Cagliari, aggressione contro operatore di polizia, fermato nigeriano

Si tratta del terzo grave episodio di violenza contro gli operatori del centro in meno di due mesi. “Chiederemo un incontro urgente con il questore”, riferisce il segretario provinciale del sindacato di polizia Valerio Caddeu

Altro episodio di aggressione avvenuto all’interno dell’ufficio immigrazione di Cagliari, situato in via Venturi.

Ancora una volta è un giovane nigeriano il protagonista delle violenze, come già accaduto in passato. L’extracomunitario ha avanzato delle richieste impossibili da esaudire per gli operatori del centro, pretendendo di ottenere della documentazione che non gli spettava di diritto, come da lui sostenuto. L’africano ha iniziato ad agitarsi, ed a nulla sono serviti i tentativi da parte di alcuni mediatori di riportarlo a più miti consigli. In preda ad un raptus di follìa, lo straniero si è lanciato con veemenza contro un operatore di polizia del centro, rimasto ferito in seguito alla colluttazione, fortunatamente in modo non grave.

Poco dopo la segnalazione è sopraggiunta una volante della polizia, e gli agenti sono riusciti a bloccare il nigeriano ed a far scattare le manette ai suoi polsi. Identificato in questura, il facinoroso africano è stato denunciato per lesioni.

Come riportato da “L’Unione Sarda”, il segretario provinciale del sindacato di polizia Silp Cgil Valerio Caddeu lamenta la situazione di scarsa sicurezza del centro in questione. “Si tratta del terzo episodio di violenza in meno di due mesi. Gli uffici di via Venturi hanno un problema di sicurezza. Gli operatori, anche il personale civile, non sono tutelati così come gli utenti. Chiederemo un incontro urgente con il questore.”, ha concluso il segretario.

Commenti

Aegnor

Lun, 17/09/2018 - 17:35

Liberatelo subito prima che si fiondi li la commissione onu