Orrore nel centro commerciale: marocchino accoltella la moglie

I due erano sposati ma non convivevano più. Dopo un incontro in un centro commerciale, il marocchino ha accoltellato la donna e si è tolto la vita

Una terribile tragedia familiare si è consumata ieri pomeriggio a Castenaso, piccolo comune in provincia di Bologna. Un marocchino di 29 anni ha aggredito la moglie con un coltello da cucina all’interno di un centro commerciale e poi, preso dalla disperazione, si è tolto la vita gettandosi sotto un treno.

Secondo una prima ricostruzione dei drammatici fatti, lo straniero avrebbe incontrato la consorte, una 32enne italiana con la quale però non conviveva più, intorno alle 17. Non si sa se quello tra i due fosse un appuntamento concordato. Fatto sta che i coniugi iniziano una accesa discussione che culmina in un violento litigio.

All’improvviso l’uomo estrae dalla tasca un grosso coltello da cucina e si avventa contro la giovane. Forse solo la fortuna ha salvato la vita alla donna. La lama, infatti, ha raggiunto un orecchio provocando alla vittima solo una ferita superficiale. Dopo l’aggressione, il nordafricano si è dato alla fuga.

Subito è scattato l’allarme con i carabinieri della locale stazione che sono arrivati sul luogo della violenza. Mentre la 32enne veniva soccorsa, gli uomini dell’Arma hanno dato inizio alla ricerca dell'aggressore nell’intera zona. Quest’ultimo, sentendosi braccato dalle forze dell’ordine e forse preso dalla disperazione e dal rimorso per la follia appena compiuta, decide di farla finita.

L’immigrato arriva nei pressi della stazione ferroviaria di Castenaso e si butta sotto un treno in corsa che viaggiava lungo la linea Portomaggiore–Bologna. L’impatto con il convoglio è violentissimo e non lascia via di scampo al 29enne marocchino che muore sul colpo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polfer che hanno eseguito tutto i rilievi del caso. Non sono note al momento le motivazioni che hanno spinto l'uomo a tentare di uccidere la moglie poi a farla finita.

La tragedia arriva proprio poco dopo la diffusione dei dati sui femminicidi compiuti in Italia nel 2018. Lo scorso anno sono state ben 142 le donne uccise, il numero più alto mai censito da quando si effettuano le rilevazioni di questo tipo. A fornire l’agghiacciante dato è stata l’Eures. Le vittime, se si considera il 2018, non solo hanno superato di una unità in termini assoluti le 141 del 2017 ma, in termini relativi, hanno raggiunto il valore più alto mai censito in Italia, attestandosi sul 40,3% a fronte del 35,6% dell’anno precedente e di una media del 29,8% nel periodo compreso tra il 2000 e il 2018. Numeri terribili su cui riflettere.

Commenti

Lennu

Mer, 20/11/2019 - 10:23

Non ho mica capito. Sul titolo si legge. "L'italiana uccisa con un coltello da cucina". Poi nell'articolo si legge che ha avuto solo una ferita superficiale. Decidetevi un po'

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 20/11/2019 - 10:40

sarebbe logico pubblicare quanti dei 142 femminicidi sono stati perpetrati da autoctoni veri e quanti da allogeni!!

corto lirazza

Mer, 20/11/2019 - 10:50

per fortuna la signora se l'è cavata

diegom13

Mer, 20/11/2019 - 11:11

Non ho capito l'ultimo paragrafo. Vengono date delle percentuali, ma... Rispetto a cosa? In termini relativi, il 40,3%... di cosa? Del totale degli omicidi? Attenzione poi a quei dati, si tende sempre più a mettere tutto insieme. Vanno analizzati nei dettagli, sennò non servono a niente.

