Quei prestiti a tassi folli: così l'usuraio estorce soldi a gente in difficoltà

La Guardia di Finanza di Brescia ha arrestato in flagranza di reato un imprenditore-usuraio che insieme ad un pregiudicato albanese estorceva cifre altissime a persone in difficoltà e le minacciava in caso rifiutassero di pagare

Gli uomini della guardia di finanza di Brescia hanno arrestato, a seguito di un'indagine, un imprenditore bergamasco per il reato di usura ed estorsione. Tutto è cominciato nel mese di luglio, quando un cittadino si è presentato presso gli uffici delle Fiamme Gialle di Brescia, raccontando di essere stato vittima di estorsioni e minacce da parte di un uomo originario di Bergamo e di un albanese, suo complice, che gli avevano precedentemente fatto un prestito di denaro (guarda il video).

La vittima era tesa e impaurita e ha spiegato ai finanzieri che era stato costretto a rivolgersi all'usuraio in un momento di grave difficoltà, chiedendo in prestito solo poche migliaia di euro, che gli erano stati dati subito. Trascorso circa un anno dal prestito, però, l'usuraio gli aveva chieso di restituirgli i soldi prestati con un tasso di interesse altissimo, del 50% e oltre. Per riuscire a convincere la vittima a pagare tale somma spropositata, l'imprenditore-usuraio aveva deciso di far intervenire un suo complice, un pregiudicato di nazionalità albanese, ingaggiato dall'estorsore proprio per riscuotere i soldi e per intimorire e minacciare le persone che si rifiutavano di pagare. La vittima, che poi si è rivolta alla guardia di finanza, ha raccontato di essere stato non solo minacciato, ma addirittura prelevato da casa sua e condotto dall'usuraio con la forza. A quel punto, dopo continue intimidazioni, in preda alla preoccupazione per la sua vita e per quella dei suoi cari, l'uomo ha deciso di sporgere denuncia e di raccontare tutto alle forze dell'ordine.

Dopo aver verificato il racconto della vittima sono scattate una serie di indagini da parte dei finanzieri di Brescia, sotto il coordinamento della Procura di Bergamo. Gli uomini delle Fiamme Gialle, terminate le verifiche, hanno deciso di intervenire e hanno monitorato un incontro tra l'usuraio e il debitore, durante il quale la vittima ha ceduto 10mila euro in contanti all'estorsore. Colto in flagrante, i militari sono subito entrati in azione e hanno arrestato l'usuraio che dovrà rispondere dei reati di estorsione e usura. All'interno del garage sono stati poi rinvenuti e sequestrati circa 130mila euro in denaro e gioielli, tutti nascosti dentro buste della spesa. Anche il complice dell'arrestato, il cittadino di origine albanese, è stato individuato e bloccato: i finanzieri, hanno scoperto che l'uomo era pregiudicato e che stava scontanto una pena ai domiciliari per un precedente reato proprio nel periodo in cui era stato assoldato dall'usuraio.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 03/09/2019 - 15:32

Tutti noi li abbiamo i migliori e poi ci lamentiamo che andiamo sempre peggio.