Brescia, il sindaco Pd butta via la statua che piaceva al Duce

A Brescia restaurato il Bigio. Ma Del Bono lo chiude in un magazzino comunale: "È motivo di divisione"

Che fine farà il Bigio? Il sindaco piddino Emilio Del Bono proprio non lo vuole. Non gli vanno proprio giù gli elogi di Benito Mussolini che lo aveva innalzato a simbolo della raffigurazione dell'Era fascista. Abbandonata in un magazzino comunale, la scultura in marmo di Carrara nata dal genio di Arturo Dazzi nel 1932 aspetta ancora oggi che la amministrazione di Brescia le dia una collocazione.

Nel 2013 l'allora sindaco del Pdl Adriano Paroli aveva fatto restaurare il Bigio per poi collocarlo nella fermata "Vittoria" della neonata metropolitana bresciana. Un progetto ambizioso che è stato subito fermato dalla sinistra appena Del Bono è stato eletto sindaco. "Una statua non è, non può essere e non può diventare il problema della città - ha spiegato il primo cittadino - collocare la statua dei Dazzi su quel piedistallo sarebbe motivo di divisione. E io voglio una città unita, non divisa. Questo lo dico anche a tutela dello stesso manufatto, che verre immediatamente deturpato perché individuato come elemento simbolico. Ricordo che questa è l acittà della Strage di Piazza Loggia...". Il niet del sindaco ha così chiuso il Bigio in una stanza comunale. Nelle prossime settimane, come fa sapere Libero, verrà istuito un gruppo per decidere il destino della statua. Come già avanzato dall'ex assessore ai Lavori pubblici Mario Labolani di Fratelli d'Italia, anche Philippe Daverio ha proposto di fare un referendum popolare per decidere il collocamento del Bigio.

Ieri mattina Labolani ha presentato un esposto alla Corte dei Conti per incastrare l'amministrazione bresciana. L'esposto è teso, infatti, a fare chiarezza sui 500mila euro spesi per il restauro: "Del Bono dovrà dare conto dei soldi pubblici spesi fino ad oggi. Il Bigio doveva tornare in piazza. È come se decidessimo di abbattere il palazzo delle Poste perché di epoca fascista". Secondo l'esponente di Fratelli d'Italia, infatti, "l'ideologia non può cancellare l'arte o la storia".

Commenti
Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 18/07/2014 - 10:04

Giusto, l'arte serve sopratutto da esempio. Bisogna lasciarla lì e ricordare che piaceva all'amico intimo e socio di Hitler, che ha fucilato centinaia di italiani.

lorenzo464

Ven, 18/07/2014 - 10:16

caspita, roba da non dormirci per settimane...ma il sig. Rame lo pagano per scrivere simili notizie che nemmeno trovano spazio sui fogli parrocchiali? Almeno qualcuno in redazione lo avvisi che siamo nel 2014...

Abraracourcix

Ven, 18/07/2014 - 10:58

Rimuovere i fasci littori, ovunque si trovassero, è stato doveroso, benché qualcuno, cercando qua e là, sia sopravvissuto fino ai giorni nostri (es. Stazione centrale, osservando bene, oppure qualche fontanella di ghisa in molti parchi italiani). Molte altre cose rimosse a suo tempo sarebbero potute anche essere lasciate al loro posto, senza che la cosa potesse turbare qualcuno. Volere però a tutti i costi ricollocare una statua rimossa nel '45, per giunta inneggiante all'era fascista, mi sembra un'idea di una stupidità madornale. La mettessero in qualche museo, se proprio ci tengono, ma non in una pubblica piazza.

linoalo1

Ven, 18/07/2014 - 11:01

Qualcuno dissente?Ma,chi ha votato questo Sindaco?Provate a chiederlo a ciascun cittadino!Avrete un risultato allucimante!Nessuno lo ha votato!Lo stesso capita dove abito io,ossia a Treviso!Abbiamo,per la prima volta,un Sindaco di Sinistra che nessuno ha votato e che,casualmente per analogia con Brescia,vuole eliminare una Statua fatta installare dalla Lega!Le proteste sono tante anche qui!Ed anche qui,se vai in Piazza a chiedere,nessuno ha votato questo Sindaco!Perchè questa ipocrisia?Forse si vergognano di quello che hanno fatto,temendo le reazioni degli amici o è solo la vergogna di confessare di essere Comunisti?Lino.

