Borsellino, il ricordo di Di Pietro: "C'era pronto il tritolo anche per me"

Le rivelazioni dell'ex pm: "Il tritolo era pronto anche per me, così hanno raccontato i pentiti. Grazie a Dio con me si sono fermati alla delegittimazione. Mani pulite è stata fermata quando si è collegata a mafiopoli"

Negli anni '90 il tritolo era pronto anche per Antonio Di Pietro. A raccontarlo è proprio l'ex pm, simbolo di Mani Pulite, in un'intervista a ECG su Radio Cusano Campus, nel giorno del 25esimo anniversario della strage in cui venne ucciso, proprio come il tritolo, il magistrato siciliano Paolo Borsellino.

"Il tritolo era pronto anche per me, così hanno raccontato i pentiti. Grazie a Dio con me si sono fermati alla delegittimazione. L'inchiesta Mani pulite è stata fermata proprio quando si è collegata investigativamente a mafiopoli. Quando interrogavo imprenditori delle massime imprese del Nord, mi raccontavano come stavano i fatti solo fino a quando non si parlava di Sud. Quando arrivava il momento di parlare di mafia, mi dicevano 'Di Pietro arrestami, ma se parlo loro mi ammazzano'."

"Quello che ho scoperto io prima di me lo avevano capito i Falcone e i Borsellino - prosegue l'ex magistrato - Quando arrivai al punto, fui costretto a dimettermi da un'opera di delegittimazione per potermi difendere in tribunale da comune cittadino. Sono stato fortunato, ho trovato questo sistema al posto del tritolo."

Il ricordo del 1992

In occasione dell'anniversario di via D'Amelio, Di Pietro rievoca anche alcuni momenti fra i più drammatici di quel 1992. "Al funerale di Falcone incontrai personalmente Borsellino e lui mi disse 'Antonio, facciamo presto, non abbiamo più tempo' - ricorda - Lui sapeva che ormai si era arrivati a un punto critico. Era arrivata l'informativa dei Ros, c'era anche il mio nome tra quelli che dovevano morire. Io sono stato assistito dal sistema di sicurezza in modo molto determinato. Per un certo periodo io e la mia famiglia fummo mandati all'estero. Andai con un nome di copertura in Costarica per qualche mese. 25 anni fa avevi il criminale di fronte, lo affrontavi, lui aveva la pistola, tu avevi il codice. Oggi il criminale magari non ha più la pistola, ma la legge in mano, e può scriversela come gli pare e piace"

E ai cronisti che gli chiedono se la morte di Borsellino sia da considerarsi una strage di Stato, Di Pietro risponde: "Lo Stato aveva il dovere e la possibilità che accadesse, sia attraverso un sistema di controllo preventivo, sia contrastando più efficacemente la criminalità. Parlerei di uno Stato omissivo."

Commenti

TitoPullo

Mer, 19/07/2017 - 13:53

Ma smettila caciabal !!

checciazzecca

Mer, 19/07/2017 - 13:57

mai una gioia

ammazzalupi

Mer, 19/07/2017 - 14:01

Era molto più facile condannare Craxi e tutti gli altri che si sono suicidati.... eh??? Come mai hai SALVATO il PCI da qualsiasi indagine anche se, prove alla mano, il PCI rubava più di tutti? Stando alle tue parole, significa che il PCI era legato alla MAFIA, caro il signor di pietro... o no???

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 19/07/2017 - 14:11

Capra, non hai capito: cetriolo, cetriolo non tritolo!

Renee59

Mer, 19/07/2017 - 14:13

La Giustizia nelle mani di un illetterato, tanto per cambiare. Ora abbiamo anche un ministro (ministra?) dell'istruzione con una grande cultura (si fa per dire). Questa è l'Italia nel mondo.

cesrosan

Mer, 19/07/2017 - 14:18

Lui ha capito che se toccava i fili(PCI)restava fulminato e non avrebbe fatto una carriera in politica.Cesare da Biella

Alessio2012

Mer, 19/07/2017 - 14:25

Adesso il carnefice vuole pure fare la vittima...

