Brescia, straniero senza biglietto tenta di azionare freno emergenza

Deciso a restare a bordo del convoglio ed a non pagare la multa, il 20enne ha raggiunto il freno d'emergenza ed ha tolto il sigillo, minacciando di attivarlo e di bloccare il treno. Raggiunto dagli agenti di polizia, è stato denunciato

Momenti di tensione a bordo di un treno regionale in servizio sulla tratta Milano-Brescia, dove un 20enne marocchino nato in Italia ha dato in escandescenze, dopo essere stato sorpreso senza regolare titolo di viaggio dal controllore.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, l'episodio si è verificato alcuni giorni fa.

Tutto ha avuto inizio quando il dipendente delle ferrovie ha raggiunto il 20enne, seduto in una delle carrozze, per chiedergli di esibire il biglietto.

In breve la situazione a bordo del convoglio è degenerata. Il giovane ha infatti reagito in malo modo nel momento in cui il controllore ha cominciato a redigere il verbale per comminare una sanzione amministrativa nei suoi confronti. Tra i due è dunque nata un'accesa discussione, che ha raggiunto il suo culmine quando il treno si è fermato alla stazione ferroviaria di Rovato (Brescia).

L'operatore ha infatti invitato il 20enne a scendere dal treno ma, giunti nei pressi dell'uscita, quest'ultimo è corso verso il freno d'emergenza con tutta l'intenzione di azionare il dispositivo. Il soggetto, più che mai deciso a restare a bordo senza pagare, aveva già strappato il sigillo del freno, quando è stato immobilizzato.

Sul posto sono tempestivamente intervenuti gli agenti della polizia locale, contattati dal personale del treno. I poliziotti hanno fatto scendere dal convoglio il 20enne, poi condotto in centrale per le pratiche di identificazione.

Il giovane, residente nella provincia di Bergamo, è stato deferito a piede libero.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Mar, 27/08/2019 - 20:02

Subito tessera elettorale del pd

Ritratto di llull

llull

Mer, 28/08/2019 - 09:37

É un'ottima notizia sapere che l'interessato "è stato deferito a piede libero". La cosa ci rende indubbiamente felici.