Abraracourcix

Ven, 18/07/2014 - 11:08

Ancora più stupido, rispetto all'idea di ricollocamento stesso, mi pare il tono del titolo dell'articolo, con il suo sibillino significato. In che cosa consiste la presunta malefatta, sempre che di malefatta si tratti? Nel rifiuto di ricollocare una statua che piaceva al "Duce"? Fatemi capire un attimo.

zadina

Ven, 18/07/2014 - 11:14

L'ideologia politica di certi amministratori pubblici fa capire che gente incapace di ragionare sono stati scelti per amministrare le comunità, con quel modo di ragionare il sindaco di Brescia dovrebbe fare distruggerete tutti i palazzi di giustizia di Italia che furono fatti costruire da Mussolini se notate tutti con lo stesso disegno anche tutti i sanatori oggi la maggiore parte utilizzati come ospedali le bonifiche dell'agro pontino le bonifiche Ferraresi e ricreerebbe un ottimo allevamento di ZANZARE di conseguenza il ritorno della MALARIA eccetera eccetera intelligenza è rara ma ignoranza e la scemenza è enorme un esempio della situazione difficile in cui ci troviamo OGGI..........in mano a certi sindaci e amministratori della cosa PUBBLICA

tiro

Ven, 18/07/2014 - 11:26

Salvaguardiamo il “Bigio” di Brescia. Un appello alle istituzioni affinché si salvaguardi il patrimonio storico artistico delle nostre belle città italiane. Si obblighi tutti i sindaci delle città italiane ad acquisire crediti formativi culturali a tutela delle opere storiche artistiche architettoniche delle città di cui sono alla guida. Lo “sfortunato” “Bigio” di Brescia lo si vuole nascondere per sempre dalla vista dei propri concittadini e dell’umanità solo perché scalpellato dalle mani di un’artista vissuto in epoca fascista ed elogiato in quel tempo dal Duce. Quelle Tristesse!

Abraracourcix

Ven, 18/07/2014 - 11:45

@ zadina @ tiro Senta, nessuno sarebbe mai così pazzo da demolire i palazzi di giustizia oppure da ricreare le paludi in giro per l'Italia. Si sta semplicemente parlando di una statua, rimossa da una piazza nel '45, in circostanze ben precise, della quale si è prospettato un ricollocamento, di cui semplicemente non si vede l'utilità. Tutela può significare anche collocamento all'interno di un museo, come ho già scritto in precedenza, oppure un collocamento all'interno di un cortile di qualche palazzo pubblico, se proprio si desidera.

pinuzzo48

Ven, 18/07/2014 - 11:57

in normandia nel memorial canadese a ricordo della seconda guerra sono esposti ricordi di tutti gli eserciti alleati e tedeschi con uguale rispetto in piu ci sono delle fotografie grandissimi del duce penso chi ha allestito quel museo non doveva essere un sindaco pd se avete le palle buttate tutto quello che ricorda il fascio

Felice48

Ven, 18/07/2014 - 12:04

Sono lontanissimo dalla destra fascista ma azioni del genere mi rassicurano su quanta cretineria c'è in giro. O nel male o nel bene (che non c'è) una statua ricorda sempre un periodo. Forse i cretini credono di cancellare la storia con questi gesti. Mi ricorda una famosa attrice tutta curve si mise a starnazzare di brutto per un quadro del figlio dii Mussolini appeso nella stanza. Più cretini di così si muore.

Abraracourcix

Ven, 18/07/2014 - 12:08

@ pinuzzo48 Come detto in precedenza, buona parte di ciò che inneggiava esplicitamente al Fascio è già stato eliminato a suo tempo. Sono stato io il primo a dire che non avrebbe certo più alcun senso buttare i rimasugli sopravvissuti fino ai giorni nostri. Ancora meno senso ha rispolverare ciò che è stato scartato a suo tempo, come questa statua qui.

Roberto Casnati

Ven, 18/07/2014 - 12:12

Ma cos'è, nel PD se non son stupidi non li vogliono?

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Ven, 18/07/2014 - 12:45

I metodi ed il costume del Comunismo KGB e così anche il Partito ancora chiaramente di stile Komunista andrebbe debellato con ogni mezzo e così anche il Partito Fascista. Due "Forze" somigliantesi ma non troppo. In Italia ormai è da tempo che regna il il Partito Komunista.

cecco61

Ven, 18/07/2014 - 14:04

I sinistri non si smentiscono mai. Auguriamoci che non risultino testi di Mussolini in cui elogiava il Colosseo o il Duomo di Milano: dovremmo abbattere pure quelli.

Cinghiale

Ven, 18/07/2014 - 14:10

@Abraracourcix Ven, 18/07/2014 - 11:08 - Se fosse piaciuta a Togliatti l'avrebbe esposta in piazza subito. D'accordo con lei per la locazione in un museo o simili.