Marcello.508

Mer, 19/07/2017 - 14:45

Mannaggia, mannaggia ..

MOSTARDELLIS

Mer, 19/07/2017 - 14:49

Ma vai a quel paese....anzi al tuo paese che è meglio per gli italiani.

agosvac

Mer, 19/07/2017 - 14:52

"c'era il tritolo anche per me", mi permetto di dissentire! Di pietro non è mai stato un pericolo per la mafia, è stato un pericolo per le istituzioni dell'Italia, ma di questo la mafia se ne è sempre fregata allegramente.

Giorgio Colomba

Mer, 19/07/2017 - 14:57

Bene. L'affermazione di Tonino che "il tritolo era pronto" anche per lui coniugata all'evidenza che l'unico partito "salvatosi" dalle grinfie del "Pool" è stato il Pci-Pds, implica sillogisticamente un trait d'union tra i post-comunisti di allora e la mafia?

cgf

Mer, 19/07/2017 - 14:59

e dove era pronto? in Bulgaria? forse.

m.nanni

Mer, 19/07/2017 - 15:03

che si aspetta a commemorarlo da vivo? ma che bravo Maroni che l'ha nominato presidente della Pedemontana.

stesicoro

Mer, 19/07/2017 - 15:04

Per favore, toglietelo. Mai più costui, mai più.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 19/07/2017 - 15:08

Ma di cosa vai a cianciare,non hai toccato il PCI perchè avevi paura vero?????

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 19/07/2017 - 15:18

mai sentita una castroneria del genere , falcone e borsellino , non conoscevano nessuno di questi millantatori , e la maggioranza dei magistrati d'allora , sparlavano dei due eroi , li ostacolarono in tutti i modi , compresi quelli della stanza a fianco , poi dopo la morte si sono scoperti tutti intimi dei due magistrati che non li potevano smentire .

aredo

Mer, 19/07/2017 - 15:22

Mani Pulite.. ignobile operazione della sinistra=mafia e dei cattocomunisti. Specchietto per le allodole di un popolo ignorante che adora la sinistra '68ina filo-islamica e crede a tutte le sue balle. Falcone e Borsellino erano parte del sistema, altro che santi! E Di Pietro il contadino ignorante della sinistra=mafia nessuno lo avrebbe sfiorato. Purtroppo. Tutta la sinistra=mafia e tutti i cattocomunisti vanno fucilati ! Tutti quanti nessuno escluso! Si arriverà un giorno, si spera presto, a ristabilire la democrazia e tutta questa feccia del '68 con prole verrà spazzata via insieme ai compari islamici terroristi con cui è alleata.

Difendiamoci

Mer, 19/07/2017 - 15:37

Ah ah ah, un utile idiotx non lo si uccide, lo si usa...

Difendiamoci

Mer, 19/07/2017 - 15:44

La mascotte della magistratura màlanese... Che ridere ogni volta che dicono in tv: "la magistratura milanese ha inquisito"... "i magistrati milanesi hanno inquisito"... fa troppo ridere... ecco la forma corretta: "la magistratura màlanese ha inquisito"... "i magistrati màlanesi hanno inquisito"...

beale

Mer, 19/07/2017 - 16:01

è una fake. se avevano informazioni dirompenti, dovevano farle "esplodere". Anche ora Di Pietro se sa, parli invece di seminare zizzania. La fiction su Borsellino non mi piace è unidirezionale. Borsellino vittima sacrificale. aveva svolto indagini. Falcone era stato ammazzato, perchè non ha rotto gli indugi con arresti eclatanti? Dopo le celebrazioni, un po' di sano realismo non guasterebbe.

sergio_mig

Mer, 19/07/2017 - 16:14

E mi pareva che il manettaro non voleva essere di meno. Continua a menare il ciuccio questo è il tuo mestiere. Anche a zelig potevi fare il doppio lavoro senza avere.morti innocenti sulla coscienza, ammesso tu ne abbia una.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Mer, 19/07/2017 - 16:27

ma chi vuoi che ti pensi, caciottaro !

