Cagliari, è morta la donna che aveva sparato ai figli disabili

Angela Manca da tempo era affetta da problemi di salute ed era preoccupata per il futuro dei due figli disabili 42enni, Paolo e Claudio Caledda che vivevano con lei

È morta in ospedale la donna che ha sparato ai due figli disabili e poi ha tentato di suicidarsi. Angela Manca, 64enne di Mandas, Cagliari, da tempo era affetta da problemi di salute ed era preoccupata per il futuro dei due figli 42enni, Paolo e Claudio Caledda che vivevano con lei. La disperata soluzione trovata dalla donna era quella di farla finita e di mettere fine alla sua vita e a quella dei due gemelli.

Grazie al racconto della figlia di Angela, i Carabinieri sono riusciti a ricostruire gli ultimi gesti della donna, la quale probabilmente aveva pianificato tutto. Approfittando di un cambio della guardia degli assistenti dei figli, ha preso dalla cassaforte il fucile da caccia del genero, regolarmente detenuto, e poi ha sparato prima verso i figli e poi verso se stessa, rimanendo gravemente ferita.

Secondo quanto riporta Tgcom24, questo non è stato il primo tentativo della donna. Nel novembre 2015 aveva intossicato i figli con i medicinale e anche lei si era imbottita di farmaci. In quell'occasione erano riusciti a sopravvivere, ma da quel momento la figlia medico aveva preso degli accorgimenti affinché l'episodio non si verificasse ancora. Accorgimenti e attenzioni che putroppo non sono bastati.