Gli auguri di amici e sostenitori a Silvio Berlusconi

Oggi Silvio Berlusconi ha festeggiato i suoi primi 83 anni. Sui social, migliaia di messaggi con auguri da parte di sostenitori e ammiratori

Ottantatré anni e non sentirli. Un Silvio Berlusconi raggiante e carico di energie festeggia oggi il suo compleanno con la famiglia ed i tantissimi amici.

In occasione dell'evento "Damiani" a Villa Gernetto, ecco che va in scena il party, allegro, colorato ed elegante. Una mega torta e il "buon compleanno" intonato dai presenti scandiscono questa giornata particolare e rilassante per il Cavaliere.

Ma non solo. Migliaia di messaggi di auguri sono arrivati sulle pagine social di Berlusconi, Facebook in particolare. “Grazie a tutti coloro che hanno voluto contribuire a rendere questo mio compleanno così speciale: a chi mi ha fatto gli auguri qui sui social, per telefono o mi ha scritto una lettera”, ha scritto Silvio come commento ad una foto nella quale è in posa davanti ad un manifesto con auguri fatto arrivare ad Arcore da un ammiratore.

"Amici" virtuali e sostenitori che, oltre ad dedicare un pensiero all’ex presidente del Milan, lo invitano a continuare nelle sue battaglie politiche. Quasi a placare le ansie di chi gli chiede un maggiore impegno per contrastare la sinistra, nello stesso post Berlusconi assicura che “da domani ci rimettiamo al lavoro per cambiare la nostra meravigliosa Italia, il Paese che amiamo”

Infine, il festeggiato esprime riconoscenza a chi ha fatto arrivare il grande cartello con gli auguri. “Ps. Grazie a chi oggi è arrivato fin qui ad Arcore con questa vela!”.

Commenti

Carlo.MS

Lun, 30/09/2019 - 00:27

Auguri vivissimi caro Presidente ....

Popi46

Lun, 30/09/2019 - 06:34

Presidente, mi manchi tanto, mica per niente, ma mi hai fatto sognare un’Italia come dovrebbe essere (ma che non sarà mai, purtroppo)

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Lun, 30/09/2019 - 07:13

Cavaliere auguri e grazie di tutto, ma ora vada a casa a fare il nonno, non ha più l'età e la lucidità per fare il politico. Desolato, ma i veri amici devono dire le cose come stanno, non incensare.