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mer, 19/07/2017 - 16:28

Dopo il 25 aprile si sono moltiplicati i partigiani, dopo venticinque anni dal 19 luglio spunta una mancata vittima della mafia. Non sarà perché tutti ricordano Falcone e Borsellino, e di lui si ricordano solo i familiari più stretti?

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mer, 19/07/2017 - 16:35

Figuriamoci! Lui era talmente nel mirino della mafia da essere assistito dal sistema di sicurezza addirittura mandando all'estero, sotto copertura, lui e la sua famiglia, mentre per Borsellino tali provvedimenti non sono stati ritenuti necessari, nonostante il precedente di Falcone. Quindi per la mafia era più temibile più lui che Borsellino? Anto', sei ridicolo!

27Adriano

Mer, 19/07/2017 - 16:48

Mani pulite si è fermata quando si doveva scoperchiare la mafia Komunista..Smettila di raccontare balle.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 19/07/2017 - 16:56

Pagliaccio. Quelli che combattevano veramente la mafia li hanno assassinati. Quelli come lui hanno fatto i soldi con il partito. Si vergogni.

VittorioMar

Mer, 19/07/2017 - 17:23

...ECCO ANCORA UNO CHE PRETENDE DI ESSERE AL LIVELLO DI FALCONE & BORSELLINO....SE NON L'HANNO FATTO ...NON VALEVA IL RISCHIO!!!

paco51

Mer, 19/07/2017 - 17:56

non l'avranno buttato! è pericoloso! nel caso lo avessero usato non ci sarebbero state lacrime, credo proprio di no!

federik

Mer, 19/07/2017 - 23:59

Ma va Tonino, per essere uccisi dalla mafia bisognava essere bravi e potenti!

Ritratto di nestore55

nestore55

Gio, 20/07/2017 - 00:57

anto' fa caldo.....anto' bevi qualche cosa di freddo e rilassati...Il pensare non ti si addice...Lascia perdere...E.A.

Popi46

Gio, 20/07/2017 - 06:50

Beh,se fosse stato usato, quel tritolo non avrebbe fatto un soldo di danno ne' alla politica ne' agli italiani

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 20/07/2017 - 08:29

Ma stia zitto... in qualità di uomo della CIA deputato ad annientare la nostra classe dirigente ostile alle svendite del 1992 lui non correva nessun rischio.

01Claude45

Gio, 20/07/2017 - 09:26

Dobbiamo fargli il monumento? Aspettiamo la verità e, post mortem, valuteremo. Come magistrato è riuscito condannare Dalla Chiesa che, una volta libero e RECUPERATO, è andato avanti. Da politico ricordo solo la diatriba sui soldi del partito IDV e della ditta IDV srl. MAI CONOSCIUTO IL FINALE.

Pietro2009

Ven, 21/07/2017 - 10:35

Aveva ragione Esopo, nella favola in cui la volpe esorta un cane tormentato dalla zecche a non scrollarsele via, perché «queste almeno sono già sazie»? O è stato un bene che MANI PULITE tentò di scrollarle di dosso a tutta l'Italia? La misura era colma ed era denunciata da dx e da sx. I giornali di entrambi i fronti gioirono per l'inchiesta condotta dai magistrati di Milano, che colpì più a dx che a sx; perchè corrompi chi è al potere non chi è all'opposizione che non conta. Segue...

Pietro2009

Sab, 22/07/2017 - 13:54

Seguito...le confessioni furono numerose. Qualcosa urtò anche le Mafie intrecciate con la politica e l'economia? Si. E'credibile che qualcuno lo volesse morto? Si. Il Presidente Berlusconi lo voleva come ministro. E'un illetterato? Si. Ha fatto il poliziotto ecc. Se fossi un cane con le zecche vorrei che FRONTLINE mi venisse spruzzato addosso senza distinzioni...ne cadono tante di un colore e poche di un altro...comunque che sollievo. MI SPIACE VERAMENTE PER QUELLE PERSONE CHE NON HANNO RETTO E SI SONO SUICIDATE. Salvesszs