Cagliari, lo pestano e lo accoltellano per 25 euro: presi 2 magrebini

Gli stranieri, entrambi pregiudicati, sono finiti dietro le sbarre del carcere di Uta: il 31enne Isbai era già stato raggiunto da decreto di espulsione, mai ottemperato

Aggredito e accoltellato nei pressi del palazzo della Regione di Cagliari da due stranieri, per questo motivo la vittima, un 49enne di Quartu Sant'Elena, è finito al pronto soccorso.

L'episodio si è verificato intorno alla mezzanotte dello scorso martedì in via Sardegna, all'angolo con via Porcile, nel problematico quartiere della Marina.

Numerose le segnalazioni inoltrate alle forze dell'ordine da parte dei residenti che hanno assistito al pestaggio, allarmati dalle grida dei coinvolti nella colluttazione. Quando gli uomini della questura di Cagliari sono giunti sul posto indicato, il 49enne, pur sanguinante e col volto tumefatto per i colpi ricevuti, stava tentando di recuperare ciò che gli era stato sottratto da uno dei due malviventi che lo avevano aggredito. Quest'ultimo, bloccato dalla vittima, cercava invano di divincolarsi dalla sua presa per raggiungere il complice già in fuga alla vista delle luci blu delle "pantere".

Il magrebino è stato bloccato ed ammanettato dai poliziotti, i quali hanno raccolto le testimonianze della vittima prima dell'arrivo di un'ambulanza del 118 che si occupasse di fornirgli la prima assistenza e di trasportarlo in ospedale per le cure del caso. Il 49enne, con evidenti lesioni al volto ed all'avambraccio, dove era stato colpito da una coltellata, ha raccontato agli agenti la terribile esperienza vissuta.

Sono stati due gli stranieri ad averlo circondato ed aggredito, pestandolo per impossessarsi di un portafogli contenente i documenti personali e soli 25 euro. La testimonianza dell'uomo ha trovato rapida conferma, dato che pochi istanti dopo una seconda volante è riuscita a bloccare anche il complice del primo malvivente, il quale tentava di fuggire lungo via Roma.

Uno dei nordafricani è stato infatti trovato in possesso dei 25 euro, mentre il compare aveva ancora addosso il portafoglio del 49enne.

Trasportati negli uffici della questura, i marocchini hanno fornito false generalità agli inquirenti, venendo immediatamente smascherati grazie all'esito dei controlli fotodattiloscopici svolti dagli uomini della Scientifica.

Si tratta del 31enne Idrissi Ismail Isbai e del 22enne Siad Ajoby, personaggi ben noti alle forze dell'ordine per una serie di precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. Il primo, tra l'altro, era già stato raggiunto da un decreto di espulsione dal territorio nazionale, bellamente ignorato.

Per loro l'accusa è quella di lesioni personali, rapina aggravata e false attestazioni. Dopo una notte dietro le sbarre di una cella di sicurezza è arrivato il giudizio direttissimo nel tribunale di Cagliari. Il gip ha convalidato il fermo e determinato per entrambi la misura restrittiva della detenzione in carcere.

Commenti
Ritratto di moshe

moshe

Ven, 08/11/2019 - 17:30

Che strano, si vede che la Lamorgese, in tutti i rimpatri che dice di aver fatto, si è dimenticata questo!

aldoroma

Ven, 08/11/2019 - 17:53

Ma sono le risorse che pagano le pensioni... Cosa fate?

dedalokal

Ven, 08/11/2019 - 18:00

Da cittadino cagliaritano sono indignato, perché nella stampa sarda, di questo gravissimo episodio, non v'è alcuna traccia. Anche qui si tende a nascondere gli atti delinquenziali in cui sono coinvolti immigrati seppur con alle spalle pesanti precedenti penali pesanti. Guai a darne notizia sennò, siamo razzisti, xenofobi, leghisti, fascisti...

Reip

Ven, 08/11/2019 - 18:17

Il fatto e’ che sara’ sempre peggio!

Mugambi

Ven, 08/11/2019 - 18:31

NON E' VERO NON ERA MAGREBINO! TUTTE BUGIE! PENSATE A QUANTI CRIMINALI ITALIANI SONO IN GIRO... QUANDO DELINQUE UN ITALIANO SCRIVETE CHE E' ITALIANO? I DELINQUENTI SONO DAPPERTUTTO!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 08/11/2019 - 18:31

Che ne facciamo di questi due delinquenti pregiudicati? Sinisrti, li avete fatti venire voi, incoraggiati, e difesi nel delinquere. Voi siete al governo, che ne fate? Di nuovo liberi? Subito? Ma come fanno a votarvi ancora. Sapevo dell'esistenza di qualche masochista, ma così tanti non avrei mai pensato.

bernardo47

Ven, 08/11/2019 - 18:43

vengono espulsi sulla carta...ma nei fatti, nessuno li riporta al loro paese e restano qua! sempre cosi', inutile farci illusioni.

Ritratto di cicopico

cicopico

Ven, 08/11/2019 - 18:57

tagliare le mani,come fanno al loro paese.pena di morte.

fcremonesi

Ven, 08/11/2019 - 19:17

Cella di isolamento, acqua e pane e buio completo dentro la cella 24 ore su 24 per almeno un anno, e solo dopo l'espulsione accompagnato nel suo paese d'origine dalla polizia italiana con tanto di manette ai polsi. Non credo che tornerebbe dopo una simile esperienza.

Giorgio Rubiu

Ven, 08/11/2019 - 19:40

Le espulsioni non si fanno con un foglio di carta. Le espulsioni debbono essere reali. Fuori dal Paese, significa "FUORI DAL PAESE" non "Hai 15 giorni di tempo per andartene dal Pese, se ti va di farlo"!

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Ven, 08/11/2019 - 20:12

Due personcine per bene e ammodo, lo si capisce subito dalle foto.

rawlivic

Ven, 08/11/2019 - 20:33

le solite buffonate della legge italiana...in foglio di espulsione e'carta da cul0. Serve l'abbattimento selettivo sul posto, come si farebbe con le bestie infestanti. Questa feccia non serve al Paese!

cavolo4

Ven, 08/11/2019 - 20:50

Chiedete i danni al ministero dell’interno ancora due mxxxxxi africani

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 09/11/2019 - 09:15

volete gli extracomunitari in Italia? Teneteveli e ringraziate il PD

Ritratto di frank60

frank60

Sab, 09/11/2019 - 09:15

La pena è troppo severa,bastava una denuncia con obbligo di firma...

Algenor

Sab, 09/11/2019 - 13:34

L'Inquisizione parlamentare contro la ribellione popolare, provvederá a perseguire la vittima e i poliziotti per l'arresto razzista e pieno di pregiudizio nei confronti di due innocenti immigrati nordafricani impegnati in un percorso di integrazione come il 99,99999% dei loro simili.