Cinghiale

Ven, 18/07/2014 - 14:21

@Roberto Casnati Ven, 18/07/2014 - 12:12 - PD Partito Dementi.

elalca

Ven, 18/07/2014 - 14:28

luigipiso: difficile trovare qualcuno più ottuso ed insipiente di lei. comunque si ricordi che al DUCE piacevano le donne, dica al suo amico sindaco se ritiene opportuno rimuovere anche quelle...... che cialtroni!

Ritratto di Farusman

Farusman

Ven, 18/07/2014 - 16:03

Non conosco quest'opera così come il suo valore artistico e il suo significato simbolico. Esprimere giudizi senza conoscere questi presupposti è da insipientì. Se però il valore artistico è prevalente il sindaco ha il dovere di non tener in alcun conto divisioni dettate solo dalla prevenzione e dall'ignoranza. Se, al contrario, il valore dellopera fosse solo simbolico farei pagare all'ex assessore le spese del restauro e porterei la statua in un museo di storia locale. Se invece fosse un'opera d'arte sia pure ad alto valore simbolico, dovrebbe prevalere il giudizio artistico e pertanto occorrerebbe trovare un posto pubblico ove questo "capolavoro" possa essere ammirato da chi ha a cuore l'arte indipendentemente dall'ideologia. Se prevalesse infatti l'ottusità di chi vuole cancellare qualunque cosa possa sembrare espressione o simbolo di idee diverse dalle proprie, o di movimenti e/o religioni, prepariamoci a nascondere in qualche cantina il Mosé di Michelangelo per non rischiare di offendere i brahamini.

Armandoestebanquito

Ven, 18/07/2014 - 17:03

luigipiso, certo certo ma a fare il tiffo per la Germania nel calcio come la mettiamo allora. Comunisti che non siete altro. L'arte non centra

gigiao56

Ven, 18/07/2014 - 17:25

buonasera a tutti... c'è qualcuno che ha voglia di passare da bologna ad eliminare un paio di strade ??? tutte intitolate a personaggi che hanno dato molto al loro popolo... VIALE LENIN... VIALE TOGLIATTI..ecc ringrazio anticipatamente

Anonimo (non verificato)

angelomaria

Ven, 18/07/2014 - 18:38

CANCELLATE LA STORIA MA E'IL PRESENTE CHE VI PERSEGUITERA!!!!

cgf

Ven, 18/07/2014 - 20:14

Del Bono il RICICLATO da Bologna? essere fedeli paga o.... attento che io so? ma se i magistrati volessero guardare bene la Sanità in Emilia Romagna, il progetto Sole, etc etc altro che la segretaria o il fratello del[l'ex] Presidente!!!

claudio63

Ven, 18/07/2014 - 21:33

luigi Piso non smetterai mai di dire scempiaggini... fino ad d oggi la statua non ha mai dato fastidio a nessuno, e il solo fatto che sono stati spesi 500,000 euro per restaurarla dovrebbe altresi far pensare. Non si spendon PRIMA i soldi dei contribuenti e POI si fa politica. Bisognava pensarci prima e magari destinare quei soldi ad altre cose. E poi secondo il tuo pensiero, siccome a Hitler piaceva Wagner allora si smette di ascoltarlo? oppure non si legge piu' Marinetti e manco a dirlo, D'annunzio? e come la mettiamo con il Croce? e Gentile? Del resto mis embra che tu sia sempre piu' degno rappresentante di un pensiero, quello di sinitra, che solo a parole si ammanta di democrazia, perche', dopotutto VOI siete quelli moralmente superiori e quindi razza superiore e pertanto COMUNQUE in possesso della verita' in tutti campi dello scibile umano,arte compresa. Un po' come quei maialini che scrissero su un muro che qualcuno era piu' uguale degli altri....ma chi lo scrisse era un rinnegato comunista, in fondo.

igna08

Dom, 20/07/2014 - 18:54

SE NE è PARLATO TROPPO, cREDO CHE ORMAI SIA TROPPO TARDI A RICOLLOCARE LA STATUA DOVE ERA IN ORIGINE. ORA SI SONO FORMATI DUE FRONTI. IL CONSIGLIO SAREBBE DI ASPETTARE UN PO DI TEMPO E RICOLLOCARE LA STATUA IN UN ALTRO POSTO. RICORDATEVI, VOI DEL NO, LA STORIA NON SI CANCELLA

giorgio biseo

Mer, 23/07/2014 - 10:45

chissà perché mi vengono in mente le statue del Budda distrutte in Afganistan dai talebani. Evidentemente, ogni paese ha i suoi!