Chi è il killer di Strasburgo

Di origine nordafricana ma è nato a Strasburgo. Ha precedenti per estorsione e aggressione: era schedato come radicalizzato

Il presunto responsabile dell'attacco di questa sera a Strasburgo non è stato ancora localizzato. Lo ha detto il sindaco della città francese, Roland Ries, mentre alcune fonti giornalistiche sostenevano che Cherif C., il 29enne identificato come il responsabile, sarebbe circondato.

L'attentatore che ha compiuto una sparatoria al mercatino di Natale ha ucciso quattro persone e ne ha ferite 11 feriti. Cherif C. ha 29 anni ed è di origine nordafricana anche se è nato a Strasburgo.

Dalle prime ricostruzioni, poche ore prima della sparatoria Cherif avrebbe dovuto essere arrestato nell'ambito di una inchiesta per estorsione, ma la polizia non è riuscito a trovarlo nella sua abitazione. L'uomo ha precedenti per reati comuni e nel 2011 era stato condannato a due anni per aver aggredito una persona con un coccio di bottiglia. Non solo. Secondo la prefettura, Cherif era stato schedato come "S", cioè un soggetto religioso radicalizzato.

Secondo alcune testimonianze, Cherif dopo la sparatoria è fuggito a bordo di un taxi e sarebbe stato ferito dalla polizia. Le forze dell'ordine lo avevano localizzato in un palazzo di rue d'Epinal ma l'uomo è riuscito a scappare.

Commenti

blu_ing

Mer, 12/12/2018 - 03:18

accogliete i frateliii accogliete, questo e' il frutto della integrazione

Ritratto di pierluigiv

pierluigiv

Mer, 12/12/2018 - 04:35

curioso, sempre la stessa storia: gia' schedato, lupo solitario, vuoi scommettere che anche questo finisce morto ammazzato senza rivelare i mandanti, l'organizzazione etc. c'e' chi lo chiama "complottismo", io lo chiamo "ragionare"

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 12/12/2018 - 06:57

Musulmani,state cheti,cheti,in casa,perchè in Francia le cose si possono mettere male....

Aegnor

Mer, 12/12/2018 - 06:58

Bel faccione da subumano che sprizza intelligenza

mcm3

Mer, 12/12/2018 - 07:11

Purtroppo c'e' poco da stupirsi, la Francia e' un paese di guerrafondai, guidata da personaggi incapaci, che non sono in grado di garantire la sicurezza edx il controllo del territorio, ma creano solo differenze sociali e malumori tra la popolazione causando continuamente violenza

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 12/12/2018 - 07:25

...."nato" a Strasburgo!....."nato" e basta!

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 12/12/2018 - 07:44

commenti della ex presidente della camera madame Boldrini, non pervenuti!

maurizio50

Mer, 12/12/2018 - 08:03

E i Supremi reggitori dell'U.E. dicono che gli arabi sono le risorse dell'Europa!!!!

Marguerite

Mer, 12/12/2018 - 08:04

Giornalisti INFORMATEVI !!!! Ore 8.03...secondo BFMTV sono 3 i morti.....dove cxxxo vi informate ??? ....che comunque sono tanti....ma non mi piace sentire Balle !!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 12/12/2018 - 08:23

L'ambiente socio culturale in cui è nato e si è sviluppato l'Islam, al di la dei buoni propositi di fratellanza e giustizia, ne ha di fatto creato uno di fanatismo. Che non è, si deve dire, il principio generale del culto ma che viene appropriato da frange che esprimerebbero altrimenti la loro violenza. Tutto ciò premesso, si deve agire come contro ogni altra cosca, gruppo o associazione che abbia come oggetto sociale il creare disordini, commettere reati, fare attentati. Che sia per religione, mafia o comune delinquenza, pugno duro contro pochi per assicurare il sereno vivere alla stragrande maggioranza dei cittadini. Nel mondo. Se poi uno vuole andare a pregare in chiesa, moschea, tempio o ashram, affari suoi, ma fuori di questi leggi certe ed inviolabili. Punto !

