Brianza, arrestati quattro minorenni componenti di una baby gang

Le accuse sono quelle di furto, porto d’armi abusivo e rapina. I ragazzini sarebbero molto attivi sui social

Ancora una baby gang scoperta in Brianza, dopo il caso della “Compagnia del centro” a Monza. Questa volta sono quattro i minorenni fermati con le accuse di rapina, porto d’armi abusivo e furto. I ragazzini sarebbero tutti residenti nel Vimercatese. I carabinieri del Comando Provinciale di Monza Brianza hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, che era stata emessa dal gip del Tribunale per i minorenni di Milano.

Quattro i ragazzi fermati, accusati di aver commesso almeno dodici rapine aggravate, una tentata rapina aggravata, un furto e porto abusivo di armi. Tutti i reati sarebbero stati commessi tra gennaio e maggio del 2019 nei comuni di Vimercate, Arcore e Concorezzo. L’indagine è stata coordinata dalla Procura della Repubblica del Tribunale per i Minorenni di Milano. La baby gang, da quanto appurato, avrebbe agito sempre nello stesso modo.

Una volta raggiunte le proprie vittime, ragazzini loro coetanei, di età compresa tra i tredici e i sedici anni, queste venivano accerchiate, minacciate con coltelli e costrette a dare alla banda sia i contanti che i telefoni cellulari. In alcuni casi alcune vittime sarebbero state anche picchiate con pugni e calci. Da quanto emerso tutti gli arrestati avrebbero alle loro spalle problemi familiari e condizioni economiche difficili, a volte anche precedenti penali.

Quasi tutti i componenti della baby gang hanno una situazione scolastica discontinua, con anche abbandono degli studi. Nessuno di loro avrebbe un lavoro regolare. I quattro sarebbero anche molto presenti sui social network, dove alcune loro foto li mostrerebbero in atteggiamenti violenti, con armi e passamontagna.

Commenti

dagoleo

Mar, 23/07/2019 - 11:35

piccole risorse crescono.