“Bombe per l’Isis” il caso del post del colonnello dell’Aeronautica

"Esiste un linguaggio per parlare con chi non rispetta nessuno e non vuole ascoltare", questa la frase apparsa per alcune ore sul profilo facebook di un pilota dell'Aeronautica Militare italiana con tanto di foto di bombe di aereo in bella mostra

"Esiste un linguaggio per parlare con chi non rispetta nessuno e non vuole ascoltare", questa la frase apparsa per alcune ore sul profilo facebook di un pilota dell'Aeronautica Militare italiana con tanto di foto di bombe di aereo in bella mostra. Il riferimento è ovviamente a quanto accaduto in Francia con gli attentati terroristici a Parigi. Il problema è che il messaggio è apparso sulla pagina di Maurizio D'Andrea, colonnello comandante del 51esimo Stormo d'Istrana dell'aeronautica militare. Dopo aver ottenuto anche qualche commento il post è stato eliminato. Come racconta Il Gazzettino, il colonnello, interpellato, ha chiarito che il post non era stato scritto da lui e quindi subito eliminato.

"Non sono l'unico ad entrare in quella pagina e quello non era un mio commento ma ho provveduto a eliminarlo" ha spiegato infatti il militare, pur non nascondendo il suo sconcerto per quanto accaduto a Parigi. "Parole dure? Forse sì. Non nascondo però che stiamo vivendo un momentaccio. Un periodo molto brutto e, da privato cittadino, resto a bocca aperta di fronte a quanto accaduto a Parigi" ha spiegato D'Andrea al giornale assicurando che per il momento non è previsto nessun intervento armato italiano anti Isis.