Buchi nei bilanci comunali? Vigili, sotto con le multe

I Comuni hanno vinto la battaglia con il governo sulle multe per la sosta sulle strisce blu oltre l’orario consentito. Per molti sindaci le contravvenzioni vengono usate per colmare le falle nei bilanci. Ma l'evasione dei pagamenti arriva al 50%

Troppo spesso le contravvenzioni agli automobilisti vengono usate per far quadrare i bilanci comunali. Eppure, negli ultimi anni, molte amministrazioni non riescono più a fare cassa con le contravvenzioni. Almeno non quanto preventivato. Gli incassi sono mediamente inferiori del 30% rispetto alla voce stimata, con punte di evasione dei pagamenti che arrivano al 50%. La conseguenza principale? Di fronte ai buchi che si aprono nei conti, le Giunte non sanno far altro che ricorrere a campagne estemporanee di nuove multe a tappeto per colmare almeno in parte la falla aperta. Un vero e proprio circolo vizioso.

Come spiega un'attenta indagine dell’Adnkrono, che è andata a controllare i bilanci dei comuni italiani, sia nelle grandi città sia in quelle più piccole, le amministrazioni comunali sono in evidente difficoltà a causa delle stime di gettito inserite in bilancio che, troppo spesso, risultano eccessive. A Roma, per esempio, il Campidoglio ha iscritto a bilancio per il 2013 incassi dalle multe per 408 milioni di euro quando nel 2012 l’accertato è stato di 280 milioni. "La Capitale - spiegano - ha un rapporto pessimo fra le multe elevate e quelle effettivamente incassate". Alla fine del 2012 il totale delle multe da riscuotere era stimato in 732 milioni. A pesare, e non poco, è anche l’evasione: i pagamenti non vengono effettuati anche a causa della crisi economica. A Napoli le multe per infrazioni al codice della strada registrano un tasso d’evasione superiore al 50%. A Pescara, nel 2013, il Comune ha riscosso 1,7 milioni di euro laddove l'anno prima si aggirava intorno ai 3,5 milioni.

In questo scenario, si inserisce anche l’ultima accesa battalia sulle multe per la sosta sulle strisce blu oltre l’orario consentito. Alla fine, dopo un estenuante braccio di ferro con il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, ha vinto l’Anci incassando dal governo Renzi il via libera per l’emanazione di specifici regolamenti locali. Uno strumento ritenuto indispensabile per intervenire nel corso di quest’anno ed evitare che le perdite possano allargarsi ancora.

NAPOLI

Alla città spetta il record dell’evasione. Le multe per infrazioni al codice della strada registrano un tasso nei mancati pagamenti superiore al 50%. In una recente relazione la Corte dei Conti ha rilevato che le percentuali di cancellazioni presentano un andamento più consistente negli ultimi cinque anni avvicinandosi al 30% per una "fisiologica e coerente" difficoltà di riscossione delle contravvenzioni.

GENOVA

Meno multe nel capoluogo ligure nel 2013. Il Comune ha infatti messo a Bilancio un introito proveniente dalle contravvenzioni per circa 24 milioni di euro nel 2013 ma ne sarebbero stati incassati non più di 20.

BRESCIA

Sui 52 milioni di euro che i cittadini devono al comune per mancati pagamenti, sono pari a 43,5 mln quelli per infrazioni al Codice della strada che il Comune deve ancora incassare, come riporta l’elenco delle insolvenze diffuso dal Settore bilancio dell’amministrazione.

PESCARA

Nel 2013 gli incassi delle multe, una delle entrate più importanti per le casse del Comune, si sono praticamente dimezzati rispetto al 2012. L’amministrazione ha riscosso solo 1,7 milioni di euro, l’anno prima erano 3,5 milioni. Questo, quando il record è stato fatto segnare nel 2010, 4,2 milioni.

PISTOIA

Le entrate da contravvenzioni al Codice della Strada, rispetto alla previsione iniziale di 6,6 mln di euro, che si attestava sugli incassi degli anni precedenti, hanno fatto registrare un incasso di 5 milioni e 400mila euro, con una diminuzione, dunque, di un milione e 200mila euro.