graffio2018

Mer, 20/11/2019 - 11:18

ma come mai questo signore girava con in tasca un coltellaccio da cucina?? povera risorsa... si vede che doveva difendersi dagli italiani cattivoni

emigrante

Mer, 20/11/2019 - 11:35

I "femminicidi" sono aumentati. Dimostrazione lampante che le classificazioni "ad uso politico-propagandistico" non servono a prevenire, e quindi sono inutili. Meno male che non sono stati istituiti anche i "maschicidi" e i "neutrocidi". Esitono gli omicidi? Si. Punto. Accertati, dovrebbe essere poi compito della Magistratura stabilirne le motivazioni, e applicare aggravanti e attenuanti a secondo dei casi. Il resto sono baggianate.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 20/11/2019 - 11:56

@graffio2018, centro commerciale ti dice qualcosa? Forse l'ha preso lì.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 20/11/2019 - 11:57

Ma come mai queste donne italiane si innamorano così facilmente di questa gente.Poi i nodi arrivano al pettine.

nerinaneri

Mer, 20/11/2019 - 15:08

...state più attenti a chi portano a casa le vs figlie e nipoti...

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 20/11/2019 - 16:08

Gabriele Laganà, lei confonde il femminicidio col femicidio. Dunque ci sono state 142 donne uccise per motivi misogini (femicidio). Ma quanti uomini nello stesso anno sono morti per futili motivi (l'equivalente del motivo misogino)? Nel 2017 (per esempio) si contano 357 omicidi, pari a 0,59 omicidi per 100 mila abitanti, dei quali 234 di maschi e 123 di femmine, corrispondenti rispettivamente a tassi pari a 0,79 e 0,40 omicidi per 100 mila abitanti dello stesso sesso. Quindi "famo" anche una cosa di genere per l'uomo? O solo per la femmina?

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Mer, 20/11/2019 - 17:17

Beh, se non altro il buon gusto di togliersi dalle spese (e dalla commiserazione/coccole di magistratura, avvocati e kompagni vari) l'ha avuto. Certo, avrà creato disservizi per ore...

leopino

Mer, 20/11/2019 - 17:51

Sono certo che il gip lo rilascerà perchè marocchino. Ha agito per necessità, poverino.......

paco51

Mer, 20/11/2019 - 18:11

non sposar il marocchino 11° comandamento

dot-benito

Mer, 20/11/2019 - 18:13

Uno in meno e non mi fa pena

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 20/11/2019 - 18:26

leopino: ...è grazie a gente come te che noi "komunisti" ci sentiamo snob e ideologicamente superiori :-D

tiromancino

Mer, 20/11/2019 - 18:27

Moglie e buoi dei paesi tuoi,non farà più del male,lui

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 20/11/2019 - 19:02

Loudness: se riporti quei numeri vuol dire che hai analizzato la relativa tabella. Ebbene non ti sarà sfuggito che dei 234 maschi uccisi nel 2017 solo in 8 casi, pari al 3,4%, l'assassina è stata la propria parter (o ex) mentre per le 123 vittime donne il carnefice è stato il parner (o ex) in 54 casi pari al 43,9%. Inoltre il delitto dovuto a misoginia (commesso da un uomo avverso alla donna) trova il suo equivalente nel delitto per misandria (donna che uccide un uomo per avversione) non certo nel "futile motivo".

Ritratto di saggezza

saggezza

Mer, 20/11/2019 - 19:09

Contento che la donna si sia salvata.

Ritratto di filospinato

filospinato

Mer, 20/11/2019 - 20:50

Voleva essere di sinistra, ma è stato troppo difficile!

Ritratto di Loudness

Loudness

Gio, 21/11/2019 - 09:49

Sognatore66 muoiono più uomini per mano di uomini che donne per mano di uomini. Quindi oltre al femicidio facciamo il maschicidio? L'omicidio di genere è sbagliato sempre, visto che nel codice penale italiano esiste già l'aggravante per "futili motivi", quindi se io uccido una donna perchè non me la da, mi becco la pena per omicidio e l'aggravante dei futili motivi. STOP.