Boxe francese, party e "zingarate": ecco chi è Ciro Grillo

Accusato di violenza sessuale di gruppo con altri tre rampolli della Genova bene, il figlio di Beppe Grillo è campione di savate - nota anche come boxe francese - e amante della bella vita, come dimostra(va)no i suoi scatti su Instagram

Chi ha avuto la prontezza di visitare il profilo Instagram di Ciro Grillo, il figlio di Beppe accusato insieme ad altri tre ragazzi di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una 19enne, ha potuto farsi un'idea precisa dell'ultimo rampollo del comico genovese. Ora quel profilo è disattivato. Ma fino a poche ore fa bastava dare un'occhiata agli scatti dati in pasto al web per sapere qualcosa di più sul conto del giovane Grillo. Qualcuno lo ricorderà il giorno delle elezioni europee di quest'anno. Presentatosi al seggio di Sant'Ilario (Genova) insieme ai genitori, il ragazzo dava l'impressione di non gradire l'attenzione delle telecamere, poco abituato - a differenza del papà - all'attenzione di giornalisti e media.

Eppure Grillo Jr., come la maggior parte dei suoi coetanei, va pazzo per Instagram, palcoscenico virtuale calcato per mostrare al mondo le proprie passioni. In primis la boxe francese (savate), di cui Ciro è considerato un astro nascente. Come racconta il Corriere, il giovane è orgoglioso delle sue vittorie ("e anche il papà: dice che sono il frutto dei miei allenamenti"), l'ultima a un torneo disputato a giugno in Croazia. Da cui è tornato con una bella medaglia d'argento. Il savate è uno sport durissimo, che richiede testa, allenamento e un fisico da leoni. La palestra, in questo senso, aiuta. E non poco.

Ciro sa di avere un bel corpo, sfoggiato in una serie di fotografie pensate - e pubblicate - per esaltare bicipiti, addominali e polpacci. D'altronde, Instagram è il principale strumento di seduzione del terzo millennio, di giovani e meno giovani. Ma non serve solo a rimorchiare. È anche uno scrigno di ricordi, scatti e selfie fatti al volo e diffusi sul web per ricordare i momenti più belli delle zingarate fatte con gli amici. Grillo Jr. è giovane, bello e ricco. Come tutti i ragazzi della sua età, partecipa a ricevimenti e party, sempre a mille all'ora, come impone la frenesia dei nostri tempi. È un "festaiolo". E in questo non c'è niente di male. Anzi.

Da criticare, invece, sono alcuni suoi commenti pubblicati su Instagram e poi fatti sparire in fretta e furia. Messaggi dalla forte carica sessista. "Attenta bella bambina, ti stupro", "C...i durissimi in Nuova Zelanda", "la tua bitch (prostituta, ndr) mi chiama Jonny Sinn".

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Sab, 07/09/2019 - 14:13

Il figlio di salvini è finito sui giornali praticamente 3 secondi dopo il fatto, ed è scoppiato il finimondo con la sinistra che ululava allo scandalo.questa invece esce sui giornali dopo un mese e passa! In agosto c'erano le trattative per l'inciucio.e la sinistra zitta!!questo è il regime cattocomunista