Commenti

eloi

Sab, 29/03/2014 - 17:21

Quella di mettere in bilancio gli importi delle multe da incasdsare è una mossa solo italiana. Ammettiamo che un anno tutti i cittadini siano ligi ed osservanti delle leggi ci domandiamo dove andrà a pescare il comune per pareggiare il bilancio? Non studierà mica una tassa su la cittadinanza? E pensare che Grillo ci ha promesso il reddito di cittadinanza.

vince50

Sab, 29/03/2014 - 17:25

Si deve continuare a mettere acqua nei colabrodo di comuni regioni e stato,eliminare le falle vere o presunte non è previsto.Le famiglie dei comuni mortali gestiscono le uscite in funzione delle entrate,che gestisce una qualsiasi forma di potere e quindi di arroganza legalizzata,fa i sacrosanti c***i che preferisce.

gigi0000

Sab, 29/03/2014 - 17:27

Ed i cittadini, magari uniti in comitati appositi, dovrebbero essere autorizzati a multare gli amministratori comunali, i vigili e tutti i dipendenti statali per le loro inadempienze.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di roberto sarzi

roberto sarzi

Sab, 29/03/2014 - 17:47

E' PROPRIO COSì!!! UNO PUO' PAGARE IN MULTE VARIE TRA TELECAMERE CORRISPONDENTE DELLE TASSE DIRETTE (Irpef). I sindaci hanno speso molto per installare le apparecchiature fisse per il rilevamente della velocità e altro e ora devoro rientrare nelle spese e di fatto si sono trasformati in volgari banditi da strada e grassatori dei viandanti!! Se poi si ricorre al giudiuce di pace ti senti dire che queste multe servono al comune per pagare le spese pyubblice! Ma allora per che cosa ricorrere! A Mantova in pieno centro dove c'è il Palazzo Ducale si tiene il mercato settimanale del giovedì e non c'è per tutta la mattinata un buco dove infilarsi. Proprio il giovedì il Comune sguinzaglai i suoi molossi/vigili che multano a tutto spiano! Io come guida turistic HO LA NECECCITà DI SOSTERE PER ACCOMPAGNARE LE COMITIVE DI TURISTI ALLA VISITA DEI MONUMENTI. HO TANTE VOLTE AFFISSO UN CARTELLO QUALIFICANDOMI COME GUIDA IMPEGNATA NEL AVORO DI GUIDA IN PALAZZO DUCALE MA LE MULTE MI VENGONO DATE LO STESSO!NON VI SEMBRA ADDIRITTURA "SADICO" ASPETTARE IL GIORNO DI MERCATO PER AFFIBIARE MULTE SE DAS NESSUNA PARTE C'E' POSTO PER PARCHEGGIARE (NEMMENO A PAGAMENTO!) QUESTA POLITICA HA AVVELENAZTO IL RAPPORTO TRA CITTADINI E AMMINISTRATORI! NON SE NE PUO' PIU' DI QUESTI LADRI IN UNIFORME!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 29/03/2014 - 18:06

Quando uno Stato oppure un Comune si riduce a queste rapinose macchinazioni di prelievo forzato e sempre più in danno sei poveri e mediopoveri i motivi sono sicuramente due : Pessima Amministrazione del denaro pubblico da parte di incomptenti (Dovrebbero andare a scuola nelle famiglie ove i padri e le madri debbono fare i conti per arrivare alla fine di ogni mese)oppure il secondo motivo potrebbe essere che nelle varie Annimistrazioni Pubbliche dello Stato o dei Comuni esistano dei magnacci mafiosi che campano sulle spalle del popolo pagante. Di Euro in giro non si abboanda e gli Amministratori, se intelliggenti e pieni di capacità positive, dovrebbe farli fruttare per risolvere i vari problemi

vincenzo1956

Sab, 29/03/2014 - 18:08

vorrei fare una domanda a un qualche sindaco presente su questo blog.Se non ricordo male,ma sicuramente ricordero' male nella mia ignoranza,la legge che permise di istituire le strisce blu prevedeva tassativamente un pari numero di parcheggi liberi nelle " immdiate vicinanze".vorrei sapere quindi,dall'alto della mia ignoranza,se la legge e' cambiata.Grazie

gentlemen

Sab, 29/03/2014 - 18:12

I sindaci piangono e il governo cala le braghe! Come se le sentenze avessero valore solo su territorio comunale! IGNORANTI! Il pagamento anticipato della sosta,così come è strutturato,è un contratto anomalo. Prendiamoci la briga di fare ricorso ogni qualvolta ci sentiamo truffati.I comuni non possono usarci come vacche da mungere per compensare i loro sprechi! Queste cose succedono solo in Italia!

ilbarzo

Sab, 29/03/2014 - 18:39

L'Italia e' uno Stato delinquente.Amministratori e politici rubano a piu' non posso e per riparare ai buchi di denari creati,studiano balzelli quali tasse , multe e quant'altro da appioppare ai cittadini onesti che faticano a sbarcare il lunario.Questo paese,necessita di una pura e dura dittatura che metta fine a questi soprusi.

piertrim

Dom, 30/03/2014 - 11:08

Sarebbe interessante sapere quante multe siano a carico degli extracomunitari e quante ne vengano poi riscosse. O solo sempre gli italiani debbono sorbirsi queste amenità.

Ritratto di frank60

frank60

Lun, 31/03/2014 - 19:37

Sarebbe interessante sapere quante multe siano a carico degli extracomunitari... e quante ne vengano poi riscosse....