Brindisi, 87enne denunciato per sfruttamento della prostituzione

A rivolgersi ai carabinieri una nigeriana di 22 anni. L'uomo è stato denunciato anche per detenzione illegale di armi e munizioni

È stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri per sfruttamento della prostituzione e detenzione illegale di armi e munizioni un uomo di 87 anni a Brindisi. In particolare, ieri sera una donna di 22 anni di origini nigeriane e domiciliata a San Vito dei Normanni (nel Brindisino), in possesso di regolare permesso di soggiorno sul territorio italiano per motivi umanitari, ha denunciato ai militari che aveva dimenticato nell'auto del pensionato il suo portafoglio contenente 320 euro dopo aver consumato con lui rapporti sessuali. L'uomo, però, si era rifiutato di restituirglielo.

L’87enne, infatti, alla richiesta della donna di restituirle il denaro l'ha minacciata intimandole di non recarsi dai carabinieri, altrimenti l’avrebbe uccisa. All’atto della denuncia, la donna ha riferito che l’87enne abitualmente l’accompagnava a Latiano, in provincia di Brindisi, dove la 22enne si prostituisce, ricevendo in cambio del passaggio favori sessuali. I militari, durante la perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto il portafoglio di proprietà della nigeriana, contenente la somma dichiarata, ulteriori 1.350 euro in contanti di cui l’uomo non ha saputo giustificare la provenienza, e 76 proiettili per pistola, di diversi calibri, illegalmente detenuti. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.