritiene non abitare nella provincia.

Commenti

Dordolio

Sab, 06/04/2019 - 12:49

Per forza nessuno è intervenuto: chi li ha i soldi per pagarsi - dopo - gli avvocati per difenderti dall'accusa di xenofobia e razzismo?

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 06/04/2019 - 13:00

Eh no cari italiani e bolognesi non ci siamo. Ha ragione Martin Luther King quando dice che ha paura del silenzio degli onesti e non dei malvagi. Perché cari passeggeri non siete intervenuti? Non vi crediate, ma un domani potrà benissimo capitare ad una vostra figlia e ad una vostra nipote. La nostra indifferenza e la nostra paura è la loro forza.

maurizio50

Sab, 06/04/2019 - 13:01

Volete scherzare?? a bOLOGNA, capitale della Repubblica Sovietica dei PDioti, per gli extra europei e pure per gli extraterrestri,, l'impunità è garantita. Sono le gioie del cattocomunismo in salsa africana!!!!!!!

bellotti

Sab, 06/04/2019 - 13:09

Ragazza razzista. Non ti sei fatta molestare perché straniero..

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 06/04/2019 - 13:18

si vede che i presenti erano pdioti,sinistroidi e dei cessi sociali favorevoli agli scambi multietnici e multiculturali!

stopbuonismopeloso

Sab, 06/04/2019 - 13:26

le grandi risorse rosse

gio777

Sab, 06/04/2019 - 13:38

tempi bui per l'umanità, altro che medioevo

rino34

Sab, 06/04/2019 - 14:52

E' successo anche a me di assistere a episodi analoghi. Una volta alla fermata dell'autobus uno straniero dell'est stava molestando (a parole) una ragazza, nessuno disse nulla. Io avrei voluto, ma il tipo sembrava un Terminator...potrei raccontare altri episodi. Il punto è che si comportano come fossero i padroni, senza rispetto per le persone e le leggi. MI spiace per le brave persone, ma l'unico modo è spedirli tutti a casa.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Sab, 06/04/2019 - 14:56

Dalle parti sue non è reato, per cui non poteva sapere di incorrervi, magari qualche scienziato deciderà...

vinvince

Sab, 06/04/2019 - 15:02

Nessuno interviene perché a Bologna sono tutti del pd e difendono lo straniero, forse africano .... meditate gente !!!

Malacappa

Sab, 06/04/2019 - 15:04

Dordolio hai perfettamente ragione

carlottacharlie

Sab, 06/04/2019 - 15:07

Si legge e si rimane schifati da quelli che hanno assistito senza fare un gesto. Qualsiasi paura si possa avere riguardo ad essere inquisiti perchè difensori di una ragazzina non giustifica l'ignavia dei tanti sull'autobus che col loro non agire danno facoltà ad ogni bestia nera di poter indisturbata dar la caccia alle nostre figlie. Sono queste non azioni a far ringalluzzire le bestie e fa vergognare siano nostri compatrioti. Voglio vedere se sentendosi braccati dagli italiani quando non hanno comportamento corretto le bestie nere continuano ad aggredir donne e ragazzine. A gran voce dovremmo dire al Bonafede di svegliarsi a mettere a tacere il giudice che vorrà inquisire i difensori.

Dordolio

Sab, 06/04/2019 - 15:37

Carlotta... fidati. Soccombi SEMPRE se ti metti in mezzo in queste situazioni, anche se ti prudono le mani.... La "legge" prevede in pratica che tu debba essere necessariamente un cultore professionista di lotta greco-romana in grado di bloccare il maniaco senza manco torcergli un capello fino all'arrivo (dopo quanto????) della polizia. In ogni altro caso avrai grane a non finire. Nel confronto ti può scappare anche semplicemente "una parola di troppo" (= vai poi di xenofobia e razzismo) e se fai male all'avversario è peggio e SEI FINITO (lui prova a mangiarti anche le mutande con un "avvocato di strada"). C'è poi sicuramente il filmatino del passeggero ecc... Conoscendo l'ambiente forense e quanto costa, capitasse a me NON AVREI IL DENARO per pagare un acconto al legale... Detto tutto...

Minimalista

Sab, 06/04/2019 - 16:06

Buongiorno, solita notizia che magari si rivelerà falsa. Io personalmente intervengo sempre in questi casi, perché sono allenato a combattere da anni di pratica sportiva. Purtroppo il mondo di oggi é fatto da invertebrati che preferiscono filmare con i telefonini. Questa storia comunque puzza di fake lontano un miglio. Neanche un video ? Io non ci credo.

kennedy99

Sab, 06/04/2019 - 17:16

questa è la sicurezza delle citta italiane. vero caro bersani. la paura è solo quella che diffonde salvini.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 06/04/2019 - 17:45

cioè fatemi capire accusate gli italiani di razzismo e fascismo, le femministe vanno in piazza a bruciare i manichini di salvini, manifestate in piazza per porti aperti e io dovrei intervenire per bloccare una vostra risorsa??? e magari rischio anche un processo e di doverlo anche risarcire??? arrangiatevi donne!

mariod6

Sab, 06/04/2019 - 19:02

Boldrini, Kyenge, Bonino, femministe, dove vi siete nascoste ??? Oppure state crepando di invidia ??? Ma come la ragazzina palpeggiata dal caprone e voi niente ???? E poi, complimenti agli altri viaggiatori del bus ed all'autista. Proprio dei coraggiosi...!!! Basta un caprone più scuro del latte per farvi cag@@e addosso ??? E se capita a vostra figlia ???