Il buon esempio di Norcia: case a norma, zero vittime

Il Comune di Norcia, in Umbria, ha fatto registrare zero feriti e zero vittime dopo una ricostruzione attenta e rispettosa delle norme antisismiche

In mezzo alle macerie, Norcia ha resistito. E c'è da giurare che diventerà un caso di studio, quello della città umbra a pochi chilometri dall'epicentro del terremoto che ha devastato Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto ma sopravvissuta quasi integra al sisma.

Come rivendicano con orgoglio Regione e Comune, "la messa in sicurezza del territorio ha pagato". Perché da queste parti i terremoti li conoscono bene. 1979, 1997, 2009. Date che restano impresse nella memoria, con il loro tributo atroce di vite umane e di danni materiali.

Episodi che però - e l'auspicio è che accada più spesso - hanno lasciato una lezione profonda: gli edifici vanno costruiti e ristrutturati secondo le norme antisismiche. Senza perdere tempo.

"La ricostruzione degli ultimi decenni ha salvato molte vite", conferma il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. "La forte scossa che ha colpito anche l'Umbria, superiore a quella del 1997, ha causato danni contenuti", gli fa eco la presidente della Regione, Catiuscia Marini, parlando a TgCom24.

"Ci ponemmo subito l'obiettivo di non limitarci alla semplice riparazione del danno - prosegue la Marini - ma di metter in sicurezza l'intero territorio. Abbiamo scelto di ricostruire negli stessi luoghi nel rispetto della normativa". Così, continua, "quella buona ricostruzione ora ha saputo garantire sicurezza alla popolazione e qualità e velocità degli interventi".

Qualche danno, intendiamoci, c'è stato anche nel norcino. Ma il conto delle vittime fa sorridere: zero morti, zero feriti. Almeno qui.

Commenti

agosvac

Gio, 25/08/2016 - 12:09

Per quanto riguarda Norcia, mi sembra evidente che se una città o un paese viene distrutto da un terremoto, si debba ricostruire seguendo le norme antisismiche, sarebbe pura scemenza non farlo. Presumo che anche i paesi e paesini, oggi distrutti da questo terremoto, verranno ricostruiti in maniera adeguata, nessuno può essere così folle da non farlo!

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Gio, 25/08/2016 - 12:10

Catiuscia Marini spieghi come mai i terremotati del 1997 sono stati fino a poco tempo fa sulle casette di legno. La sinistra locale umbra ci ha sguazzato sulla ricostruzione trascinandola a vanti per quasi due decenni. Si vergognino. Su quelle casette di legno oggi oziano i profughi. Dissero che le avrebbero destinate a centri estivi, ricreativi o da vendere a terzi. Si vergognino ancora.

chebarba

Gio, 25/08/2016 - 12:39

SPERIAMO CHE STIANO RICOSTRUENDO SECONDO LE REGOLE ANCHE L'AQUILA

Ritratto di combirio

combirio

Gio, 25/08/2016 - 12:55

Norcia, stupenda perla del nostro panorama artistico e storico!

Angelo664

Gio, 25/08/2016 - 14:24

Mi sapete dire quanto è costata in totale e pro edificio la ricostruzione di Norcia ? Ci possiamo ancora permettere ricostruzioni così costose in futuro e adesso ?? Temo che non ce la faremo più in futuro a sostenere tali spese. Tutti sanno cosa costa una villetta moderna, nessuno cosa costi rifare una casa antica con criteri moderni di anti sismicità. Non è forse meglio ripensare certe regole ed imposizioni ? So che sono bellissimi i centri medievali italiani, sono il primo ad apprezzarli. Ma in casi come questo ci sono costi ormai insostenibili per la comunità .

montenotte

Gio, 25/08/2016 - 16:20

Prestate la Governatrice dell'Umbria,anche al Lazio alle Marche all'Abruzzo e a qualche paese della stessa sua regione per la ricostruzione.