Budrio, la sorella di "Igor" lancia un messaggio: "Tieni duro"

"Tieni duro". È questo il messaggio che la sorella, Nikoletta, rivolge al fratello Norbert Feher, detto "Igor Vlacavic", ai microfoni di Quarto Grado su Rete 4

"Tieni duro". È questo il messaggio che la sorella, Nikoletta, rivolge al fratello Norbert Feher, detto "Igor Vlacavic", ai microfoni di Quarto Grado su Rete 4. La sorella del killer di Budrio si dice sorpresa: "Tutta la mia famiglia lo è… perché prima di adesso non avevamo mai sentito nulla di male su di lui. La mia famiglia intera è choccata". Poi Nikoletta parla delle indagini e dei contatti tra la polizia e la sua famiglia: "La polizia serba ha contattato mia madre, ma gli italiani forse non ancora. Non ne sono certa, ma sicuramente la polizia serba sì". Poi al cronista che le chiede di rivolgere un messaggio al fratello perché possa consegnarsi, la sorella risponde così: "So che lui non ha mai commesso questi crimini, vorrei dire a tutti che mio fratello non è così come lo descrivono. A lui voglio dire: 'Tieni duro che tutto andrà bene'. Mio fratello non è così. La nostra famiglia è con lui… deve tenere duro". Infine sugli omicidi attribuiti a "Igor" afferma: "So che ha commesso un errore, ma forse sarà arrestato per qualcosa che non ha fatto: nessuno è sicuro di tutte queste cose di cui è accusato, perché nessuno era lì. Non lo conosco bene, non so chi siano i suoi amici. Tutto può succedere, ma noi cerchiamo di resistere e di dargli una chance".

Commenti
Ritratto di Evam

Evam

Sab, 22/04/2017 - 15:01

Beata lei che ha delle certezze, noi possiamo solo pensare che se uno non ha commesso reati in teoria non è motivato a fuggire come chi sa di essere colpevole.

mariod6

Sab, 22/04/2017 - 15:02

Naturalmente la signorina è fiera del fratellino e di quello che ha fatto. Per loro la storia è sempre la stessa. Noi siamo i forti e voi dovete solo sottomettervi. Serbi, Croati, Bosniaci, Sloveni, Montenegrini, Macedoni, tutti ex-jugoslavi che solo un dittatore sanguinario come Tito riusciva a far stare buoni. Lasciati a se stessi si scatenano e accoppano gli altri.