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 12/12/2018 - 08:34

chi è?? uno che sta prendendo in giro l'europa e gli europeisti!!

fifaus

Mer, 12/12/2018 - 09:02

la cittadinanza, NON è la nazionalità|

Ritratto di Blent

Blent

Mer, 12/12/2018 - 09:27

Possono anche essere nati in europa, coccolati in europa ma i geni non sbagliano . Noi siamo infedeli e dobbiamo morire.Avanti con l'accoglienza finché' no ci averanno sterminati tutti.

anfo

Mer, 12/12/2018 - 09:39

Omar el somar fatti sentire!

guardiano

Mer, 12/12/2018 - 09:54

Avanti cosi, dopo arriva il censis con un De Rita qualsiasi che dall'alto della sua superiorità morale afferma siamo diventati cattivi, voi con le vostre false idee buoniste ci avete fatto incattivire, interrogate le vostre coscienze e vedrete che forse riusciranno a farvi vergognare.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 12/12/2018 - 10:05

Nel mondo intero c`è il pro e il contro su questa migrazione incontrollata e non è per niente piacevole sentire e vedere la delinquenza e la cattiveria con cui questi stranieri usano, per attaccarci facendo più morti possibili!!! """MI CHIEDO PERCHE, NON SI DA LA POSSIBILITA A QUESTA GENTE DI RENDERE NOTO ALLE STAPE, IL MOTIVO DI QUESTI ATTENTATI??? MOLTE IDEE, LE ABBIAMO, MA PENSO CHE SE LA VERITA VERREBBE RESA NOTA, CHE MOLTI (AVI) DELLE ALTE CARICHE DELLA POLITICA E DI MOLTISSIMI IMPRENDITORI ARRICCHITISI NELLE COLONIE, CHE ABBIANO IL DOVERE DI RITORNARE TUTTO CIÒ CHE HANNO RUBATO AGLI INDIGENI, CON GLI INTERESSI"""!!! -1-di-2- segue,

graffio2018

Mer, 12/12/2018 - 10:09

ma come?? non è in francia per pagare le pensioni dei francesi??

baio57

Mer, 12/12/2018 - 10:23

@ marguerite Se può essere così importante ,alle ore 1.01 quando è stato stilato l'articolo, alcune agenzie riportavano la notizia di quattro deceduti,e come puoi notare negli altri articoli si parla di tre deceduti . COMUNQUE SIA ,TUTTO QUI IL COMMENTO ????????????

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mer, 12/12/2018 - 11:01

A mio avviso non e` stato per sbaglio. Dopo quanto letto circa il SEGRETO DI STATO opposto dalla Francia a chi indagava sulle armi usate negli attentati del Bataclan e di Charlie Hebdo, indagini dalle quali risultavano evidenti connivenze fra i servizi segreti e chi quelle armi aveva prima acquistato e poi venduto (vedere il sito di Blondet), direi che questo e` l'ennesimo stupro che la Francia subisce da chi la vuole indirizzare a suo piacere. Il risultato attuale sara` di stringere ancor di piu`le liberta` individuali dei francesi per meglio controllare la rivolta in atto, con la scusa della sicurezza,che invece e` tutt'altra cosa. E cosi` tutte le "aperture" all'Islam, che per me nascondono la voglia di avere contemporaneamente un'arma ed un bersaglio per distruggere gli stati dall'interno senza troppo esporsi.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Mer, 12/12/2018 - 11:03

Perché questa generalizzazione: "di origine nordafricana". E' profondamente sbagliato e informativamente scorretto non definirne chiaramente l'appartenenza ad un popolo preciso. Se poi il delinquente in questione era nato in Francia non per questo lo si può definire francese. E lo ha dimostrato chiaramente!

Libertà75

Mer, 12/12/2018 - 11:40

è colpa nostra che non l'abbiamo saputo accogliere, lui voleva solo un palazzo con 40 vergini e qualche decina di milioni di euro... colpa nostra (soprattutto di gente come elkid) che abbiamo illuso sia lui che i suoi genitori... colpa nostra che non ci siamo tutti convertiti ad un "dio" esportato con violenza e terrore

honhil

Mer, 12/12/2018 - 11:52

Elemento molto pericoloso e conosciutissimo. Arrestato e riarrestato troppe volte, sia in Francia che in Germania. Ma libero di fare il suo mestiere di terrorista. E così il sangue scorre a fiumi e le vittime si moltiplicano e tante altre, troppe, restano attaccate alla vita per un filo. Della serie, insomma, quando l’assassino è lo Stato. Per ideologica appartenenza. I familiari delle vittime adesso sanno su chi puntare l’indice accusatore! Ma non basta. Senza quell’inversione ad u che i popoli europei anelano, e che finalmente sembra vogliano effettuare, le cose non possono che peggiorare.

restinga84

Mer, 12/12/2018 - 12:04

Senz`altro figlio di algerini o tunisini trapiantati in Francia da molti anni la cui prole,per legge,ha ottenuto la cittadinanza francese.

Bocca della Verità

Ven, 14/12/2018 - 02:15

@ menonoincariola: ESATTO! Pretesto calzante per modalitá e tempi, incluso l'«anomalo» intervento del galletto-macronano volutamente rinviato alla settimana seguente ed in differita (preregistrato). Sá di orchestrato. Od almeno "agevolato"...